Elmer a. sperry

Le conquiste tecniche di Elmer A. Sperry (1860-1930) lo hanno reso uno degli inventori più prolifici e capaci della storia americana. Come altri inventori di successo, sapeva come unire finanza, ingegneria e gestione per sviluppare invenzioni uniche in prodotti commerciali.

Nato il 21 ottobre 1860, Elmer Sperry è cresciuto vicino alla piccola città di Cortland, New York. Sua madre morì poche ore dopo la sua nascita e fu cresciuto in una devota casa battista da una zia e dai suoi nonni. Sperry ha mostrato una naturale attitudine e interesse per le cose meccaniche durante la sua giovinezza.

Mentre era al liceo Sperry andò bene in scienze e disegno. Le capacità di disegno si sarebbero rivelate importanti nei suoi ultimi anni, poiché visualizzava e comunicava agli altri le sue numerose invenzioni. Sperry leggeva costantemente nella biblioteca tecnica della locale Associazione Cristiana dei Giovani Uomini (YMCA) e durante un viaggio sponsorizzato dalla YMCA all'Esposizione del Centenario del 1876 a Filadelfia fu esposto alle invenzioni e ai risultati tecnici dell'America in piena espansione.

Sistema di illuminazione ad arco

All'età di 19 anni Sperry ha inventato un regolatore elettrico, parte di un circuito di illuminazione elettrica. Aiutato dalla Cortland Wagon Company, che disponeva di un solido dipartimento di ingegneria, Sperry acquisì gli strumenti, le forniture, gli assistenti, l'assistenza legale e altro supporto istituzionale di cui aveva bisogno per sviluppare la sua invenzione in un sistema completo di luce ad arco. Si è trasferito a Chicago e, sostenuto dai soldi della città natale di Cortland e da investitori a Chicago che ha incontrato attraverso la comunità battista, ha iniziato a vendere il suo sistema lì.

Sebbene il sistema di Sperry fosse tecnicamente capace, non poteva competere con i suoi concorrenti meglio finanziati e gestiti. La sua azienda fallì dopo circa cinque anni. Ma le particolari esigenze dei sistemi di illuminazione ad arco lo avevano costretto a conoscere i controlli automatici e i sistemi di feedback, sui quali trascorse gran parte della sua futura carriera.

Impegno in ricerca e sviluppo

Attraverso sua moglie, l'ex Zula Goodman di Chicago, Sperry ha avuto accesso a molte persone con soldi da investire e posizioni di potere e influenza. Un buon oratore, una persona affascinante e un entusiasta sostenitore dei suoi progetti, oltre ad essere tecnicamente dotato, Sperry aveva acquisito le competenze necessarie per una carriera costantemente di successo.

Per evitare l'ingegneria ordinaria e quotidiana richiesta dalla sua prima azienda, Sperry ha creato una nuova società dedicata alla ricerca e allo sviluppo. La nuova società ha permesso a Sperry di fare ciò che sapeva fare meglio: trovare nuove idee, dirigere la costruzione di modelli funzionanti e cercare problemi che le sue invenzioni potessero risolvere. Sperry evitò deliberatamente la produzione, vendendo ad altre società i diritti di produzione delle sue invenzioni.

Per i successivi 20 anni, Sperry entrò in una serie di nuovi campi proprio mentre iniziavano il rapido sviluppo. Ha scelto campi che attiravano molti investitori finanziari, che hanno fornito i soldi necessari per la sua attività creativa. Ha lavorato nei settori della luce e dell'energia elettrica, delle macchine minerarie, della trazione elettrica (tram), delle automobili, delle batterie e della chimica industriale.

Prima di inventare, Sperry analizzava sempre attentamente i lavori precedenti per identificare i problemi critici e per trovare invenzioni esistenti a cui aggiungere la propria esperienza. Sperry si è concentrato sulle invenzioni basate sull'elettricità, come i macchinari elettrici e l'elettrochimica. In ogni campo, ha cercato di risolvere i problemi critici che lo stavano frenando.

Il giroscopio

Nel 1907 Sperry si interessò all'utilizzo dei giroscopi per fornire stabilità ai veicoli in movimento. Altri inventori avevano progettato "stabilizzatori giroscopici" che potevano aiutare le navi a evitare il rollio causato dalle onde e dal vento. Se provi a inclinare un giroscopio in rotazione, questo girerà di lato in un modo prevedibile, chiamato "precessione". Allo stesso modo, la forza di un girostabilizzatore rotante ha spinto una nave in movimento nella direzione opposta rispetto alla spinta delle onde. Sperry ha inventato un sensore di movimento, un motore per amplificare l'effetto del sensore sul giroscopio e un sistema di feedback e controllo automatico. Tutti hanno lavorato insieme per creare uno stabilizzatore giroscopico molto più efficace.

Poiché aveva analizzato il mercato degli stabilizzatori giroscopici, Sperry è riuscito a mettersi nel posto giusto al momento giusto. La Marina degli Stati Uniti stava costruendo nuove, gigantesche navi da guerra che sarebbero state inutilizzabili senza una qualche forma di sofisticato stabilizzatore. La Marina ha fornito un supporto fondamentale allo sviluppo per Sperry, inclusi uomini, materiali e denaro necessari per costruire modelli e sperimentare giroscopi sempre più grandi. Il sostegno della Marina ha sostituito l'investimento finanziario privato su cui Sperry aveva fatto affidamento in passato.

Nel 1910 Sperry creò un'azienda per specializzarsi in giroscopi. Nei successivi 20 anni Sperry e la sua azienda inventarono, tra le altre cose, una girobussola, uno stabilizzatore per aeroplani, sistemi di controllo degli spari e un pilota automatico per aerei. Come molte delle sue invenzioni precedenti, queste spesso si basavano su sistemi di controllo e feedback automatici.

Sebbene Sperry fosse diventato famoso nei circoli tecnici, la prima guerra mondiale lo pose in alto nella consapevolezza del pubblico e gli fornì molto successo materiale. Le sue invenzioni furono usate pesantemente dalle marine britanniche, russe, tedesche e americane. In qualità di secondo inventore più famoso in America (dopo Thomas Edison), ha fatto parte del Naval Consulting Board e ha diretto alcuni dei suoi principali progetti. Ha vinto molti premi internazionali, ha contribuito a creare l'American Institute of Electrical Engineers e l'American Electro-Chemical Society ed è stato un membro di spicco di molte altre organizzazioni professionali.

Durante l'ultimo decennio di vita di Sperry sviluppò ulteriormente molti dei sistemi che aveva avviato durante gli anni della prima guerra mondiale, adattandoli agli usi in tempo di pace (come prendere un faro inventato per la guerra antiaerea e usarlo come faro per il nuovo servizio di posta aerea ). Sperry non ha inventato isolatamente, ma ha cercato di prendere dispositivi e metodi esistenti e applicarli a nuove aree. Questo è stato uno degli elementi critici del suo stile di inventore e ricercatore.

Al momento della sua morte nel 1930, Sperry si incontrava regolarmente con Rockefeller, presidenti, ambasciatori e altri. Il suo biografo lo ha definito "il padre del feedback automatico e dei sistemi di controllo".

Ulteriori letture

Il trattamento più completo di Sperry, inclusi molti dettagli tecnici sul suo lavoro, è in Thomas Parke Hughes, Elmer Sperry: inventore e ingegnere (1971). Per una prospettiva più contemporanea, vedere il necrologio apparso in JC Hunsaker, "Biographic Memoir of Elmer Ambrose Sperry, 1860-1930", Memorie biografiche, Accademia Nazionale delle Scienze 28 (1954).

Fonti aggiuntive

Hughes, Thomas Parke, Science and the instrument-maker: Michelson, Sperry e la velocità della luce, Washington: Smithsonian Institution Press: in vendita dal Supt. of Docs., US Govt. Stampa. Off., 1976. □