Cospirazione Blount

The Blount Conspiracy ha coinvolto un tentativo del senatore statunitense William Blount di dare il controllo del Vecchio Sudovest alla Gran Bretagna. Per aver violato la neutralità americana e messo a repentaglio le relazioni diplomatiche con la Spagna, Blount è stata la prima persona espulsa dal Senato degli Stati Uniti.

Originario della Carolina del Nord, Blount (1749-1800) entrò in politica per promuovere i suoi interessi economici e fu uno dei firmatari della Costituzione degli Stati Uniti nel 1787. Dopo aver contribuito a fondare il Tennessee, fu eletto al Senato degli Stati Uniti da quello stato nel 1796 Blount si impegnò ad acquistare milioni di acri di terra del sud-ovest prima che i valori crollassero quando scoppiò la guerra tra Gran Bretagna e Spagna nel 1796. Nella Carolina del Nord, Blount fu perseguitato dai creditori e sfuggì alla prigione del debitore solo chiedendo la sua immunità senatoria. Temendo che la Francia politicamente e socialmente instabile avrebbe preso il controllo del fiume Mississippi, il senatore federalista entrò in una cospirazione che cercava di unire il vecchio sud-ovest alla Gran Bretagna, che aveva garantito la navigazione del fiume degli Stati Uniti nel trattato del 1783. Il piano prevedeva tre spedizioni che avrebbero attaccato l'Impero spagnolo a New Madrid, New Orleans e Pensacola nell'autunno del 1797. Blount avrebbe guidato le forze di New Orleans, composte da uomini di frontiera bianchi e Choctaw.

Una lettera scritta da Blount il 21 aprile 1797 ha rivelato il suo coinvolgimento con gli inglesi. L'amministrazione del presidente John Adams ricevette il documento a metà giugno 1797. Il 3 luglio Adams inviò un messaggio al Congresso su Blount. Mentre Blount sedeva in Senato, la lettera è stata letta ad alta voce. Chiamato dal vicepresidente Thomas Jefferson per una spiegazione, Blount divenne visibilmente pallido e chiese il tempo di consultare i suoi documenti. Il Senato gli diede ventiquattro ore. Blount ha quindi preso il volo e il 4 luglio non si è presentato per rispondere alle domande. Entro il 5 luglio, la notizia della lettera di Blount era diventata di dominio pubblico e il 6 luglio è tornato a Filadelfia nel mezzo di una protesta nazionale. Il 7 luglio la Camera dei Rappresentanti ha votato il primo impeachment nella storia della nazione. L'8 luglio il Senato ha votato 25 a 1 per espellere Blount per aver agito in contrasto con la sua fiducia e il suo dovere pubblico. Verso la fine di luglio, il tribunale distrettuale federale ha emesso un mandato di arresto per Blount. Il senatore ha evitato il maresciallo ed è partito per il Tennessee il 2 agosto.

Blount divenne quindi il primo uomo ad affrontare l'impeachment negli Stati Uniti. Il 25 gennaio 1798, la Camera lo accusò di cinque articoli di impeachment, inclusa la cospirazione per condurre una spedizione militare dal suolo statunitense contro la Spagna in violazione del Neutrality Act (1794) e incitando gli indiani a iniziare le ostilità contro la Spagna in violazione del Trattato di Pinckney ( 1795). L'impeachment non ha danneggiato Blount a casa, dove il politico immensamente popolare ha vinto le elezioni per la legislatura del Tennessee nello stesso anno. Il 14 gennaio 1799, il Senato ha votato per respingere l'impeachment sulla base della mancanza di giurisdizione. I motivi esatti del licenziamento non sono mai stati chiariti. Blount morì da eroe per i Tennessi nel 1800.