Fascismo, americano

Fascismo, americano. La Grande Depressione ha prodotto numerosi gruppi politici che, per alcuni aspetti, assomigliavano ai movimenti fascisti europei contemporanei, compresi quelli che avevano trionfato in Germania e in Italia. Il grado di somiglianza tra fascisti americani ed europei e le prospettive di tali gruppi di raggiungere il potere negli Stati Uniti era una parte significativa del dibattito ideologico dell'epoca. Queste domande rimangono centrali in qualsiasi considerazione storica del fascismo americano. I liberali e i radicali negli anni '1930 raramente dubitavano del significato delle affinità e delle connessioni transatlantiche. La sinistra temeva anche che le prospettive per la vittoria fascista americana fossero buone.

Tipicamente, i gruppi designati come fascisti americani - sia dai loro oppositori contemporanei che dagli storici successivi - differivano notevolmente per leadership, visione del mondo e dimensioni. Fino al suo assassinio nel 1935, il senatore Huey Long era considerato dalla sinistra il candidato più promettente per il dittatore fascista. A lungo ha attirato milioni di seguaci con un misto di lieve nazionalismo e la promessa di "condividere la nostra ricchezza". Padre Charles Coughlin, un fiammeggiante "prete radiofonico", aveva un seguito altrettanto ampio, una maggiore predilezione per teorie del complotto infondate, un programma economico meno distributivo e una propensione all'antisemitismo. Nel 1936, l'ex aiutante di Coughlin e Long, Gerald LK Smith, sponsorizzò la candidatura presidenziale del Partito dell'Unione del rappresentante William Lemke, che ricevette meno del 2 per cento dei voti. Il reverendo Gerald B. Winrod, leader dei fondamentalisti Defenders of the Christian Faith, ha reclutato un grande seguito in Kansas mentre denunciava una presunta cospirazione ebraica che si estendeva dalla crocifissione di Gesù al New Deal. L'antisemita scrittore di pamphlet Elizabeth Dilling ha tracciato una "rete rossa" che ha minato ogni aspetto della vita americana. Emulando Adolf Hitler, William Dudley Pelley delle Silver Shirts voleva privare gli ebrei dei loro diritti. Innumerevoli agitatori e pubblicisti minori godettero anche di breve notorietà. Gli aderenti a questa estrema destra interna erano più profondamente influenzati dal cristianesimo ortodosso, di solito protestantesimo evangelico o cattolicesimo conservatore, ed erano meno inclini all'organizzazione paramilitare rispetto alle loro controparti europee. Inoltre, c'erano tedeschi americani e italoamericani che formavano gruppi per celebrare i regimi di Hitler e Benito Mussolini. Al suo apice, il principale di questi gruppi, il Bund tedesco-americano, attirava circa 25,000 membri, la maggior parte dei quali nati all'estero.

Durante il 1939-1941, lo spettro della sovversione da parte dei fascisti americani influenzò il dibattito sull'ingresso degli Stati Uniti nella seconda guerra mondiale. La maggior parte dei cosiddetti fascisti accusò il presidente Franklin D. Roosevelt di manovrare segretamente il paese verso la guerra e avvertì che un intervento all'estero avrebbe distrutto la democrazia in patria. A queste argomentazioni standard non interventiste hanno tipicamente aggiunto l'accusa che Roosevelt agisse per conto di una cospirazione ebraica internazionale. Diversi, tra cui Coughlin e Pelley, stamparono propaganda tedesca nelle loro riviste. Roosevelt ha risposto non solo denunciando pubblicamente una minaccia fascista nativa e aumentando la sorveglianza del Federal Bureau of Investigation, ma anche stigmatizzando rispettabili non-interventisti come volontari collaboratori o imbrogli dei fascisti europei. Durante la seconda guerra mondiale, Roosevelt ordinò personalmente il perseguimento dei fascisti nativi per sedizione. Il caso risultante, Stati Uniti contro Mc-Williams, si concluse con un errore giudiziario dopo sette rauche mesi nel 1944, quando il giudice del processo morì improvvisamente. Coughlin evitò di unirsi a Pelley, Winrod e Dilling come imputato nel caso McWilliams solo perché il Vaticano lo aveva zittito nel 1942. Così, Gerald LK Smith, il politico più accorto tra i leader di estrema destra, emerse durante la guerra come la prima personificazione dei nativi fascismo. Smith attirò un vasto pubblico radiofonico e corse una forte corsa per il senatore degli Stati Uniti dal Michigan nel 1942, prima che il suo abbraccio di teorie cospirative radicali e antisemite portasse al suo ostracismo dalla politica mainstream poco dopo la guerra. Nel 1946, la paura esagerata di una minaccia fascista nativa - uno "spavento marrone" sostanzialmente analogo alla paura rossa del 1919-1920 - aveva fatto il suo corso. I lasciti allarmistici di Brown includono procedimenti giudiziari e sorveglianza dell'FBI che hanno stabilito precedenti per minare le libertà civili in generale, innumerevoli smascherate rivelazioni di gruppi di estrema destra e due buoni romanzi sul fascismo nativo: Nathanael West's Un milione fantastico (1934) e di Sinclair Lewis Qui non può succedere (1935).

La rinascita del fascismo americano che molti liberali e radicali temevano alla fine degli anni Quaranta non si verificò mai, e l'etichetta stessa suonava sempre più anacronistica. Durante il mezzo secolo successivo, tuttavia, numerosi piccoli gruppi emularono il nazismo tedesco o trassero ispirazione dai cosiddetti fascisti nativi degli anni '1940 e '1930. George Lincoln Rockwell, che sosteneva di essere stato influenzato da Gerald LK Smith, nel 1940 fondò il minuscolo Partito nazista americano. Molto più significative furono le organizzazioni virulentemente antisemite, tra cui le Nazioni ariane, l'Ordine e la Posse Comitatus (fondata da un ex Silver Shirt), che ha trovato un seguito prevalentemente occidentale durante la recessione dei primi anni '1958. Alcuni membri di queste organizzazioni hanno rapinato banche, partecipato a sparatorie con le forze dell'ordine e picchiato o ucciso afroamericani, ebrei e asiatici americani. I diari di Turner (1978), un romanzo scritto dal dichiarato neo-nazista William Pierce, era una lettura popolare tra questi gruppi. Pierce immaginava una guerra "ariana" contro le minoranze razziali, i gay e il "governo di occupazione sionista". Influenzato da I diari di Turner, Timothy McVeigh nel 1994 fece saltare in aria l'edificio federale Alfred P. Murrah a Oklahoma City, Oklahoma.

Bibliografia

Brinkley, Alan. Voci di protesta: Huey Long, padre Coughlin e la Grande Depressione. Ristampa, New York: Knopf, 1983.

Ribuffo, Leo P. L'antica destra cristiana: l'estrema destra protestante, dalla Grande Depressione alla Guerra Fredda. Philadelphia: Temple University Press, 1983.

Smith, Geoffrey S. Per salvare una nazione: l'estremismo americano, il New Deal e l'arrivo della seconda guerra mondiale. Rev. ed. Chicago: Elephant Paperbacks, 1992.

Leo P.Ribuffo