Daniel, yuli markovich

(1925–1988), traduttore, autore, imputato in un processo farsa.

Nato a Mosca, Yuli Daniel ha combattuto nella seconda guerra mondiale, poi ha studiato all'Istituto regionale degli insegnanti di Mosca. Ha iniziato la sua carriera letteraria come traduttore di poesie.

Durante il disgelo culturale che seguì il discorso segreto di Nikita Khrushchev nel 1956, Daniel iniziò a scrivere racconti per conto suo. Questi includono "This Is Moscow Speaking" (1962), "Hands" (1963) e "The Man from MINAP" (1963). Le storie di Daniel erano satiriche e assurde. Ad esempio, il protagonista di "The Man from MINAP" è in grado di scegliere il sesso di qualsiasi bambino che padri. Per creare un ragazzo, pensa a Karl Marx al momento del concepimento; per una ragazza, fantastica su Klara Zetkin. In "This Is Moscow Speaking", un giorno d'estate nel 1960 è designato "National Murder Day", un ovvio - e audace - riferimento al terrore stalinista.

Anche sotto Krusciov, Daniel non pubblicò in URSS, ma in Occidente, sotto lo pseudonimo di Nikolai Arzhak. Nondimeno, per il momento, Daniele rimase al sicuro da una reale persecuzione. Tuttavia, la cacciata di Krusciov nel 1964 e l'ascesa di Leonid Brezhnev portarono a un profondo ridimensionamento culturale. Daniel è stato tra le prime delle sue vittime.

Nel 1965 Daniel fu arrestato, con il collega autore Andrei Sinyavsky (che usava il nom de plume Abram Tertz). Entrambi furono processati nel febbraio 1966, accusati dall'accusa di "aver versato fango su ciò che è più santo e più puro". Agli autori è stato permesso di parlare in propria difesa, ma il processo è stato condotto in stile stalinista, con il suo esito determinato in anticipo. Sinyavsky fu condannato a sette anni di lavori forzati, Daniel a cinque anni. Il processo Sinyavsky-Daniel è stato il chiaro segno del regime per l'intellighenzia sovietica che il liberalismo di Krusciov era alla fine.

Dopo aver scontato la pena, a Daniel fu proibito di tornare a Mosca. Si stabilì a Kaluga per diversi anni, prima di poter finalmente tornare nella capitale.