Duca di Gloucester

Lo statista inglese Humphrey, duca di Gloucester (1391-1447), fu un leader della forte politica espansionistica contro la Francia. La sua importanza duratura, tuttavia, risiedeva nel suo mecenatismo per l'apprendimento e nei suoi benefici all'Università di Oxford.

Humphrey, duca di Gloucester, i cui altri titoli erano Conte di Hainaut, Olanda, Zelanda e Pembroke; Signore di Fresia; Gran Ciambellano d'Inghilterra; e Defender of the Realm, era popolarmente conosciuto come il "Good Duke". Era il quarto e il più giovane figlio di Enrico IV. Possibilmente istruito al Balliol College di Oxford, fu nominato cavaliere della Giarrettiera all'età di 9 anni e fu creato Gran Ciambellano d'Inghilterra nel 1413 e Duca di Gloucester l'anno successivo. Durante la campagna di Francia prestò servizio nel Consiglio di Guerra, supervisionò il saccheggio di Harfleur e fu ferito allo stomaco da un pugnale mentre combatteva al fianco di suo fratello Enrico V ad Agincourt (1415).

Durante il recupero, Humphrey fu nominato conestabile di Dover e guardiano dei Cinque Porti. Tornò al servizio militare nella seconda campagna di Enrico V, dove guidò le forze che entrarono a Bayeux senza opposizione e prese Lisieux nel 1417 e Cherbourg l'anno successivo. Reso governatore di Rouen, agì anche come reggente nel 1420-1421, quando Henry era alla sua ultima campagna di Francia; e, sebbene nominato unico reggente da Enrico V sul letto di morte, Humphrey ricevette il titolo di Protettore con il potere di agire solo come vice di John, Duca di Bedford, suo fratello maggiore.

Nel 1422 Humphrey sposò sconsideratamente Jacqueline di Hainaut e riconquistò le sue terre solo per perderle a Filippo di Borgogna nel 1425 e per alienare la Borgogna dalla causa inglese. Nonostante le faide interfamiliari con suo zio, Henry Beaufort, cardinale e vescovo di Winchester, fu riconciliato grazie agli sforzi di suo fratello e divenne di nuovo Protettore nel 1427-1429 e Luogotenente del Regno nel 1430-1432. Dopo che il suo primo matrimonio fu annullato, sposò la sua amante, Eleanor Cobham, che fu condannata per stregoneria nel 1441, mandando in declino la sua influenza.

Servendo come capitano di Calais e luogotenente dell'esercito negli anni 1430, Humphrey divenne il campione delle rivendicazioni inglesi contro la Francia, dove cercò di organizzare un matrimonio in Armagnac per Enrico VI e nel 1445 sostenne una violazione della tregua. Quando il re raggiunse la maggiore età nel 1442, il protettorato terminò e Humphrey fu sostituito come capo consigliere della Corona da William Pole, primo duca di Suffolk. Sospettato di aver pianificato di uccidere il re e di impadronirsi del trono, Humphrey fu arrestato il 1 febbraio 18, subito dopo la riunione del Parlamento a Bury St. Edmunds. È stato trovato morto nel suo letto 1447 giorni dopo. Il comportamento scorretto non è mai stato dimostrato, ma la credenza popolare affermava che il responsabile fosse il duca di Suffolk. Ci sono, tuttavia, valide ragioni per credere che la morte di Humphrey sia stata naturale.

L'influenza di Humphrey sulla politica inglese fu limitata e di importanza passeggera poiché ottenne il sostegno delle masse per le sue politiche nazionalistiche antipapali. L'epiteto "Buono" deriva da questo e dal suo sostegno alla letteratura e ai letterati, e i suoi protetti includevano John Lydgate, John Capgrave e Tito Livio di Ferrara, lo storico, che scrisse Una vita di Henry V. Come un forte uomo di chiesa, ha dotato monasteri, tra cui St. Albans. Humphrey aveva una conoscenza della lettura della letteratura latina e italiana a seguito di una visita in Italia, e fece grandi doni di libri (la sua biblioteca aveva oltre 600 opere) e denaro per aumentare la piccola biblioteca universitaria di Oxford, oltre a fondare lezioni temporanee terminate alla sua morte. Le sue donazioni rimasero a Oxford fino alla Riforma, quando, nel 1550, i commissari sotto Edoardo VI ne ordinarono la rimozione. La stanza in cui era conservata la biblioteca, nota come "stanza del duca Humfrey", fu restaurata da Sir Thomas Bodley e nel 1602 divenne nuovamente la biblioteca pubblica dell'università.

Sebbene fosse sepolto a St. Alban, si sviluppò una tradizione secondo cui Humphrey fu sepolto nella cattedrale di St. Paul, a Londra, dove i poveri si riunivano per chiedere cibo, dando origine all'espressione "per cenare con il duca Humphrey".

Ulteriori letture

La biografia standard è Kenneth Hothman Vicker, Humphrey, duca di Gloucester (1907), che, sebbene datato, è ancora prezioso. Un recente lavoro generale sul periodo è Ernest Fraser Jacob, Il XV secolo, 1399-1485 (1961), nella serie "Oxford History of England". Il miglior lavoro sulle guerre è Édouard Perroy, La guerra dei cent'anni (1945; trad. 1951). Per il patrocinio di Humphrey della letteratura si veda il saggio di Roberto Weiss in Donald James Gordon, ed., Fritz Saxl, 1890-1948: A Volume of Memorial Essays from His Friends in England (1957). □