Dorchester, Carolina del Sud

Dorchester, Carolina del Sud. 1 ° dicembre 1781. Dopo essersi ripreso dalla combattuta battaglia di Eutaw Springs dell'8 settembre, il generale Nathanael Greene lasciò le High Hills l'8 novembre. Il maggiore John Doyle (spesso confuso con suo fratello, il tenente colonnello Welbore Doyle, dei volontari irlandesi), al comando temporaneo delle forze britanniche mentre il tenente colonnello Alexander Stewart si è ripreso da una ferita, aveva ripreso le operazioni e una rivolta lealista era stata ispirata da David L'audace raid di Fanning a Hillsboro il 13 settembre. Doyle si ritirò a Goose Creek Bridge mentre Greene si avvicinava. Greene ha quindi deciso di provare a tagliare la posta di Dorchester sul fiume Ashley, quindici miglia a nord-ovest di Charleston. Questo posto era occupato da 850 uomini e Greene si mosse contro di loro con 200 Maryland e Virginia Continentals e 200 cavalieri. Il resto dell'esercito americano, sotto il colonnello Otho Williams, marciò verso la piantagione Round O, ma quando gli inglesi identificarono Greene nella colonna che si avvicinava a Dorchester, presumevano che il suo intero esercito lo stesse seguendo. Ci furono scaramucce di cavalleria e uno scontro tra l'avanguardia americana e una forza di ricognizione da Dorchester, ma il nemico non tentò di difendere la postazione. Distruggendo le scorte e gettando le armi nel fiume, si ritirarono entro cinque miglia da Charleston. Stewart tornò per prendere il comando e reclutò e armò truppe afroamericane in previsione di un attacco a Charleston. Gli americani si accamparono al Round O. Un'altra scaramuccia indecisa si verificò a Dorchester il 29 dicembre 1781.