Erba, gunter (nato nel 1927)

Scrittore tedesco.

Disprezzato dai suoi critici ma ben presto riconosciuto all'estero, Gunter Grass si distingue nel panorama intellettuale della Germania perché, come ha detto, "l'argomento dei miei libri mi è sempre sembrato dettato dalla storia della Germania" (intervista, 1995) .

Grass è nato nella Città Libera di Danzica. Suo padre era un protestante tedesco e sua madre era una cattolica della regione del Kashub. Ha frequentato la scuola dal 1933 al 1944, e quindi ha sperimentato tutta la forza del sistema educativo nazionalsocialista. Fu mandato sul fronte di battaglia ma finì la guerra in un campo di prigionia in Baviera. Fu in questo paesaggio che ambientò la sua trilogia di Danzica. Die Blechtrommel (1959; Il tamburo di latta) descrive l'ascesa e l'instaurazione del nazismo, così come la guerra, la caduta del Terzo Reich e l'inizio della ricostruzione attraverso gli occhi di un nano. gatto e topo (1961; Gatto e topo) si apre con la seconda guerra mondiale e si conclude con l'abbandono del protagonista nella Repubblica federale di Germania. Anni del cane (1963; Anni del cane) copre il periodo dal 1925 al 1950, quando comunismo, nazionalsocialismo e ideologie antifasciste si susseguirono.

La fine della guerra, i successivi spostamenti e la disillusione ideologica hanno dato a Grass la libertà degli apolidi. Entrò nel mondo del lavoro, quindi studiò all'Accademia di Belle Arti di Dusseldorf (1949–1952) e successivamente a Berlino. Tra il 1965 e il 1980 ha vissuto prima a Parigi e poi a Berlino Ovest. Già negli anni '1950 si è affermato come l'autore più peculiare della generazione dei figli della guerra. Nel 1955 faceva parte di un gruppo di giovani autori chiamato Gruppe 47; un altro membro, Heinrich Böll, sarebbe diventato un caro amico. Sentendosi un esule, Grass ha cercato di trovare una repubblica di lettere all'interno della comunità degli scrittori. Ha anche svolto un ruolo nella fondazione della Writers 'Union e della rivista L76.Socialismo e democrazia (1976) con Böll e Carola Stern. Rifiutando ogni rottura letteraria tra le due Germanie, si è trovato circondato da scrittori non solo della Repubblica Democratica Tedesca ma anche dei paesi del blocco orientale. Nel decennio successivo, le opere di Grass furono dedicate a quello che chiamava "un passato tedesco che non passa". In Ortlich Betaubt (1969; Anestetico locale), ha criticato sia l'eclissi del passato sia il rifiuto di ogni tipo di attivismo "piccolo-borghese" contro la guerra del Vietnam. Questa era anche l'epoca in cui era membro del Partito Socialista Democratico (DSP), un'esperienza che ha ispirato la sua Dal diario di una lumaca (1972; Dal diario di una lumaca).

Da questo momento in poi, la sua scrittura e il suo impegno politico si sono intrecciati. Le sue "intenzioni erano sempre di usare la letteratura come mezzo ... per illuminare l'opinione pubblica". Ha sostenuto l'emancipazione delle donne (Il culo [La passera], 1977) e si è espresso contro il pericolo di disastri nucleari (Il ratto [The Rat], 1986). Si è opposto alla riconquista finanziaria dei territori orientali perduti (Profezie di sventura: una storia [Il richiamo del rospo], 1992). In Il mio secolo (1999; Il mio secolo), ha esaminato la storia tedesca e ha descritto la riunificazione della Germania dal punto di vista della Repubblica Democratica di Germania come pura annessione. Il suo libro del 2002, Nel dotto del cancro (Crabwalk), ha tracciato la ritirata dei tedeschi prima dell'Armata Rossa nel 1945. Grass ha anche scritto cinque opere teatrali e molte raccolte di poesie e ha prodotto un gran numero di opere d'arte.

Grass si distingue dagli altri intellettuali tedeschi, che prendevano le distanze dalla politica (come sotto la Repubblica di Weimar, quando gli intellettuali tedeschi assumevano l'atteggiamento che lo status di scrittore fosse incompatibile con l'impegno politico). Nel 1974 lasciò la Chiesa cattolica perché condannava l'aborto. All'inizio degli anni '1980 si è espresso a favore della pace e del disarmo e contro l'amministrazione Reagan negli Stati Uniti. In un atto di solidarietà con lo scrittore Salman Rushdie, la cui vita fu minacciata da una fatwa, si dimise dall'Accademia d'Arte di Berlino Ovest nel 1989 come protesta contro i colleghi che non volevano esprimere pubblicamente il loro sostegno allo scrittore del Versetti satanici. Ha creato una fondazione per fornire assistenza ai Rom e ai Sinti (Zingari) che erano stati vittime dei nazisti. Nel 1997 ha accusato il governo tedesco di sostenere la repressione turca dei curdi attraverso il traffico di armi. L'anno successivo, ha sostenuto la coalizione Partito Socialista Democratico-Verde, ma ha lasciato il DSP per protestare contro il suo sostegno alla riforma del diritto d'asilo. Grass è stato un guastafeste piuttosto che l'incarnazione della buona coscienza della Germania. Per alcuni critici, il Premio Nobel vinto nel 1999 ha premiato la sua opera letteraria nella Repubblica di Bonn (quella di Adenauer e Brand, che, senza dimenticare l'eredità nazista tedesca, erano studenti della democrazia sotto la tutela degli alleati occidentali), ma anche pose fine alle polemiche di Grass nella Repubblica di Berlino (capitale della Germania riunificata, chiaramente sovrana e pronta ad assumersi le responsabilità di uno Stato normale).

Tuttavia, Grass rimane un maestro della lingua tedesca, e la sua lingua è in netto contrasto con il tedesco usato per le bugie del Terzo Reich e la letteratura del dopoguerra che si definiva netta: un movimento letterario nato dalle rovine del nazismo, che aveva ridotta produzione artistica quasi al punto di inesistenza. Ha abbattuto i confini della letteratura. Usando la lingua parlata per trasmettere un'abbondanza di immagini inquietanti, ha creato uno stile che fondeva note di diario, poesia, narrazioni realistiche, favole e parodia. La scrittura è stata la vera casa di Grass.