Corti signorili

corti signorili. Dopo la conquista normanna il sistema della proprietà terriera feudale richiedeva al signore del maniero di fornire una corte per i suoi inquilini. Tali corti "signorili" erano la corte d'onore e il barone di corte, per gli inquilini liberi, e la corte consuetudine per gli inquilini o villani non liberi. La corte d'onore, la principale corte signorile, cadde presto in disuso. Al barone di corte erano presenti tutti gli inquilini liberi che erano sia i suoi corteggiatori che i suoi giudici. Decise questioni di possesso, adempimento o inadempimento di servizi feudali, pagamento di quote feudali e controversie tra inquilini liberi dello stesso signore. Il tribunale consuetudinario (o litigio) era il tribunale per inquilini o villici non liberi ed era presieduto dall'amministratore o dall'ufficiale giudiziario del signore. Decideva questioni relative alla prestazione o inadempimento di servizi feudali e anche controversie tra inquilini non liberi (es. Debiti e aggressioni minori) e inquilini detenuti per mandato non libero. Ha inoltre assicurato che i servizi agricoli e l'uso del suolo necessari alla corretta manutenzione del maniero fossero debitamente eseguiti. Il signore avrebbe spesso il permesso di tenere la corte locale delle cento corti per prendere il punto di vista della franchezza e per ascoltare casi criminali minori, come aggressioni, molestie e violazioni delle Assise di Pane e Birra. Questa leetta di corte era quindi anche una corte "signorile", sebbene la sua giurisdizione non derivasse dal rapporto feudale di per sé, ma dalla concessione reale.

Alla fine le distinzioni tra le corti signorili e le corti di giustizia divennero sfumate; il barone di corte svanì nell'oblio e l'abitudine di corte sopravvisse come tribunale per inquilini liberi e non liberi allo stesso modo. Questa corte e la corte di corte erano entrambe tenute dall'amministratore del lord nello stesso luogo, tradizionalmente la sala del maniero. Le corti signorili erano in declino nel XV secolo, ma molte delle corti rimasero sopravvissute come base per nuove città e governo locale.

Maureen Mulholland