Daniel cosio villegas

Un insegnante e impiegato statale, Daniel Cosío Villegas (1898-1976) era meglio conosciuto per i suoi studi di ampio respiro sulla storia messicana. Divenne noto per la sua lucidità e capacità intellettuale in economia, storia e scienze politiche.

Daniel Cosío Villegas è nato in una casa della classe medio-bassa a Città del Messico nel 1898. Durante la sua infanzia la sua famiglia ha vissuto in diverse città messicane. Successivamente ha conseguito la laurea in arti e lettere presso la National Preparatory School. Dopo aver studiato una varietà di materie, tra cui ingegneria e filosofia, ha conseguito una laurea in giurisprudenza presso la Scuola Nazionale di Giurisprudenza del Messico nel 1925. Cosío Villegas eccelleva come studente ed era attivo negli affari studenteschi. Successivamente ha ricoperto il ruolo di capo della Federazione studentesca del Distretto Federale Messicano, della Federazione Nazionale Studentesca Messicana e della Federazione Studentesca Internazionale.

Gli studi post-laurea di Cosío Villegas riflettevano i suoi interessi di ampio respiro. Ha studiato economia ad Harvard ed economia agraria sia all'Università del Wisconsin che alla Cornell University. Poi è andato in Europa, dove ha studiato economia e scienze politiche. Al suo ritorno in Messico, Cosío Villegas iniziò a lavorare presso il Ministero dell'Istruzione, iniziando una carriera nel servizio pubblico che sarebbe durata più di un terzo di secolo.

In questo momento Cosío Villegas è stato fortemente influenzato dalla rivoluzione messicana recentemente conclusa. Il suo spirito post-rivoluzionario ha portato a un impegno a servire lo sviluppo messicano. Questo desiderio a sua volta lo portò a concentrarsi sull'economia, un campo che riteneva fosse la chiave per lo sviluppo del Messico.

All'età di 30 anni, Cosío Villegas era un segretario generale dell'Università del Messico. In quell'anno creò una sezione speciale di economia dell'università, che si sviluppò nella National School of Economics. Dopo l'inizio delle lezioni di economia, Cosío Villegas ha notato una mancanza di testi di economia disponibili in spagnolo. Di conseguenza, nel 1934 fondò il Fondo de Cultura Económica, che divenne una delle case editrici accademiche più rispettate nel mondo di lingua spagnola. Sempre negli anni '1930 ha fondato la rivista Quartiere economico, che ha spostato il fulcro della discussione economica messicana dalla teoria astratta e le considerazioni delle nazioni europee alla realtà concreta del Messico.

Cosío Villegas ha continuato il suo servizio pubblico ed è stato nominato incaricato d'affari messicano a Lisbona. Stava servendo lì nel 1937 mentre la guerra civile spagnola si intensificava. Organizzò personalmente che molti intellettuali spagnoli venissero in Messico. Con la sconfitta del governo repubblicano in Spagna, la loro permanenza in Messico divenne permanente. Gli spagnoli insegnavano e facevano ricerca presso la Casa de España, che Cosío Villegas aiutò a organizzare per loro. Questa istituzione divenne in seguito il Colegio de México, che è uno dei principali centri di ricerca in scienze sociali in America Latina.

Cosío Villegas ha continuato a prestare servizio al governo come consigliere economico del segretario del tesoro messicano, della Banca del Messico e dell'ambasciata messicana a Washington. Inoltre è stato consigliere di delegazioni messicane in varie conferenze internazionali. Dal 1957 al 1968 è stato ambasciatore del Messico presso il Consiglio economico e sociale delle Nazioni Unite.

Cosío Villegas ha combinato il servizio governativo con l'insegnamento presso la National Preparatory School, l'Università Nazionale e il Colegio de México a Città del Messico. Ha anche insegnato all'Università Centrale di Madrid in Spagna e all'Università del Texas ad Austin.

Questo periodo intermedio della sua vita fu anche uno dei prodigi studiosi in storia, economia, relazioni internazionali e scienze politiche. Inoltre Quartiere economico, ha fondato e curato Storia messicana e una rivista sulle relazioni internazionali, Forum internazionale.

Verso la fine degli anni Quaranta Cosío Villegas iniziò a sentire quella che descriveva come una "generale disillusione sul clima politico" del Messico, a causa dell'enfasi sulla stabilità e sulla crescita economica piuttosto che sulla giustizia sociale e sull'apertura politica. Così ha spostato la sua attenzione sulla storia messicana, sperando che questo illuminasse le priorità della società messicana e rendesse le persone consapevoli degli obiettivi originali della rivoluzione messicana.

Il suo studio della storia messicana lo ha occupato per oltre un decennio e ha portato alla pubblicazione del monumentale dieci volumi Storia moderna del Messico. Lo storico di Harvard John Womack, Jr., l'ha definita "la più grande opera storica sul Messico moderno". Cosío Villegas ha scritto cinque dei dieci volumi della serie e ha supervisionato il gruppo di giovani messicani che hanno scritto gli altri cinque. Così non solo ha creato un'opera accademica monumentale, ma ha contribuito a formare un'intera generazione di storici messicani.

L'energia di Cosío Villegas è indicata dalla sua attività nel suo 60 ° anno. Stava ancora lavorando per coordinare il Storia moderna del Messico, era presidente del Colegio de México e del Consiglio economico e sociale del Messico e dirigeva due delle riviste da lui fondate, Storia messicana e forum internazionale.

Nel 1968, dopo la sanguinosa repressione delle manifestazioni studentesche in Messico, come affermò in un'intervista Cosío Villegas, iniziò a provare una "generale insoddisfazione per la situazione del Paese". Così lasciò il servizio governativo e divenne un saggista commentando la scena messicana. Ha scritto una colonna regolare in Excelsior, Messico 's eccezionale giornale, e inoltre ha pubblicato una serie di libri popolari sul sistema politico messicano. Il grado in cui Cosío Villegas era in contatto con il pubblico è indicato dalla stampa dei suoi libri. Ne furono stampate 80,000, un record di vendite fenomenale per il Messico.

Ha continuato in questo ruolo di saggista critico fino al momento della sua morte. Dopo la sua morte l'allora presidente del Messico Luis Echeverría ha parlato di lui come di un "intellettuale e insegnante onesto e coraggioso" e lo scrittore messicano Octavio Paz ha notato la sua "coscienza incorruttibile". Un necrologio in American Historical Review lo lodò come il "decano degli storici del Messico moderno".

Gli onori ricevuti da Cosío Villegas superano di gran lunga lo spazio disponibile per elencarli. Comprendeva l'appartenenza al Colegio Nacional del Messico, un riconoscimento a vita limitato a 20 membri e la presidenza dal 1957 al 1963 del Colegio de México.

Ulteriori letture

Nessuna biografia di Cosío Villegas è stata pubblicata in inglese. Tuttavia, molti dei suoi libri, incluso Una storia compatta del Messico (Città del Messico, 1974), sono state tradotte in inglese. Ulteriori informazioni sul Messico in questo momento possono essere trovate in Cambiamento in America Latina: le rivoluzioni messicane e cubane (1961); Gli Stati Uniti contro Porfirio Diaz (1963); e Estremi americani (1964).

Fonti aggiuntive

Cosío Villegas, Daniel, Ricordi, Messico: J. Mortiz, 1976, 1977 a stampa.

Krauze, Enrique, Daniel Coso Villegas, una biografia intellettuale, Messico: J. Mortiz, 1980. □