Fabbricazione di vagoni

Fabbricazione di vagoni. Anche se gli Stati Uniti sono passati da una società prevalentemente agricola a una società industriale nel diciannovesimo secolo, il produttore di carri è rimasto indispensabile. Gli agricoltori dipendevano dai carri per tutti gli usi non meno di quanto facevano i carrettieri sui carri merci. Le ferrovie diminuirono la necessità di vagoni per lo sci di fondo, ma la necessità in città aumentò notevolmente insieme alla crescita del commercio e dell'industria.

Gli artigiani locali in piccole botteghe a pochi chilometri dai loro clienti dominavano la produzione di carri nel Settecento e all'inizio dell'Ottocento. Durante la rivoluzione industriale americana, negli anni Venti dell'Ottocento vennero utilizzati macchinari semplici per la costruzione di carrozze e carri, sebbene in quest'area non furono compiuti progressi sostanziali fino agli anni Settanta dell'Ottocento. Questo macchinario ha permesso parti intercambiabili, abbassando così i costi eliminando il montaggio manuale. Ha anche dato origine a un'industria dei componenti separata, consentendo un'ulteriore riduzione dei costi.

I primi specialisti si concentrarono sulla produzione di ruote fabbricate a macchina, poiché le ruote laboriosamente fatte a mano erano un fattore importante per prevenire i carri a basso costo. I macchinari migliorati per la produzione di ruote e per la piegatura del legno, questi ultimi per piegare i cerchi, hanno ridotto i costi dei vagoni poco dopo la guerra civile. L'aumento dell'uso di getti in ghisa malleabile ha eliminato molte ore di lavoro da fabbro necessarie per ogni carro.

Queste caratteristiche gemelle di meccanizzazione e specializzazione hanno portato a carri costruiti in modo più preciso. I produttori di carri divennero così assemblatori, acquistando tutti i componenti necessari a prezzi scontati dai produttori di componenti. All'inizio del 1900 questi metodi avevano ridotto i prezzi dei vagoni agricoli e per le consegne leggeri a soli $ 30, mentre i carri più pesanti costavano appena $ 60. Altrettanto importante, queste caratteristiche della produzione di carri e carrozze furono trasferite nell'industria automobilistica nascente e aiutarono a introdurre le tecniche di produzione di massa automobilistica.

Bibliografia

Goldman, Joanne Abel, Merri McIntyre Ferrell, et al. Carrozze americane del diciannovesimo secolo: la loro fabbricazione, decorazione e uso. Stony Brook, NY: Musei a Stony Brook, 1987.

Snyder, Charles McCool. Buggy Town: An Era in American Transportation. Lewisburg: Pennsylvania State University Press, 1984.

Don H.Berkebile/cw