Erskine, Robert

Erskine, robert. (1735-1780). Mapmaker dell'esercito continentale. Originario della Scozia, dopo aver studiato all'Università di Edimburgo si è recato a Londra, dove il tradimento di un socio in affari lo ha fatto seriamente indebitare. Sfuggendo a una pena detentiva a causa del suo eccellente carattere e innocenza nella vicenda, continuò i suoi studi e per il suo lavoro nel campo dell'ingegneria idraulica divenne membro della Royal Society (FRS) nel 1771. Raggiunse New York 5 giugno 1771 come rappresentante di un capitalista britannico che aveva investito nell'American Iron Company, che era mineraria e manifatturiera a Ringwood, nella parte superiore della contea di Passaic, nel New Jersey. Ben presto divenne un sostenitore della causa Patriot e nell'estate del 1775 organizzò i suoi dipendenti in una compagnia militare. Erskine fu nominato capitano della milizia della contea di Bergen ei suoi uomini furono esentati dal servizio obbligatorio in altre unità.

Washington incontrò Erskine all'inizio della guerra e, apprendendo che questo abile ingegnere e FRS conosceva bene la regione ad ovest dell'Hudson, gli offrì la posizione di "geografo e ispettore generale dell'esercito continentale". Il 27 luglio 1777 Erskine fu nominato "Geografo e Geometra dell'Esercito degli Stati Uniti".

In tre anni di zelante lavoro, Erskine ha prodotto mappe che hanno contribuito in modo significativo alle operazioni di Washington, nonostante le loro numerose incongruenze di scala ed errori di distanza e orientamento. Tra i preziosi possedimenti della Pierpont Morgan Library di New York City c'è una copia incisa, con annotazioni che si ritiene siano in mano a Washington, di "A Map of part of the States of New-York and New-Jersey: Laid down, principalmente from Sondaggi effettivi, ricevuti da Right Honble Ld Stirling e altri, e Deliniated per l'uso di His Excely Genl. Washington, da Robt. Erskine FRS 1777. "

Durante la guerra, la fabbrica di ferro di Erskine a Ringwood produceva oggetti usati dall'esercito americano. Ha anche progettato e prodotto il fregio cavalli (catene) che furono collocate nel fiume Hudson per scoraggiare il passaggio delle navi britanniche.

Erskine morì il 2 ottobre 1780 per una malattia respiratoria contratta durante il suo lavoro sul campo. Nella sua annotazione nel diario militare del 25 gennaio 1781, il dottor James Thacher, che accompagnava le forze del generale Robert Howe dalle Hudson Highlands per reprimere l'ammutinamento della linea del New Jersey, scrisse delle eccellenti sistemazioni date a Howe e ai suoi ufficiali sul campo in Pompton "a casa della signora Erskine, l'amabile vedova del defunto rispettabile geografo del nostro esercito".

Le carte di Erskine sono detenute dalla New Jersey Historical Society. I registri del quartiermastro generale contengono numerosi riferimenti a Erskine e alle sue opere. Le sue mappe originali sono in possesso della Biblioteca della Società Storica di New York.