Dottor strangelove

Dottor Stranamore, o: come ho imparato a smettere di preoccuparmi e ad amare la bomba, diretto da Stanley Kubrick (1928–1999), è ampiamente considerato come un capolavoro di "commedia nera" (un'opera che trae umorismo da un soggetto solitamente non considerato umoristico). Per la maggior parte delle persone, la guerra nucleare sarebbe probabilmente in cima alla lista degli argomenti poco divertenti, ma Kubrick ha dimostrato il contrario, guadagnando al film tre nomination agli Oscar nel processo.

Il film del 1964 era basato su un romanzo di Peter George (1924-1996) intitolato Allarme rosso (1958). È interessante notare che il romanzo di George a sua volta ha ispirato il romanzo del 1962 Fail-Safe di Eugene Burdick (1918-1965) e Harvey Wheeler (1914-XNUMX). Fail-Safe era una storia cupamente realistica su un guasto del computer che quasi provoca una guerra nucleare. La versione cinematografica di Fail-Safe è stato rilasciato nel 1964, lo stesso anno di Dottor Stranamore.

In Dottor Stranamore, Il generale psicotico dell'Air Force Jack D. Ripper (Sterling Hayden, 1916-1986) ordina ai trentaquattro bombardieri nucleari sotto il suo comando di attaccare l'Unione Sovietica. Gli equipaggi aerei, pensando che la guerra sia scoppiata, obbediscono ai loro ordini senza fare domande. Uno degli attentatori è comandato dal maggiore TJ "King" Kong (Slim Pickens, 1919–1983), che parla come un cowboy dell'Oklahoma.

Nella War Room del Pentagono, il presidente Merkin Muffley (Peter Sellers, 1925–1980) viene informato sull'emergenza dal capo dello Strategic Air Command, il generale Buck Turgidson (George C. Scott, 1927–1999). È presente anche l'ambasciatore sovietico, che avverte gli americani che l'Unione Sovietica ha costruito una "macchina del giorno del giudizio" segreta. Se l'URSS subisce un attacco nucleare, la macchina attiverà automaticamente una serie di esplosioni che distruggeranno l'intero pianeta.

Il presidente Muffley cerca freneticamente di richiamare gli attentatori, anche se gli viene sconsigliato dal suo esperto di strategia nucleare, il dottor Stranamore (interpretato anche da Peter Sellers). Un ex nazista su una sedia a rotelle, Stranamore suggerisce a sangue freddo che la guerra nucleare potrebbe non essere così grave, dopotutto, con una corretta gestione.

Il presidente non è in grado né di richiamare gli attentatori né di persuadere i sovietici a fermare la loro "Macchina del giudizio universale". Gli aerei americani bombardano i loro bersagli (una delle ultime scene mostra il maggiore "King" Kong a cavalcioni su una delle bombe, guidandola come un bronco fino all'eternità). Il mondo finisce così, non con un piagnucolio, ma con un botto molto grande e oscuramente umoristico.

—Justin Gustainis

Per maggiori informazioni

Carnes, Mark C., ed. Passato imperfetto. New York: Henry Holt, 1995.

Dirks, Tim. "Dr. Stranamore, ovvero: come ho imparato a smettere di preoccuparmi e ad amare la bomba." I migliori film.http://www.filmsite.org/drst.html (visitato il 14 marzo 2002).

Larkin, Patrick J. "Dr. Stranamore, ovvero come ho imparato a smettere di preoccuparmi e ad amare la bomba". Kubrick Multimedia Film Guide.http://www.indelibleinc.com/kubrick/films/strangelove/ (visitato il 14 marzo 2002).

Seme, David. Fantascienza americana e guerra fredda: letteratura eFilm. Chicago: Fitzroy Dearborn, 1999.