Duane, James

Duane, James. (1733–1797). Statista patriota, giurista. New York. Nato il 6 febbraio 1733 a New York City, James Duane fu ammesso all'albo nell'agosto 1754 e presto ebbe un ampio studio di grande successo. Nella politica rivoluzionaria era conservatore e dopo la sua elezione al Congresso continentale (4 luglio 1774) lavorò per la conciliazione con la Gran Bretagna. In qualità di membro del comitato per redigere una dichiarazione sui diritti degli americani, ha fatto molto per moderarne il tono. Appoggiò il Piano di Unione di Joseph Galloway sulla base del fatto che il Parlamento britannico aveva il diritto di regolamentare il commercio coloniale, ma firmò l'accordo di non importazione (20 ottobre 1774) anche se riteneva che fosse andato troppo oltre. Rieletto al Congresso continentale, è stato uno dei più forti oppositori del movimento verso l'Indipendenza.

Servendo come delegato dal 1774 al 1779, e di nuovo dal 1781 al 1783, Duane fece parte di un gran numero di comitati e il suo lavoro più importante fu svolto nel campo della finanza e degli affari indiani. Ha collaborato alla stesura della bozza finale degli articoli della Confederazione (adottata il 15 novembre 1777 dai delegati). Inevitabilmente, la sua lealtà alla Rivoluzione fu messa in discussione e, nell'estate del 1781, la stampa sollevò accuse di cui fu scagionato solo dopo che John Jay e altri influenti colleghi si fecero avanti per difenderlo. Quando New York City fu evacuata dagli inglesi, Duane entrò in città come membro del consiglio del governatore George Clinton. Il 4 febbraio 1784 fu nominato sindaco, carica che mantenne fino al settembre 1789, quando il presidente George Washington lo nominò primo giudice federale del distretto di New York. Nel marzo 1794 si ritirò dalla vita pubblica a causa di cattive condizioni di salute, ma continuò ad essere attivo nello sviluppo del territorio. In qualità di avvocato aveva rappresentato i newyorkesi in cause private riguardanti la controversia sui confini con il Vermont. Prima del 1765 aveva portato a termine progetti di colonizzazione nelle sue vaste proprietà della Mohawk Valley, e il suo interesse per questa impresa continuò. Duane ha partecipato alla convenzione di ratifica di Poughkeepsie del 1788 come sostenitore della Costituzione. Morì a Schenectady, New York, il 1 ° febbraio 1797.