Eleanor smeal

Eleanor Smeal (nata nel 1939), una delle principali femministe degli Stati Uniti nell'ultimo quarto del XX secolo, è stata presidente della National Organization for Women dal 20 al 1977 e di nuovo dal 1982 al 1985. È stata anche presidente di la Feminist Majority Foundation e ha continuato a organizzare, pubblicizzare e promuovere le questioni femministe fino agli anni '1987.

Eleanor Marie Cutri è nata il 30 luglio 1939 ad Ashtabula, Ohio, figlia di genitori italo-americani, Josephine E. Agresti e Peter Anthony Cutri. Eleanor, o Ellie, come veniva soprannominata, era la prima figlia e il quarto figlio. Suo padre è nato in Calabria, Italia. Dopo essere emigrato negli Stati Uniti, ha lavorato come agente assicurativo. Alla fine la famiglia si stabilì a Erie, in Pennsylvania, dove Eleanor è cresciuta. Cresciuta come cattolica romana, ha comunque frequentato le scuole pubbliche di Erie, diplomandosi al liceo con un record di eccellenza scolastica.

Ha continuato il suo successo accademico alla Duke University, da cui si è laureata Phi Beta Kappa nel 1961. Come studentessa ha servito come presidente del suo dormitorio e ha sostenuto la causa dell'integrazione razziale. Dopo aver conseguito la laurea, Eleanor prese in considerazione la possibilità di conseguire una laurea in giurisprudenza, ma scelse di non farlo quando venne a conoscenza della discriminazione nei confronti delle donne avvocati (poche a quel tempo erano ammesse negli studi legali o autorizzate a esercitare in tribunale). Invece, ha deciso di continuare i suoi studi in scienze politiche e pubblica amministrazione. Ha conseguito un master in queste materie presso l'Università della Florida nel 1963 (le è stato assegnato un LL.D onorario dalla Duke University nel 1991).

All'università conobbe Charles R. Smeal, uno studente di ingegneria metallurgica, che sposò il 27 aprile 1963. Avevano due figli. Dopo il suo matrimonio, Eleanor ha continuato a lavorare sulla sua tesi di dottorato, che riguardava l'atteggiamento che le donne elettori hanno nei confronti delle donne candidate alla carica. Tuttavia, una persistente malattia alla schiena, che ha richiesto un anno di reclusione per il riposo a letto, l'ha costretta ad abbandonare lo studio. Nel frattempo, si è trasferita con la sua famiglia nella zona di Pittsburgh.

Durante la fine degli anni '1960 Smeal divenne sempre più consapevole dei problemi femministi, in particolare quelli che riguardavano le casalinghe. Si era già confrontata con la mancanza di strutture per l'infanzia quando ha cercato di lavorare alla sua tesi con un bambino piccolo. Durante la sua malattia si rese conto che non esisteva un'assicurazione di invalidità per mogli e madri. La consapevolezza di queste ingiustizie spinse Smeal a iniziare la ricerca sul femminismo e così, come molte altre donne del periodo, iniziò a leggere sui movimenti delle donne del passato, come la campagna di suffragio, così come la teoria femminista contemporanea.

Nel 1968 ha iniziato un mandato di quattro anni nel consiglio della locale League of Women Voters. Due anni dopo, lei e suo marito si unirono alla neonata - e più militante - Organizzazione Nazionale per le Donne (NOW). Smeal servì anche nel 1971 e nel 1972 come segretario / tesoriere del Consiglio della contea di Allegheny.

Durante gli anni '1970 Smeal è salita tra i ranghi di NOW, estendendo il suo crescente impegno femminista da progetti locali come lo sviluppo di scuole materne fino ad assumere nel 1977 la presidenza dell'organizzazione nazionale. Dal 1971 al 1973 è stata organizzatrice e presidente della sezione NOW a South Hills, in Pennsylvania. Nel 1972 è stata eletta presidente dello stato della Pennsylvania NOW, carica che ha ricoperto fino al 1975. In tale veste ha fatto della parità di educazione fisica per le ragazze una priorità e ha avuto successo nell'applicazione dello statuto statale sulla parità dei diritti in questo settore.

Nel 1975 Smeal divenne presidente del consiglio di amministrazione di NOW, essendo stata eletta in quel consiglio nel 1973. Era anche attiva nel fondo NOW per la difesa legale e l'istruzione, in particolare nell'area dell'applicazione del titolo IX degli emendamenti sull'istruzione del 1972.

Il 23 aprile 1977, Smeal fu eletta presidente dell'associazione nazionale NOW, ormai un'organizzazione di 55,000 persone, la più grande associazione femminista del mondo. La filosofia di Smeal era che NOW dovrebbe rimanere un'organizzazione di base centrata sul territorio che includeva donne di ogni ceto sociale, non solo professionisti istruiti. A tal fine aveva lavorato per l'istituzione della presidenza come posizione salariata, in modo che le donne che non erano ricche in modo indipendente o sostenute dai loro mariti potessero servire nel posto. Il successo di Smeal come amministratore è diventato chiaro quando è stata in grado di cancellare un sostanziale debito nazionale entro un anno e di raddoppiare i membri nazionali entro due anni. È stata rieletta presidente nel 1979.

Alla fine degli anni '1970 Smeal aveva deciso che la ratifica dell'emendamento sulla parità di diritti alla Costituzione doveva essere una priorità ORA. L'emendamento era passato al Congresso nel 1972 ed era stato ratificato da 35 Stati; tuttavia, erano necessari altri tre stati prima che l'emendamento diventasse parte della Costituzione. A partire dal febbraio 1977 Smeal (e NOW) organizzò un boicottaggio di stati che non avevano ratificato da organizzazioni che normalmente avrebbero tenuto convenzioni in quegli stati. Sotto la guida di Smeal NOW lavorò anche per l'estensione del termine di ratifica dal 1979 al 30 giugno 1982. Come parte di questa campagna NOW organizzò e guidò una marcia pro-ERA su Washington il 9 luglio 1979. Attirò 100,000 manifestanti. Dopo che la scadenza è stata prorogata, Smeal ha guidato NOW in pesanti sforzi di lobbying diretti contro i legislatori chiave negli stati chiave. Ma questi sforzi non hanno avuto successo e il termine è scaduto senza ratifica.

Nel 1982, impedito dallo statuto di NOW di cercare un terzo mandato come presidente, Smeal ha rivolto i suoi sforzi alla scrittura Perché e come le donne eleggeranno il prossimo presidente (1984). Questo "manuale elettorale" si concentrava sul "divario di genere", la discrepanza nei modelli di voto femminili e maschili, in particolare sulle questioni del benessere sociale e della pace. Smeal ha affermato che se le donne votassero in blocco, sarebbe un fattore decisivo nelle elezioni presidenziali del 1984 e, a lungo termine, sarebbe una potente forza per il cambiamento sociale. Ha anche esortato che il candidato alla vicepresidenza del Partito Democratico nel 1984 fosse una donna - un'idea che è stata realizzata quando Walter Mondale ha scelto il rappresentante Geraldine Ferraro come suo compagno di corsa a seguito delle pressioni di NOW.

Nel 1985 Smeal cercò con successo la rielezione alla presidenza nazionale di NOW, sollecitando che l'organizzazione diventasse più militante e attivista nelle sue lotte per le numerose questioni femministe rimaste all'ordine del giorno, in particolare i diritti all'aborto, l'ERA reintrodotta e la giustizia economica per le donne. È rimasta presidente per altri due anni (fino al 1987) e ha promesso di riportare l'organizzazione "in piazza".

Nel 1987 è diventata presidente del Fund for Feminist Majority, con sede ad Arlington, in Virginia. In questi ruoli, Smeal ha continuato a portare avanti e pubblicizzare quelle questioni femministe che riteneva cruciali per il futuro delle femministe.

Ulteriori letture

Oltre Perché e come le donne eleggeranno il prossimo presidente (1984), Smeal è stata coautrice (con Audrey Siess Wells) di "Women's Attitudes Toward Women in Politics: A Survey of Urban Registered Voters and Party Committee Women", in Jane Jaquette, editore, Donne in politica (1974). Guarda anche Persone (8 agosto 1977) e Ms. Magazine (Febbraio 1978). Compaiono due discussioni sulle opinioni di Smeal Ms. Magazine (Maggio / giugno 1995) e Il progressivo (Novembre 1995). Smeal è anche elencato in Marchese Who's Who in America (1996). □