Dellums, ron

24 Novembre 1935

Il membro del Congresso Ronald Vernie Dellums è nato e cresciuto a Oakland, in California. Ha conseguito lauree universitarie presso l'Oakland City College e la San Francisco State University prima di conseguire una laurea in servizi sociali psichiatrici presso l'Università della California a Berkeley. Ha prestato servizio nel Consiglio comunale di Berkeley dal 1967 al 1971 e nel 1970 ha organizzato una campagna di successo per il Congresso. La vittoria di Dellums alle primarie democratiche sul rappresentante di lunga data Jeffrey Cohelan, un liberale bianco che fu lento nell'opporsi alla guerra del Vietnam, fu in gran parte dovuta alla sua opposizione militante alla guerra in un distretto che era il centro del movimento per la pace. L'ottavo distretto di Dellums, che comprende Berkeley, Oakland e la periferia circostante, era per il 70% bianco nel 1993 e l'ottavo distretto più istruito della nazione. Ma il distretto comprende anche West Oakland e East Oakland, due dei ghetti neri più grandi e poveri degli Stati Uniti occidentali. Il quartiere è stato descritto come "un misto di povertà e fermento intellettuale".

Il collegio elettorale unico di Dellums gli ha permesso di mantenere la sua posizione come uno dei politici nazionali più radicali della nazione. La legislazione che ha sponsorizzato includeva progetti di legge per imporre sanzioni contro l'apartheid in Sud Africa, per rimuovere le restrizioni all'aborto e alla marijuana, per creare un sistema sanitario nazionale e per concedere l'amnistia a tutti i resistenti alla guerra del Vietnam. A differenza della maggior parte della sua legislazione, la legge sulle sanzioni sudafricana è stata effettivamente approvata, dopo quindici richieste annuali, nel 1986. Dellums è stato un tafano coerente e imperturbabile da sinistra. Nel 1977 scioccò il Congresso con la sua caratterizzazione del sistema di classe americano: "L'America è una nazione di negri. Se sei nero, sei un negro. I ciechi, gli handicappati, gli ambientalisti radicali, i bianchi poveri, quelli troppo lontani dal a sinistra sono tutti negri. "

Dellums era la principale colomba del Congresso e si opponeva costantemente all'espansione dell'intervento militare e statunitense all'estero. È stato il primo a introdurre una legislazione per impedire il finanziamento dei programmi di armi MX, Pershing II, Midgetman e B-1. Nel 1991 è stato uno dei pochissimi membri del Congresso a rimanere contrario alla guerra nel Golfo Persico dopo che ebbe inizio. A causa della sua anzianità nel Comitato per i servizi armati della Camera, è diventato presidente del comitato nel 1993. Ha anche servito come presidente del Congressional Black Caucus dal 1989 al 1991. Dellums si è ritirato dal Congresso nel febbraio 1998.

Guarda anche Congresso Caucus nero

Bibliografia

Argilla, William L. Just Permanent Interests: Black Americans in Congress, 1870–1991. New York: Amicizia, 1992.

Dellums, Ronald V. e H. Lee Halterman. Sdraiarsi con i leoni: una vita pubblica dalle strade di Oakland alle sale del potere. Boston: Beacon Press, 2000.

Swain, Carol M. Facce nere, interessi neri: la rappresentazione degli afroamericani al Congresso. Cambridge, Mass .: Harvard University Press, 1993.

thaddeus russell (1996)
Aggiornato dall'editore 2005