Elezione del 1824

L'elezione del 1824 vide lo scioglimento del Partito Repubblicano Democratico, un partito che aveva dominato la politica americana dal 1800. Sebbene il partito di Thomas Jefferson avesse in precedenza sempre accettato di sostenere il presidente in carica o il candidato del caucus del Congresso del partito, nel 1824 quattro Democratici I repubblicani hanno insistito per portare la loro candidatura fino al collegio elettorale. Quando i sostenitori della Virginia di William Harris Crawford della Georgia organizzarono un caucus congressuale per il 14 febbraio 1824, nella speranza di tirare dietro di sé i lealisti del partito, parteciparono solo 66 democratico-repubblicani (su 187), ei sostenitori di altri candidati lo denunciarono come un tentativo di dettare all'elettorato. L'appello popolare di queste proteste ha assicurato che mai più un caucus del Congresso sarebbe stato utilizzato per nominare un candidato alla presidenza.

Sebbene la maggior parte degli storici consideri l'elezione del 1824 come un concorso tra personalità ambiziose, ogni candidato rappresentava una chiara visione regionale e un collegio elettorale. L'obiezione principale a Crawford era che rappresentava i cosiddetti radicali degli stati dell'Atlantico meridionale, desiderosi sia di proteggere la schiavitù che di impedire al governo federale di adottare politiche fiscali e di spesa ostili agli interessi degli stati esportatori. La loro notevole influenza politica incontrò l'opposizione anche nei loro stessi stati: le contee occidentali di questi stati volevano l'assistenza federale per "miglioramenti interni" (miglioramenti nelle infrastrutture di trasporto) e inizialmente consideravano John C. Calhoun della Carolina del Sud come loro candidato, che sembrava forte in Pennsylvania anche. Negli stati sud-occidentali, una domanda simile di strade e canali produsse un rapido sostegno a Henry Clay del Kentucky, il più pubblico sostenitore del sistema americano di tariffe elevate e stanziamenti federali per miglioramenti interni. Clay aveva criticato il generale Andrew Jackson del Tennessee per aver guidato le forze statunitensi nella Florida spagnola alla ricerca di insenature ostili in

1818 e rischiando la guerra con la Spagna e la Gran Bretagna. Ma le azioni di Jackson, che accelerarono l'acquisizione della Florida nel 1819, furono ampiamente popolari in Tennessee, Alabama e Mississippi, specialmente tra coloro che desideravano espellere le tribù native sopravvissute, e il generale presto travolse la candidatura di Clay nel Vecchio Sudovest, al di fuori dello zucchero. -la crescita della Louisiana.

Una serie di eventi ha reso Jackson più di un semplice candidato regionale. Un movimento di base a suo favore tra gli scozzesi-irlandesi della Pennsylvania occidentale ha reso politicamente difficile per le varie fazioni repubblicane nello stato sostenere qualcun altro. Nel marzo 1824 una convenzione statale repubblicana lo nominò in modo schiacciante, piuttosto che Calhoun, come il favorito dello stato. A quel punto Calhoun si ritirò e divenne l'unico candidato alla vicepresidenza, e Jackson ereditò la forza di Calhoun negli stati del sud-est e del Medio. Jackson ha vinto la Pennsylvania, il New Jersey e la Carolina del Sud, e nella Carolina del Nord ne ha beneficiato direttamente quando una coalizione di sostenitori di Jackson e Adams che si definivano il biglietto del popolo ha portato lo stato contro Crawford.

Nel New England, i candidati del Sud soffrirono della repulsione quasi universale (sulla scia del Compromesso del Missouri) contro il dominio del Sud nella politica nazionale. John Quincy Adams era l'unico candidato valido libero dalla macchia della detenzione di schiavi, e si dimostrò quasi inarrestabile non solo nel New England ma anche nelle aree a ovest in cui gli yankees si erano stabiliti durante il quarto di secolo precedente. A New York, una coalizione di gruppi che si definiscono Partito popolare si ribellò al tentativo dei vecchi repubblicani guidati da Martin Van Buren di dare i voti di quello stato a Crawford. Sebbene questa coalizione non sia riuscita a strappare il diritto di scegliere gli elettori alla legislatura statale, il suo successo nelle elezioni dell'assemblea ha assicurato che Adams ottenne la parte del leone dei voti elettorali dello stato.

Negli stati del Medio Atlantico e di confine, sia Adams che Crawford erano impopolari perché erano comunemente identificati con aree della vecchia economia atlantica che si opponevano alla protezione delle industrie americane. In Pennsylvania, New Jersey e Maryland, Jackson ha tratto vantaggio dall'essere ritratto come un sostenitore del sistema americano. Nell'Ohio Valley, dove c'era una forte richiesta di miglioramenti interni, Clay è stato il favorito, ma è stato osteggiato sia dai coloni del New England che da coloro che si sono risentiti per la sua ricerca di debitori come avvocato della Bank of the United States in seguito al panico di 1819. Sfidato da Jackson, che fu ritratto come il campione del popolo, Clay perse l'Indiana e l'Illinois per lui, ma portò l'Ohio e gli stati schiavi del Kentucky e del Missouri. Per intrighi, Clay ha perso importanti voti elettorali a New York e in Louisiana, dove la scelta degli elettori è stata fatta dal legislatore statale.

La conseguenza di queste elezioni confuse è stata che nessun candidato ha ottenuto la maggioranza dei voti del collegio elettorale e quindi, secondo la Costituzione, l'elezione è stata lanciata alla Camera dei Rappresentanti, con ciascuna delle ventiquattro delegazioni statali che hanno espresso un voto. Solo i primi tre candidati - Jackson con 99 voti elettorali, Adams con 84 e Crawford con 41 - potevano essere considerati, ma come presidente della Camera, Clay (che perdeva con 37 voti) poteva agire da kingmaker. La Camera che ha preso la decisione il 9 febbraio 1825 era stata eletta nel 1822-1823 e quindi non rifletteva le recenti elezioni popolari. Questo fatto ha funzionato contro l'outsider Jackson, che aveva fatto sorprendentemente bene al collegio elettorale, anche se è un mito dire che ha vinto più voti popolari di qualsiasi altro candidato. In un momento critico della sessione, i rappresentanti del New England al Congresso hanno offerto il loro sostegno alle misure di miglioramento interno, che hanno permesso a Clay e ai suoi amici di affermare che Adams era il più propenso a sostenere il sistema americano come presidente. Ciò ha dato ad Adams i tre stati che Clay aveva vinto, più Illinois e Louisiana, da aggiungere ai sei stati del New England. Inoltre, l'assicurazione privata di Adams di non essere contrario alla nomina di federalisti alla carica gli diede il Maryland e fece oscillare la delegazione divisa di New York a modo suo, per dargli i tredici stati necessari.

Questi affari, sebbene necessari, furono denunciati come corrotti dai candidati delusi, specialmente quando Adams nominò Clay segretario di stato. Questi oppositori si unirono per ostacolare la presidenza di Adams e lavorarono per rimpiazzarlo con Jackson nel 1828. Così l'elezione del 1824 diede inizio al processo da cui sarebbero emersi i partiti repubblicani e democratici nazionali.