Dichiarazione delle Nazioni Unite

Dichiarazione delle Nazioni Unite. Subito dopo l'attacco giapponese a Pearl Harbor (7 dicembre 1941), il primo ministro britannico Winston Churchill si affrettò a Washington, DC, e con il presidente Franklin D. Roosevelt annunciò una "Dichiarazione delle Nazioni Unite", aperta a tutte le nazioni, i firmatari della quale costituirono un'alleanza militare contro l '"hitlerismo". Nella dichiarazione, i firmatari hanno affermato i principi della Carta Atlantica (1941) e si sono impegnati a impiegare tutte le loro risorse economiche e militari contro le potenze dell'Asse. Hanno anche promesso di non stipulare armistizi separati o accordi di pace con il nemico. La Dichiarazione segna il primo uso ufficiale del termine "Nazioni Unite". Fu firmato il 1 ° gennaio 1942 dagli Stati Uniti (facendo la sua prima alleanza militare dall'alleanza con la Francia nel 1778), dal Regno Unito e da altre ventiquattro nazioni.

Bibliografia

Dallek, Robert. Franklin D. Roosevelt e American Foreign Policy, 1932-1945. New York: Oxford University Press, 1979.

Charles S. Campbell

Dichiarazione delle Nazioni Unite

I governi firmatari della presente,

Dopo aver sottoscritto un programma comune di scopi e principi incarnato nella Dichiarazione congiunta del Presidente degli Stati Uniti d'America e del Primo Ministro del Regno Unito di Gran Bretagna e Irlanda del Nord del 14 agosto 1941, nota come Carta Atlantica.

Essere convinti che la completa vittoria sui loro nemici sia essenziale per difendere la vita, la libertà, l'indipendenza e la libertà religiosa, e per preservare i diritti umani e la giustizia nelle loro terre così come in altre terre, e che ora sono impegnati in una lotta comune contro forze selvagge e brutali che cercano di soggiogare il mondo Dichiarare :

  1. Ogni governo si impegna a impiegare tutte le sue risorse, militari o economiche, contro i membri del Patto Tripartito e i suoi aderenti con i quali tale governo è in guerra.
  2. Ciascun governo si impegna a cooperare con i governi firmatari e a non concludere un armistizio o una pace separati con i nemici.

La dichiarazione precedente può essere rispettata da altre nazioni che stanno, o potrebbero essere, fornendo assistenza materiale e contributi nella lotta per la vittoria sull'hitlerismo.