Dezhnev, sperma ivanovich

(1605-1673 circa), cosacco; esploratore della Siberia nord-orientale.

Originario della regione del Pomor, sulla Dvina settentrionale, Semen Dezhnev entrò in servizio in Siberia con i cosacchi nel 1630. Le sue spedizioni, in particolare quella del 1648-1649, furono una parte importante della grande spinta verso est che la Russia fece in Siberia durante il XVII secolo .

Con sede a Yakutsk, Dezhnev ha contribuito a esplorare e sorvegliare i fiumi Alazeya e Kolyma nella Siberia nord-orientale. Nel 1647 si mise a cercare e mappare il fiume Anadyr, ma questo tentativo fallì. Deznev ricominciò nel giugno 1648, a capo di novanta uomini. Da Srednekolymsk, il gruppo di Deznev salpò verso nord, poi, raggiunto l'Oceano Artico, virò a est, lungo la costa settentrionale della Russia.

Durante i successivi cento giorni, il gruppo di Dezhnev perse sei delle sette barche. La nave sopravvissuta ha navigato per duemila miglia, aggirando la penisola di Chukotsk, la punta nord-orientale dell'Asia. Così Deznev ei suoi uomini divennero, anche se inconsapevolmente, i primi europei a navigare in quello che in seguito divenne noto come lo Stretto di Bering. Deznev scoprì anche le isole Diomede. Dezhnev aveva navigato tra l'Asia e il Nord America, ma non per un altro secolo, con la Grande Spedizione del Nord di Bering, sarebbe stato dimostrato in modo definitivo che i due continenti non erano fisicamente collegati.

Nell'ottobre 1648, la barca di Deznev fu gettata a terra sulla costa russa del Pacifico, ben a sud dell'Anadyr. Prima che iniziasse l'inverno, il gruppo marciò verso nord, individuando la foce del fiume. Sedici uomini, Deznev compreso, sopravvissero all'accampamento invernale. Nella primavera del 1649, risalirono il fiume e fondarono l'avamposto di Anadyrsk. Nel 1650 e nel 1651, Deznev consolidò il suo controllo sul bacino del fiume, aiutato da Mikhail Stadukhin e Semyon Motora, che avevano raggiunto l'Anadyr orientale via terra. Deznev fu sollevato nel 1659 e tornò a Yakutsk nel 1662. Nel 1672, poco prima della sua morte, tornò a Mosca.