Ellis, “pete” conte hancock

Ellis, "Pete" Earl Hancock (1880-1923), ufficiale della marina e specialista di guerra anfibia. Ellis era uno stratega e tattico profetico il cui piano del 1921 anticipava la campagna del Pacifico centrale della seconda guerra mondiale della Marina degli Stati Uniti. Si arruolò come privato nel Corpo dei Marines degli Stati Uniti nel 1900 e fu incaricato un anno dopo. Cinque anni di servizio nelle Filippine e diciotto mesi con la flotta asiatica gli fecero conoscere l'Estremo Oriente e la Difesa di Subic Bay. Mentre era al Naval War College dal 1911 al 1913, come studente e membro della facoltà, Ellis sviluppò la sua visione delle operazioni di assalto anfibio e preparò studi per la difesa di isole del Pacifico come Guam, Peleliu e Samoa. Nel 1914, dopo aver partecipato alla prima esercitazione della base avanzata, fece rapporto a Guam per aiutarlo a pianificare la sua difesa. Si unì allo staff del generale dei marine John A. Lejeune a Washington e in seguito accompagnò Lejeune in Francia nel 1917-1918. Nel 1920, il maggiore Ellis fu assegnato al quartier generale dell'USMC, sotto l'attuale comandante Lejeune. Lì Ellis preparò il suo lavoro principale, un rapporto seminale intitolato Advanced Base Operations in Micronesia, in cui prescriveva operazioni di assalto anfibio per conquistare le isole necessarie come basi avanzate per sostenere la campagna navale contro il Giappone. Nel 1922, Lejeune concesse a Ellis il permesso per una missione segreta in Micronesia per accertare se una delle basi fosse stata fortificata. Ellis morì durante il viaggio nel 1923 in circostanze misteriose. Nonostante le voci, non esistono prove del coinvolgimento giapponese nella sua morte, il che era invece coerente con l'accelerazione dell'alcolismo di Ellis.
[Vedi anche Anfibio Guerra; Marine Corps, US: 1914-45.]

Bibliografia

Earl H. Ellis, Operazioni di base avanzate in Micronesia, 1921.
Dirk A. Ballendorf e Merrill L. Bartlett, Pete Ellis, An Amphibious Prophet, 1880-1923, 1997.

Suzanne Borghei e e Victor J. Croziat