Famiglia Shippen di Philadelphia

Famiglia Shippen di Philadelphia. Edward Shippen (1729-1806), quarta generazione di una ricca e potente famiglia Philadelphia Quaker, divenne giudice capo della Pennsylvania dopo la Rivoluzione. Ha raggiunto questo incarico nonostante fosse stato un lealista moderato e che sua figlia Margaret (Peggy) fosse sposata con Benedict Arnold.

William Shippen (1736-1808), cugino di Edward e figlio del dottor William Shippen II (delegato al Congresso continentale nel 1779-1780), era un medico e insegnante pioniere di anatomia e ostetricia. Intorno al 1760 sposò Alice Lee, sorella di Richard Henry, Francis Lightfoot, William e Arthur Lee. Dopo aver studiato con William Hunter a Londra, Shippen iniziò ad insegnare anatomia a Filadelfia il 16 novembre 1762. Nonostante le obiezioni popolari al suo uso di corpi umani, che includevano attacchi al suo intervento chirurgico, Shippen divenne professore di chirurgia e anatomia nella nuova scuola di medicina di il College of Philadelphia nel 1765. Fu anche uno dei pochi medici in America ad insegnare ostetricia sia a uomini che a donne.

Nel luglio 1776 William Shippen fu nominato capo medico dell'ospedale militare continentale nel New Jersey, e in ottobre divenne direttore generale di tutti gli ospedali a ovest dell'Hudson. L'11 aprile 1777 succedette a John Morgan come capo medico e direttore generale di tutti gli ospedali dell'esercito continentale. La sua nomina è stata indubbiamente guadagnata in larga misura dal piano di riorganizzazione del servizio medico che aveva presentato al Congresso nel marzo 1777 e che fu adottato quasi integralmente. Morgan, che una volta era stato un caro amico, ha accusato Shippen di aver progettato il suo congedo e Benjamin Rush lo ha accusato di inefficienza. Shippen fu arrestato nell'ottobre 1780 e accusato di speculazione nei magazzini ospedalieri e di incompetenza. Ha ammesso il primo ma ha combattuto il secondo, essendo stato assolto da una corte marziale amaramente divisa e sfuggendo a malapena alla censura del Congresso. Il 3 gennaio 1781 si dimise dall'esercito e continuò la sua carriera di insegnante e praticante. Gli scandali che lo hanno spinto dalla sua posizione con l'esercito non hanno danneggiato la sua carriera successiva, poiché divenne un eminente professore presso l'Università della Pennsylvania e presidente del College of Physicians of Philadelphia dal 1805 fino alla sua morte l'11 luglio 1808.