Dayton, Elias

Dayton, Elias. (1737–1807). Generale continentale. New Jersey. Originario di Elizabethtown, apprendista come meccanico, si unì ai Jersey Blues, divenne tenente il 19 marzo 1756 e prestò servizio in varie stazioni alla frontiera di New York. È salito al grado di capitano. A Elizabethtown fondò un emporio, divenne membro del comitato di sicurezza (6 dicembre 1774) e il 26 ottobre 1775 fu nominato uno dei quattro maestri di adunata della contea di Essex. Nel gennaio 1776 (il 10 o 18) divenne colonnello dei Terzi Continentali del New Jersey, e quel mese prese parte alla cattura della nave da rifornimento britannica, Valle della montagna blu. Alla guida del suo reggimento ad Albany nel maggio 1776, ricostruì Fort Stanwix e costruì Fort Dayton a Herkimer. Vide alcune azioni contro gli indiani prima di rientrare nell'esercito principale a Morristown nel marzo 1777. Prese parte alle scaramucce a Bound Brook e Staten Island (presumibilmente quelle del 13 aprile e del 22 agosto) prima di impegnarsi nelle battaglie di Brandywine (11 settembre ) e Germantown (4 ottobre). Dopo aver trascorso l'inverno a Valley Forge (nella brigata di William Maxwell), guidò il suo reggimento nella campagna di Monmouth (giugno 1778) e poi svolse il servizio di avamposto costiero nel New Jersey. Si unì alla spedizione di Sullivan contro gli Irochesi nella Brigata di Maxwell nel 1779 e gli fu attribuita la distruzione di Runonvea, vicino a Big Flats, il 31 agosto 1779. Dayton e suo figlio Jonathan si rifiutarono di firmare l'approvazione semipolitica che Sullivan ottenne dai suoi ufficiali.

Tornato nel suo stato d'origine per ricongiungersi all'esercito principale sotto Washington, Dayton ha avuto un ruolo importante nel ritardare e fermare il Raid di Springfield del generale William Knyphausen (7-23 giugno 1780). Durante questa e precedenti operazioni prestò servizio vicino alla sua casa, Elizabethtown, e in netto contrasto con patrioti come John Cadwalader e Philemon Dickinson, non solo rimase con l'esercito continentale piuttosto che dimettersi per diventare un generale della milizia, ma rifiutò anche l'elezione a Congresso. Dopo le dimissioni del generale Maxwell nel luglio 1780, Dayton divenne il comandante ad interim della Brigata del New Jersey per il resto della guerra. Durante l'ammutinamento della New Jersey Line nel gennaio 1781, Dayton ha mostrato abilità nel gestire le truppe scontente sotto il suo comando. Nella riorganizzazione del 1 gennaio 1781, Dayton lasciò il Terzo New Jersey per diventare comandante del Secondo New Jersey. Dayton guidò le truppe del New Jersey nella campagna di Yorktown. Su insistenza di Washington fu nominato generale di brigata il 7 gennaio 1783.

Dopo essere tornato alla sua attività a Elizabethtown divenne un importante cittadino, legislatore statale e maggiore generale della milizia; fu anche nel Congresso continentale nel 1787-1788. Un amico personale di Washington, si dice che gli abbia dato una somiglianza fisica.