Eric gunnar asplund

Eric Gunnar Asplund (1885-1945) era un leader del design moderno che la rivista "Architectural Review" chiamava "il sommo sacerdote del funzionalismo in Svezia".

Gunnar Asplund è nato a Stoccolma. Studiò al liceo tecnico e poi all'Accademia d'arte, diplomandosi nel 1909. Quell'anno partecipò a un concorso di architettura per la Chiesa svedese a Parigi, basando il suo progetto sull'architettura tradizionale svedese. Usò questo approccio anche in due concorsi per le scuole, uno a Karlshamn (1912) e l'altro a Hedemora (1913); quest'ultimo non è stato costruito, essendo considerato insufficientemente monumentale. Nel 1913 vinse il concorso per l'estensione del municipio di Göteborg e fece tournée in Italia e in Grecia.

Tornato in Svezia, Asplund vinse, in collaborazione con Sigurd Lewerentz, un concorso per il South Burial Ground all'interno di un'area boscosa di Stoccolma. La prima cappella funeraria di Asplund per il sepolcreto ha la pianta di un tempio etrusco-romano, ma con il suo tetto a padiglione ricoperto di scandole di legno si fonde con il paesaggio.

Asplund ha visitato gli Stati Uniti per indagare sul design della biblioteca con l'obiettivo di scrivere un programma per un concorso svedese. La sua indagine ha impressionato così tanto il Comitato della Biblioteca municipale di Stoccolma che non si è tenuto alcun concorso e lo hanno invitato a presentare un progetto; questo Asplund fece nel 1921 e l'edificio fu completato nel 1928. Il suo progetto utilizzava la severa semplicità geometrica dei romantici classicisti (o neoclassicisti) della fine del XVIII secolo, i cui progetti erano solitamente basati sul cubo, il cilindro e la sfera.

Gli edifici dell'Esposizione di Stoccolma del 1930 non solo hanno stabilito l'architettura moderna in Svezia, ma hanno anche stabilito Asplund come leader di un gruppo di giovani architetti all'interno della Arts and Crafts Society. Quattro anni dopo Asplund ricevette l'incarico per l'ampliamento del municipio di Göteborg del XVII secolo, che aveva originariamente vinto in concorso nel 17. Il suo progetto originale era monumentale e progettato assialmente con un ingresso simmetrico dal lato dell'edificio. Il suo progetto del 1913, influenzato dal lavoro dell'architetto Le Corbusier, utilizzava proporzioni classiche per esprimere la struttura. Internamente, un ampio androne collega il cortile del vecchio edificio con nient'altro che una parete di vetro per impedire il libero flusso dello spazio. Il marmo verde svedese, il compensato granuloso e una combinazione di colori bianco e blu contribuiscono a creare una struttura totalmente moderna. L'ultima grande opera di Asplund fu il Woodland Crematorium (1934-1935); è monumentale e tuttavia severamente semplice, in particolare nel portico d'ingresso.

In tutto, Asplund ha progettato 68 progetti, di cui 32 realizzati. Includono un aeroporto, scuole, alloggi, negozi, ristoranti e mausolei.

Ulteriori letture

La prima pubblicazione di un libro su Asplund fu Gustav Holmdahl, ed., Gunnar Asplund, architetto, 1885-1940 (1943; trad. 1950); è ben illustrato con piante, schizzi e fotografie. Eric de Mare ha pubblicato una breve monografia, Gunnar Asplund (1955). GE Kidder Smith, La Svezia costruisce (1950; 2d ed. 1957), discute l'architettura svedese moderna in generale e colloca Asplund in un contesto con altri architetti svedesi moderni.

Fonti aggiuntive

Caldenby, Claes, Asplund: un libro, New York: Rizzoli, 1986, 1985.

Fantastico, Elemaer, Erik Gunnar Asplund, Budapest: Akadaemiai Kiadao, 1974. □