Digby Morton

Designer irlandese

Data di nascita: Digby (Henry) Morton a Dublino, 27 novembre 1906. Educazione: Ha studiato architettura alla Metropolitan School of Art and Architecture, Dublino, 1923; Politecnico di Londra. Famiglia: Sposato Phyllis May pittura, 1936. Carriera: Ha lavorato come disegnatore, negozio di moda di Jay, Oxford Street, Londra, 1928; fondò la ditta di sartoria Lachasse a Farm St, Mayfair, Londra, 1928; propria casa fondata nel 1934, chiusa nel 1957; ha fondato Reldan-Digby Morton, 1958; membro fondatore della Incorporated Society of London Fashion Designers, 1942; stilista di abbigliamento pratico per il governo britannico, 1942; costumista di film a Hollywood durante la seconda guerra mondiale; nel 1947 fondò la Digby Morton (Exports) Ltd. per la commercializzazione di abbigliamento femminile britannico negli Stati Uniti; Digby Morton per la collezione Jacqmar, 1950; designer e vicepresidente, 1955-58, Hathaway Shirt Company, New York; designer / regista, Reldan-Digby Morton, 1958-73; disegna l'uniforme del servizio volontario femminile, 1939. Premi: Premio Aberfoyle International Fashion, New York, 1956. Morto: 1983, a Londra.

pubblicazioni

Su MORTON:

Libri

Amici, Hardy, Solo così lontano, Londra, 1954.

Carter, Ernestine, Lingua in Chic, Londra, 1974.

Lambert, Eleanor, Mondo della moda: persone, luoghi, risorse, New York e Londra, 1976.

Ginsburg, Madeleine e Prudence Glynn, Alla moda, Londra, 1977.

Amici, Hardy, Ancora qui, Londra, 1984.

Mulvagh, Jane, Vogue History of 20th Century Fashion, Londra, 1988.

***

La moda per l'abbigliamento sportivo negli anni '1920 fu l'ambiente ideale per Digby Morton per fondare la casa londinese di Lachasse, specializzata nella tuta sportiva su misura per donna. Morton è stato introdotto come capo designer di abbigliamento sportivo di uno stabilimento di abbigliamento di proprietà dell'uomo d'affari Fred Singleton. Morton in seguito ha affermato che la sua decisione di chiamare la nuova casa Lachasse era dovuta al fatto che a quel tempo le donne britanniche non avrebbero considerato nient'altro che etichette francesi nei loro guardaroba.

Morton ha trasformato il classico abito di tweed in un capo alla moda attraverso il posizionamento attentamente pianificato di cuciture che davano una linea più decorativa ai tweed irlandesi nativi che usava. Sir Hardy Amies riconosce che l'intricata tecnica di taglio e il design di Morton hanno trasformato il normale abito di tweed di campagna in un capo alla moda, indossato con sicurezza in città e in campagna. La prima collezione di Morton, nel 1929, comprendeva tweed Ardara, grandi lane a spina di pesce e strisce diagonali e quadri nelle combinazioni di colori allora insolite come verde lime chiaro e blu uovo d'anatra con marrone scuro. Morton usava sete stampate francesi di Rodier per camicette e fodere che erano pulite e di ricambio per i dettagli, e molto lontane da quelle che chiamava "camicette postmistress".

La convinzione di Morton che le donne britanniche non potessero indossare con successo abiti vistosi era evidente nei modelli in cui si sforzava di "tradurre le tendenze della moda femminile nel mezzo maschile della sartoria". La sua teoria era che era più difficile eliminare i dettagli che decorare gli indumenti, il che si traduceva in linee semplici che dipendevano per effetto dal suo uso dei tessuti. La preferenza di Morton per i modelli ordinati si rifletteva anche nella sua avversione per la progettazione di abiti da sera, che chiamava abiti da debuttante. Quando iniziò a introdurre l'abbigliamento da sera nelle sue collezioni alla fine degli anni '1940, i suoi modelli si basavano sull'abito da sera su misura.

Dopo cinque anni a Lachasse, Morton ha fondato la sua casa di moda nel 1934. Nel 1939 è stato invitato a disegnare l'uniforme del servizio volontario femminile e durante la seconda guerra mondiale è stato un membro attivo della Incorporated Society of London Fashion Designers, fondata nel 1942 per promuovere esportazioni di moda britannica. Morton ha anche progettato una collezione di indumenti per il programma di abbigliamento Utility del governo britannico (standard senza rifiniture per abbigliamento e articoli per la casa in tempo di guerra), che è entrato in produzione in modo anonimo nel 1942.

Morton divenne più coinvolto nel campo dell'abbigliamento prêt-à-porter nel dopoguerra e riscosse un particolare successo nel mercato americano negli anni '1950. Nel 1953 gli fu chiesto di disegnare la collezione di camicie Lady Hathaway per l'azienda Hathaway, un produttore di camicie da uomo di alta qualità. Copiando il taglio delle camicie da uomo, con piccoli aggiustamenti per la forma femminile, Morton ha creato la collezione con colori brillanti e fantasie con papillon a contrasto. Il successo di questa impresa gli è valso il titolo di Audace Digby by Tempo rivista. Ciò potrebbe aver spinto Morton a chiudere la sua casa di moda nel 1957 e ad entrare nel campo del prêt-à-porter a tempo pieno. Morton ha sempre riconosciuto di sentirsi vincolato dalla couture e la sua vera carriera di designer è iniziata quando ha iniziato a disegnare abiti per la donna media.

Nel 1958 Morton fondò la società Reldan-Digby Morton con Nadler, un grande produttore di moda di proprietà di Cyril Kern. I modelli prêt-à-porter di Morton per Reldan-Digby Morton hanno introdotto al pubblico britannico capi confezionati con un'immagine couture. La collezione di articoli separati è stata ribattezzata Togethers e prodotta nello stabilimento di High Wycombe, nel Buckinghamshire. Hanno avuto successo anche in America, dove alcuni dei modelli più avventurosi come abiti a righe gialle e nere e cappotti da spiaggia nero corvino facevano appello a un mercato particolare.

Nel 1963 Morton iniziò a disegnare abbigliamento maschile, un settore che lo aveva sempre attratto: aveva adottato personalmente lo stile neo-edoardiano così di moda per gli uomini negli anni '1950. Morton ha disegnato la sua prima collezione di abbigliamento maschile in tessuto Trevira per la Fiera di Colonia, uno dei capi più pubblicizzati di cui è stato il Canotta in rete sopra la carne che ha caratterizzato il tessuto della maglia della stringa con la camicia formale. Altri modelli hanno giocato sull'immagine tradizionale dell'abito maschile, con caratteristiche insolite come gli spacchi laterali curvi sui pantaloni formali.

Principalmente un designer di abiti su misura, Digby Morton è stato riconosciuto per il suo uso di tessuti tradizionali in combinazioni di colori insolite. I suoi modelli di alta moda per le donne riflettevano la sua convinzione che il cliente di alta moda britannico richiedesse abiti discreti in buoni tweed che fossero indossabili piuttosto che drammatici.

—Catherine Woram