Dorothy lewis bernstein

Dorothy Lewis Bernstein (nata nel 1914) ha condotto una ricerca incentrata sulla trasformata di Laplace, una funzione matematica utilizzata nella soluzione di equazioni alle derivate parziali che è stata ampiamente applicata nel ventesimo secolo insieme al calcolo operazionale.

Dorothy Lewis Bernstein è un illustre matematico ed educatore nel campo della matematica applicata, della statistica e della programmazione informatica. La sua ricerca si è concentrata sulla trasformata di Laplace, una funzione matematica che prende il nome dal matematico francese Pierre-Simon Laplace. La trasformata di Laplace viene utilizzata nella soluzione di equazioni alle derivate parziali (equazioni che contengono le derivate parziali di funzioni di due o più variabili) ed è stata ampiamente applicata nel ventesimo secolo insieme al calcolo operazionale. Bernstein è stato un pioniere nell'incorporare la matematica applicata e l'informatica nel curriculum universitario di matematica. Nel 1979, è diventata la prima donna presidente della Mathematical Association of America, un'associazione nazionale che si occupa di matematica universitaria.

Bernstein è nato a Chicago l'11 aprile 1914 da Jacob e Tillie Bernstein, immigrati russi. La famiglia viveva a Milwaukee durante la giovinezza di Bernstein. Nel 1930, Bernstein iniziò i suoi studi presso l'Università del Wisconsin a Madison. Durante i suoi anni da junior e da senior, ha studiato matematica con un curriculum indipendente. Nel 1934, sulla base di un esame orale e della sua tesi sulle radici complesse dei polinomi (espressioni matematiche contenenti determinati termini algebrici), ha conseguito sia una laurea (summa cum laude) che un master in matematica.

Dopo un altro anno alla Madison come borsista, Bernstein ha ricevuto una borsa di studio per il programma di dottorato in matematica alla Brown University nel Rhode Island. Come indica Ann Moskol in Donne di matematica, Le esperienze di Bernstein alla Brown riflettono varie forme di discriminazione. L'insegnamento di Bernstein era limitato a sole tre studentesse. Quando ha chiesto consiglio su come trovare un posto di insegnante, il preside della scuola di specializzazione le ha consigliato di non fare domanda nel sud perché era ebrea o nell'ovest a causa del suo sesso. Bernstein è stata sottoposta a un esame di dottorato insolitamente arduo, che il suo consulente in seguito ha riconosciuto essere dovuto al suo sesso e alle sue credenziali universitarie del Midwest.

Tuttavia, Bernstein si assicurò indipendentemente una posizione di insegnante al Mount Holyoke College nel Massachusetts. Bernstein insegnò a Mount Holyoke dal 1937 al 1940, completando il dottorato alla Brown nel 1939 con una tesi relativa alla trasformata di Laplace. Nel 1941, Bernstein tornò a Madison come istruttore. Nell'estate del 1942 era ricercatrice presso l'Università della California a Berkeley sotto il matematico e statistico polacco Jerzy Neyman. Nel 1943, Bernstein prese un insegnamento presso l'Università di Rochester a New York, dove divenne assistente professore nel 1946.

A Rochester, la ricerca di Bernstein era diretta allo sfruttamento del potenziale computazionale dei computer digitali (la loro capacità di eseguire complesse operazioni matematiche su grandi quantità di dati ad alta velocità) per risolvere equazioni differenziali parziali. Questa ricerca, destinata all'applicazione militare e condotta in affiliazione con l'Office of Naval Research, ha portato alla pubblicazione di Bernstein's Teoremi di esistenza nelle equazioni alle derivate parziali nel 1950. Nel 1951 Bernstein era membro dell'Institute for Advanced Study di Princeton, New Jersey. Bernstein divenne professore associato a Rochester nel 1951 e professore ordinario nel 1957. Dal 1957 al 1958 fu professore in visita presso l'Università della California a Los Angeles.

Nel 1959, Bernstein assunse una cattedra al Goucher College di Baltimora, nel Maryland, dove presiedette il dipartimento di matematica dal 1960 al 1970 e diresse il centro informatico dal 1961 al 1967. Fece parte del consiglio dei governatori della Mathematical Association of America, il associazione professionale con la quale è stata più strettamente coinvolta, dal 1965 al 1968. In qualità di amministratore di dipartimento a Goucher, Bernstein ha introdotto la matematica applicata e il campo emergente dell'informatica nel curriculum universitario di matematica e ha integrato la programmazione informatica nei suoi corsi di statistica. Moskol osserva che Bernstein "credeva che la matematica applicata non solo rendesse il materiale più pertinente per gli studenti, ma li motivasse anche a comprendere gli assiomi e i teoremi della matematica pura, che potrebbero poi essere usati nei problemi applicati". La vena pratica di Bernstein è stata ulteriormente indicata dal programma di stage che ha istituito per le major di matematica di Goucher.

Durante la sua permanenza a Goucher, Bernstein è stata anche coinvolta, attraverso la National Science Foundation, nella promozione dell'istruzione di programmazione di computer e dell'uso dei computer nei corsi di matematica avanzata nelle scuole superiori della zona. Ha contribuito a fondare la Maryland Association for Educational Use of Computers nel 1972 e ha servito nel suo consiglio di amministrazione dal 1972 al 1975. Bernstein è stata vicepresidente della Mathematical Association of America dal 1972 al 1974 e presidente dal 1979 al 1981. Ha anche prestato servizio in il Joint Projects Committee e il Joint Committee on Women of the Mathematical Association of America, l'American Mathematical Society, e la Society of Industrial and Applied Mathematics, e nel comitato editoriale del Giornale di matematica del college biennale. Bernstein si ritirò dal Goucher College nel 1979.

Ulteriori letture

Moskol, Ann, "Dorothy Lewis Bernstein", in Donne di matematica, a cura di Louise S. Grinstein e Paul J. Campbell, Greenwood, 1987, pp. 17-20.

Coon, Geraldine A., "Coon on Bernstein", Goucher Trimestrale, autunno, 1979, pagg. 16-17. □