Éluard, paul (1895-1952)

Poeta francese.

Paul Éluard è nato Eugène Émile Paul Grindel il 14 ottobre 1895 nel sobborgo parigino di Saint-Denis. Sua madre era una sarta che è salita per diventare direttrice di un negozio di sartoria; suo padre, Clément Grindel, era un contabile che intorno al 1900 ha avviato un'attività immobiliare che ha avuto successo e prosperità.

É luard ricevette una borsa di studio per l'elite Primaire Supérieure Colbert a Parigi, ma nel 1912 si ammalò di tubercolosi. Con sua madre si recò in Inghilterra per una cura e poi in un sanatorio svizzero. Lì si innamorò di una giovane donna russa, Helene Deluvina Diakonova, alla quale diede il soprannome di "Gala". Un lettore vorace, iniziò a scrivere poesie e nel 1913 pubblicò Prime poesie (Prime poesie). All'inizio della prima guerra mondiale, il giovane Éluard fu reclutato dall'esercito e successivamente assegnato a un ospedale di evacuazione come infermiera. Ha autopubblicato, in un'edizione di diciassette copie, dieci poesie dal titolo significativo Il dovere (Dovere) e firmato "Paul Éluard", utilizzando il nome da nubile di sua nonna materna. Ha trascorso la maggior parte della guerra in ospedale, sia come paziente che come infermiere. Nel 1917 si sposò con Gala e lo stesso anno pubblicò Dovere e preoccupazione (Dovere e inquietudine), seguito un anno dopo da Poesie per la pace (Poesie per la pace). Questi testi attirarono l'attenzione dell'editor ed editore francese Jean Paulhan (1884–1968), che presentò Éluard agli uomini che presto avrebbero fondato il movimento surrealista.

SURREALISMO

Éluard ha partecipato alle prime manifestazioni pubbliche dei dadaisti parigini ed è stato coinvolto con la rivista ironicamente chiamata Letteratura, fondata da André Breton (1896–1966), Philippe Soupault (1897–1990) e Louis Aragon (1897–1982). Più o meno nello stesso periodo, ha pubblicato Animali e loro uomini, uomini e animali (Animali e loro uomini, uomini e animali) e nel 1921 iniziò una pubblicazione Dada di breve durata, Detti. Quando Dada cedette il passo al surrealismo, Éluard prese parte alle prime manifestazioni dei surrealisti. Prendendo come slogan l'imperativo di "cambiare vita", coniato dal poeta francese Arthur Rimbaud (1854-1891), i surrealisti si ribellarono contro i valori che avevano portato agli enormi massacri della prima guerra mondiale. Nel frattempo, Éluard ha continuato a lavorare con suo padre su progetti di costruzione nella periferia parigina e a lui si deve una strada chiamata Rue Jacques Vaché, in onore di uno dei primi eroi surrealisti.

L'arrivo a Parigi del pittore e scultore tedesco Max Ernst (1891–1976), suo amico ma anche amante di Gala, complicò la vita di Éluard con sentimenti contrastanti di amicizia e gelosia. Nel 1924 il poeta partì per una "fuga" che alimentava voci sulla sua misteriosa scomparsa mentre viaggiava per il mondo. Quando tornò, Breton pubblicò il primo dei suoi due principali manifesti surrealisti. Éluard si è subito e in tutti i modi impegnato nel gruppo. Ha partecipato Un'ondata di sogni (A wave of dreams), il primo testo collettivo surrealista, ha collaborato con Benjamin Péret (1899-1959) su 152 proverbi aggiornati (1925; 152 proverbi di buon gusto per oggi), e con André Breton e René Char (1907-1988) su Rallenta il lavoro (Rallenta, lavori in corso), e di nuovo con Breton acceso L'Immacolata Concezione (1930; L'Immacolata Concezione).

COMUNISMO

Nel 1926, con i suoi amici surrealisti, Éluard si unì al Partito Comunista Francese (PCF). Gli anni successivi videro la pubblicazione delle sue opere principali, tra cui In assenza di silenzio (1925; Per mancanza di silenzio), Capitale della douleur (1926; Capitale del dolore), Amore per la poesia (1929; L'amore per la poesia). Nel 1929 incontrò Maria Benz, detta anche Nusch, che sarebbe diventata la sua compagna e musa ispiratrice per i successivi diciassette anni; si sposarono nel 1934. Éluard pubblicò altre poesie—Facile (1935; Easy), un inno all'amore e alla ritrovata felicità, e Occhi fertili (1936; Occhi fertili).

Le relazioni tra surrealisti e comunisti divennero burrascose, specialmente intorno a visioni divergenti riguardo a una nascente organizzazione di scrittori d'avanguardia. Il partito preferiva i valori culturali convenzionali e si opponeva al nichilismo artistico associato al surrealismo, e la predilezione sovietica per "l'arte proletaria" non aiutava le cose. Il 15 agosto 1930 il gruppo surrealista ripudia due dei suoi membri, Louis Aragon e Georges Sadoul, perché avevano partecipato al Secondo Congresso Internazionale degli Scrittori Rivoluzionari, ei surrealisti erano in contrasto con le tesi che uscivano da quel congresso. Mentre Aragon prendeva le distanze da Breton, Éluard rimase suo alleato e si schierò dalla sua parte durante l '"affare di Aragon" anche partecipando al congresso contro la guerra Amsterdam-Pleyel e partecipando alla mostra anticolonialista organizzata dal Partito Comunista, dal titolo "La verità sulle colonie. " Espulso dal partito nel 1933, Éluard apparve per conto dei surrealisti al Congresso internazionale antifascista degli scrittori per la difesa della cultura tenutosi a Parigi nel giugno 1935.

Mentre era in Spagna nel 1936 per una serie di conferenze su Pablo Picasso (1881–1973), Éluard vide quel paese scoppiare in una guerra civile. Ora dedica la sua poesia al servizio della politica, pubblicata "Novembre 1936" sul quotidiano comunista francese Umanità, e rinnovati legami con il PCF, che ha sostenuto pienamente i repubblicani spagnoli. Éluard scrisse anche "Victoire de Guernica" (Vittoria di Guernica), che insieme al famoso dipinto di Picasso fu esposto nel 1939 al Padiglione spagnolo alla Fiera mondiale di New York. Nonostante questo lavoro con i comunisti, Éluard ha aiutato Breton a organizzare l'Esposizione Internazionale del Surrealismo a Parigi, che ha aperto nel gennaio 1938, e ha anche collaborato alla Dizionario abbreviato di surrealismo (1938; Breve dizionario del surrealismo). Ha anche pubblicato Evidenza poetica (1937; Evidenza poetica), Mani libere (1937; Mani libere), Corso naturale (1938; corso naturale), e Mediosas (1939).

Nel 1942 Éluard si riunì al Partito comunista francese e durante l'occupazione tedesca divenne un attore importante nella definizione della politica del partito relativa agli artisti. Apparteneva al Comité Nationale des Écrivains e, tra le altre opere, pubblicava Poesia e verità (1942; Poesia e verità). Questa raccolta include la famosa poesia "Liberté", che circolava in tutta la regione occupata della Francia.

Sul mio quaderno di scuola
Sul mio banco di scuola e sugli alberi
Sulla sabbia sulla neve
Scrivo il tuo nome (tradotto dal francese)

Durante la guerra Éluard pubblicò una serie di raccolte di poesie che portavano messaggi di speranza simili: L'onore dei poeti (1943; L'onore dei poeti), Il libro aperto (1940; Libro aperto I), Sulle piste più basse (1941; Sulle pendici inferiori), Il libro aperto II (1942; Libro aperto II), Le sette poesie d'amore in guerra (1943; Sette poesie d'amore in tempo di guerra), Il letto il tavolo (1944; Il letto la tavola), e Armi del dolore (1944; Armi del dolore).

Dopo la Liberazione e con la fine della guerra, Éluard era rinomato e ampiamente rispettato. Nel settembre 1946, tuttavia, Nusch morì improvvisamente. La sofferenza del poeta esplose Il tempo sta finendo (1947; Il tempo trabocca). Tuttavia, mantenne i suoi impegni e divenne un importante portavoce del Congresso mondiale degli intellettuali per la pace a Wrocław, in Polonia, nel 1948 e in Messico nel 1949, dove incontrò Dominique (nata Odette Lemort), che divenne la sua ultima moglie nel 1951 .

La morte di Éluard il 18 novembre 1952 ha causato un grande funerale, e fu sepolto nel famoso cimitero parigino, Père Lachaise, accanto ad altri celebri comunisti francesi.