Ferrovia del Pacifico centrale

La Central Pacific Railroad è stata concepita dall'ingegnere Theodore Dehone Judah, la cui idea ha ottenuto il sostegno finanziario di quattro mercanti californiani: Collis P. Huntington, Leland Stanford, Mark Hopkins e Charles Crocker. Questi uomini immaginavano una ferrovia immensamente redditizia che collegasse la frontiera occidentale al commercio orientale; fondarono la Central Pacific Railroad Company nel 1861. Erano impegnati in un concorso per tracciare il maggior numero di binari nella storia delle ferrovie nazionali, e nacque una rivalità tra la Central Pacific e la Union Pacific Railroad Company. I loro sistemi collegherebbero le popolazioni e le merci del Missouri con quelle di Sacramento, in California.

Il conflitto tra le compagnie del Pacifico centrale e della Union Pacific non fu l'unico che circondava gli inizi delle ferrovie transcontinentali. Prima della guerra civile americana (1861-1865), i membri del Congresso degli Stati Uniti litigarono per stabilire se le tracce dovessero essere poste sul suolo settentrionale o meridionale. L'approvazione del progetto è stata successivamente ritardata al Congresso fino a quando il presidente Abraham Lincoln (1861-1865) ha firmato il Pacific Railway Act nel 1862.

Il Railway Act ha cercato di stabilire il supporto per il progetto e risolvere i conflitti al Congresso e tra le società rivali. Questa legislazione è stata una spinta importante per le ferrovie e ha plasmato in modo drammatico il futuro della frontiera. La legge autorizzava percorsi specifici per le società rivali del Pacifico centrale e della Union Pacific e stabiliva che i binari delle due ferrovie alla fine si sarebbero incontrati e collegati. Il diritto di passaggio attraverso ampi tratti di terreno pubblico - 200 piedi su ciascun lato dell'intera ferrovia - è stato concesso alle compagnie per il passaggio, gli edifici necessari al funzionamento della ferrovia e materiali come legno e pietra. Inoltre, in sezioni alternate di terreno pubblico lungo la ferrovia, l'assegnazione di terreno si estendeva da 200 piedi a 10 miglia. Per espandere ulteriormente la quantità di terreno pubblico a disposizione delle compagnie ferroviarie, la legislazione ha anche sanzionato gli Stati Uniti a rinnegare i trattati governativi che avevano firmato con i nativi americani. La legislazione proclamava: "Gli Stati Uniti estingueranno il più rapidamente possibile i titoli indiani a tutte le terre che rientrano nell'applicazione di questo atto".

Con il sostegno quasi illimitato del governo, nel 1863 i binari furono tracciati verso est da Sacramento. I lavoratori cinesi dovettero affrontare gli inverni montani, il caldo del deserto e l'ostacolo delle montagne della Sierra Nevada, dove dovevano essere attraversati nove tunnel. Il 10 maggio 1869 furono posate 1,800 miglia (2,900 km) di nuovi binari e le linee ferroviarie si incontrarono al Promontory Summit, nello Utah. È stata programmata una festa di lusso durante la quale due locomotive provenienti da entrambe le estremità della ferrovia avrebbero toccato il naso e ricchi amici dei fondatori delle ferrovie sarebbero stati i primi passeggeri. Il piano ha dovuto affrontare alcuni disastri vicini, inclusa una rivolta sindacale a metà pista per l'auto della Union Pacific, che ha ritardato il suo arrivo alla celebrazione di due giorni.

L'opportunismo politico ed economico del governo e dei partner d'affari fondatori ha trionfato nell'apertura del commercio degli Stati Uniti per ferrovia. La nuova ferrovia potrebbe spostare le merci più rapidamente dei carri o delle barche. La ferrovia ha anche aperto il territorio ai coloni che cercavano di diventare proprietari terrieri su larga scala.

La ferrovia si amplia con l'acquisizione di ulteriori linee e tramite fusioni e rapporti di locazione con altre società. Subito dopo il completamento della ferrovia principale, la società iniziò a costruire nuove linee e si procurò anche linee esistenti in California. Alcune di queste linee aggiuntive furono stabilite sotto l'egida della Southern Pacific Company of California. Successivamente, la ferrovia acquisì i binari esistenti lungo le rotte meridionali verso il Texas e New Orleans. La Central Pacific Railroad Company fu affittata a una nuova holding, la Southern Pacific (costituita nel 1884). Le due società si sono fuse nel 1959.

I fondatori della Central Pacific Railroad Company divennero favolosamente ricchi. Hanno ottenuto un enorme sostegno finanziario e politico dal governo degli Stati Uniti anche se l'Unione era in guerra con se stessa. Sarebbero stati ricordati per i loro contributi alla prima ferrovia transcontinentale della nazione e per aver ulteriormente assicurato il movimento e l'insediamento della nazione verso ovest. Ma questo non è stato un progresso per tutti coloro che sono stati colpiti dalla ferrovia. Le politiche del governo e dei proprietari nei confronti dei lavoratori immigrati costarono molte vite man mano che la ferrovia fu costruita. Il sequestro di terre rompendo i trattati del governo degli Stati Uniti con i nativi americani e il massacro di mandrie di bufali per aprire la terra ed espandere l'industria, circoscrissero ulteriormente l'esistenza americana e segnarono in modo permanente il rapporto tra le popolazioni indigene che vivono sotto l'autorità del governo degli Stati Uniti.