Entrate, pubblico

Entrate, pubblico. Le entrate pubbliche sono state derivate da una serie mutevole di fonti fiscali negli Stati Uniti. Durante il primo periodo nazionale, il governo federale impose tasse su alcolici distillati, zucchero, oro, orologi, tabacco, proprietà vendute all'asta, schiavi e obbligazioni societarie. Tuttavia, l'importo complessivo delle entrate federali raccolte dalla tassazione è rimasto relativamente modesto. Ciò è cambiato negli anni '1860 dell'Ottocento. Durante la guerra civile, il governo federale riscosse la prima imposta sul reddito nella storia della nazione. Alla fine della guerra, il governo federale aveva raccolto più di 310 milioni di dollari di entrate fiscali. La sconfitta della Confederazione e la conseguente smobilitazione dell'esercito dell'Unione hanno posto fine all'imposta sul reddito della Guerra Civile. Di conseguenza, tra la fine degli anni '1860 e l'inizio degli anni '1910, i dazi doganali sulle importazioni e i proventi della vendita di terreni pubblici costituivano la maggior parte delle entrate del governo federale.

Con l'approvazione del sedicesimo emendamento nel 1913, gli Stati Uniti adottarono la prima imposta permanente sul reddito della loro storia. Da allora in poi le tasse sul reddito delle persone fisiche e delle società sono rimaste la principale fonte di reddito del governo da allora. Le accise sulla vendita di prodotti selezionati - in particolare alcol, tabacco e automobili - forniscono un'importante ma minore fonte di reddito. Dopo gli anni '1930 si è verificata una rapida espansione delle tasse di sicurezza sociale e di altri "contributi" legati all'occupazione che sono, a loro volta, dedicati al finanziamento di prestazioni assicurative sociali specifiche. Durante la seconda guerra mondiale, le entrate fiscali hanno raggiunto i 7.3 miliardi di dollari. Il budget per la difesa della Guerra Fredda e l'espansione dei programmi di diritto interno negli anni '1960 hanno fatto salire le entrate fiscali sempre più in alto.

Nell'anno fiscale 1972 il governo federale ha ricevuto circa $ 86 miliardi, o il 43 percento del suo reddito totale di $ 198 miliardi, dall'imposta progressiva sul reddito personale. Altri 30 miliardi di dollari, o il 15 percento, provenivano dall'imposta sul reddito delle società. Le tasse e i contributi dell'assicurazione sociale hanno rappresentato $ 54 miliardi, o il 28%. Imposte su accise, successioni e donazioni; dazi doganali; e ricevute varie hanno prodotto un totale di 28 miliardi di dollari, ovvero il 14%.

Un'economia fiacca alla fine degli anni '1970 portò a rivolte dei contribuenti in tutti gli Stati Uniti. In effetti, Ronald Reagan vinse le elezioni presidenziali del 1980 in parte per il fatto che aveva promesso agli elettori che avrebbe attuato tagli fiscali radicali. Nel 1981 il Congresso ha risposto superando 750 miliardi di dollari di tagli fiscali in sei anni, la più grande riduzione fiscale nella storia della nazione. Tuttavia, ne seguì presto un debito nazionale record, nonostante il fatto che le entrate federali superassero i $ 1.5 trilioni entro la fine del decennio. Sono seguiti aumenti graduali delle tasse nel tentativo di ridurre il deficit nazionale. Con l'aiuto di un'economia in forte espansione, le entrate federali annuali hanno superato la spesa federale annuale alla fine degli anni '1990, segnando così il primo avanzo del bilancio federale in quasi quarant'anni.

Contrariamente al governo federale, i governi statali hanno generalmente dipeso più pesantemente dalle imposte sulle vendite, sebbene la maggior parte abbia adottato le imposte sul reddito personale e / o aziendale come fonti di entrate supplementari. Attraverso le sovvenzioni il governo federale ha finanziato quote importanti della spesa statale per le autostrade e l'assistenza pubblica.

Città, contee e altri governi locali raccolgono la maggior parte del loro reddito dalle tasse tradizionali sui valori delle proprietà. Le città più grandi, in particolare, hanno riscosso le tasse sui salari nel tentativo di ottenere entrate dai pendolari che lavorano nella città centrale ma vivono nei sobborghi adiacenti. I governi statale e federale hanno finanziato proporzioni crescenti di istruzione e altre attività locali, in risposta alla lenta crescita del rendimento della tassazione immobiliare a tasso fisso.

Complessivamente, le entrate raccolte dai governi statali e locali sono aumentate da $ 18.8 miliardi nel 1951 a $ 114.8 miliardi nel 1971 a $ 1.5 trilioni nel 1999. Questi fondi sono stati integrati da $ 2.3 miliardi di sovvenzioni federali nel 1951, $ 26.9 miliardi nel 1971 e $ 270.6 miliardi nel 1999.

La tabella seguente mostra la crescita delle entrate federali, per periodi di dieci anni (in milioni):

1791 ............ € 4.4 1901 .............. $ 587.7
1801 ............... 12.9 1911 ............... 701.8
1811 ............ 14.4 1921 ............ 5,624.9
1821 ............ 14.6 1931 ............ 3,189.6
1831 ............ 28.5 1941 ............ 7,995.6
1841 ............ 16.9 1951 ............ 53,368.6
1851 ............ 52.6 1961 ............ 94,371.0
1861 ............ 41.5 1971 ............ 188,392.0
1871 ............ 383.3 1981 ............ 606,799.1
1881 ............ 360.8 1991 .... 1,086,851.4
1891 ............ 392.6 2001 ... 2,019,000.0

Murray L.Salice/ag