Drama: l’emergere del teatro americano

Il contrasto. Il drammaturgo Royall Tyler ha beneficiato e contribuito alla crescente accettazione del teatro tra i primi cittadini americani, diventando il primo drammaturgo di successo della nazione. Il suo gioco Il contrasto, eseguita per la prima volta a New York il 16 aprile 1787, fu un successo di critica e popolare, comandando molte repliche. I revisori hanno visto l'opera di Tyler come un'illustrazione dei vantaggi del teatro e hanno elogiato i suoi risultati come prova vivente della vitalità culturale americana. Il prologo di Il contrasto ha proclamato i suoi scopi nazionalisti, descrivendo il dramma come un "pezzo, che possiamo giustamente chiamare nostro". Lo spettacolo ha preso trame e personaggi convenzionali del dramma britannico del diciottesimo secolo e ha dato loro un cast tipicamente americano. Come rappresentazione realistica della vita sociale e dei modi americani, l'opera di Tyler ha contribuito alla ricerca di una letteratura basata su argomenti e temi americani.

Jonathan visita il teatro

In Il contrasto Royall Tyler ha usato il personaggio di Jonathan per fare una satira sull'ingenua innocenza degli americani rurali e per offrire un nuovo punto di vista sui modi degli abitanti delle città più sofisticate. Nella scena seguente Jonathan descrive la sua prima visita a un teatro:

Jonathan: Così sono entrato subito e mi hanno portato via, pulito nella soffitta, proprio come la galleria della casa di riunione. E così ho visto un potere di farcire le persone, tutte sedute in piccoli capanni, "proprio come le culle di mais di papà"; e poi ci fu un tale cigolio con i violini, e un tale bagliore tarnale con le luci, la mia testa era quasi girata. Alla fine le persone che sedevano vicino a me fecero un tale sibilo - sibilo - come tanti gatti pazzi; e poi andarono tonfo, tonfo, tonfo, proprio come il nostro Peleg che trebbiava il grano, e se ne andarono via come la nazione; e ne chiamò uno, il signor Langolee: "Suppongo che aiuti a recitare i trucchi ...

Jessamy: Bene, e hai visto l'uomo con i suoi trucchi?

Jonathan: Giuro, mentre lo stavo cercando, hanno sollevato un grande panno verde e ci hanno fatto guardare nella casa del vicino. Avete un buon numero di case a New York costruite in quel modo?

Jenny: Non molti; ma hai visto la famiglia?

Jonathan: Sì, paludalo; Ho visto la famiglia.

Jenny: Bene, e come ti sono piaciuti?

Jonathan: Giuro che erano più o meno come le altre famiglie; - c'era una povera, bonaria, maledizione di un marito e un triste rantipolo di una moglie ...

Jenny: Ebbene, signor Jonathan, lei era certamente al teatro.

Jonathan: Io al teatro! - Perché allora non ho visto lo spettacolo?

Jenny: Le persone che hai visto erano giocatori.

Jonathan: Pietà della mia anima! Ho visto i giocatori malvagi? - Forse quello prima di Darby che mi piaceva era lo stesso vecchio serpente, e aveva il suo piede fesso in tasca. Perché, giuro, ora che ci penso, le candele sembravano ardere di blu, e sono sicuro che dove ero seduto odorava di zolfo.

Jessamy: Ebbene, signor Jonathan, dal suo racconto, che confesso è molto accurato, deve essere stato al teatro.

Jonathan: Perché, giuro, ho cominciato ad annusare un topo. Quando sono andato via, sono andato di nuovo da quell'uomo per i miei soldi; vuoi i tuoi soldi? dice lui; si, dico io per cosa? dice lui; perché, dico io, nessun uomo mi tirerà fuori. dei miei soldi; Ho pagato i miei soldi per vedere i luoghi, e ho visto un po 'di cani, a meno che tu non ascolti gli affari privati ​​delle persone come uno spettacolo. Perché, dice, è la Scuola per la scandalizzazione - La scuola per la scandalizzazione! - Oh! ho! non c'è da stupirsi che voi newyorchesi siete così carini quando andate a scuola per impararlo; e così sono partito.

Fonte: Royall Tyler, Il contrasto: una commedia (Philadelphia: From the Press of Pritcahrd & Hall e pubblicato da Thomas Wignell, 1790).

Virtù contro lusso. In Il contrasto Tyler ha espresso le preoccupazioni politiche e ideologiche degli americani sul carattere repubblicano della loro nazione. Il tema centrale è il conflitto tra virtù e lusso. La trama è incentrata sul fidanzamento combinato della virtuosa e sentimentale Maria Van Rough e del dissoluto Billy Dimple, che ha imparato i suoi modi sbarazzini durante un viaggio in Inghilterra. Il padre di Maria, un commerciante il cui ritornello costante è "pensa all'occasione principale", è preoccupato per le opportunità commerciali. Organizza il fidanzamento di Maria perché crede che la fortuna di Dimple gli renda una buona coppia. Tyler introduce Maria cantando "The Death Song of Alknomook", un lamento sulla nobiltà di un indiano morente, creando un contrasto tra il sentimentalismo di Maria e l'astuta praticità di suo padre. La situazione è complicata dall'arrivo del coraggioso e onesto Col. Henry Manly, un eroe della Rivoluzione americana. Sebbene Manly e Maria si innamorino, sono vincolati dal fidanzamento di Maria con Dimple per negare i loro sentimenti l'uno per l'altro. Mentre Manly incarna la virtù altruista considerata essenziale per il repubblicanesimo, Dimple personifica le qualità che hanno messo in pericolo questi ideali: lusso e ipocrisia. Il gioco finisce felicemente dopo che viene rivelato che Dimple ha sperperato la sua fortuna in Inghilterra e ha intenzione di licenziare Maria in modo da poter sposare una donna poco attraente ma ricca mentre prende uno degli amici di Maria come sua amante. Nella scena finale il padre di Maria approva il matrimonio di Maria e Manly e dona loro la sua fortuna. La vittoria di Manly su Dimple rappresenta la vittoria della virtù repubblicana sulla corruzione europea. I critici hanno elogiato Il contrasto per questa morale repubblicana, che convalidava gli argomenti a favore del teatro come stimolo alla virtù repubblicana. Come ha concluso un critico, il punto di Il contrasto era "rendere superlativamente ridicola la stravaganza cox-comica dell'epoca, e la sovversione di semplicità naturale, Nella folletto di lusso —E tenendosi in alto per vedere, in lettere d'oro purissimo, tutte le virtù del cuore umano ".

Manly e Jonathan. Tyler ha creato un altro contrasto, tuttavia, che ha complicato il messaggio di Il contrasto: l'opposizione tra Manly e il suo servitore Jonathan. Mentre Manly rappresenta il repubblicanesimo classico, Jonathan esemplifica l'indipendente e democratico Yankee. Tyler ha promosso questa caratterizzazione di Jonathan facendogli cantare "Yankee Doodle" nella prima rappresentazione teatrale conosciuta del testo di questa canzone. Mentre il dialetto rustico e boscoso di Jonathan è spesso una fonte di commedia nella commedia, Tyler ha anche reso la formalità e la pomposità di Manly oggetto di scherno. Chiaramente Tyler non ha favorito nessuno di questi tipi di carattere come l'americano ideale, suggerendo che possedeva una prospettiva più distaccata sugli ideali repubblicani di quanto i suoi contemporanei potessero aver realizzato.