Corn shuckin ‘on the plantation

Rituale. Il mais era un vero raccolto americano e il compito di mondare, o "sgusciare", il mais divenne un rito del raccolto in tutta la nazione. Oltre a consumare il mais come farina o hominy, i contadini americani lo usavano per nutrire i loro maiali e per fare liquori. Il processo di prendere il mais dagli steli e accatastarlo nel cortile o nel granaio è iniziato all'inizio di novembre. Tra quel momento e la metà di dicembre è stato necessario rimuovere la buccia dal mais. Questo era un periodo in cui la maggior parte del lavoro agricolo era completato e gli operai erano piuttosto inattivi, quindi la mondatura era una buona ragione per un raduno. È stato definito un "affare di mutua assistenza" poiché il compito è stato raramente svolto da una famiglia. Ma anche se lo shuckin del mais veniva praticato in tutti gli Stati Uniti, c'erano delle variazioni nel modo in cui veniva organizzato e praticato. Queste variazioni erano principalmente regionali, ma anche altri fattori come la ricchezza hanno avuto un'influenza.

Differenze regionali. Nei territori occidentali e nell'alto sud, la pulitura era dominata e competitiva dai maschi.

In queste regioni solo uomini e ragazzi sbucciavano mentre le donne preparavano il cibo. La pulitura avveniva di solito in una notte di luna. È iniziato dopo che due giovani, nominati capitani, hanno scelto le loro squadre e si sono sistemati sui lati opposti di un mucchio di mais alto quattro piedi. Il lato che ha sgusciato più mais ha vinto. L'alcol è stato fornito per tutta la serata, ma in particolare dopo il completamento dei lavori. Quando la mondatura fu terminata, il cibo fu servito e "a mezzanotte i sobri furono trovati ad assistere l'ubriaco a casa". Nelle regioni costiere del sud e del New England il mais shuckin 'ha assunto uno stile diverso. Uomini e donne, e talvolta bambini, sedevano alternativamente in cerchio attorno al mucchio di mais e venivano mondati insieme. Il bere era di solito una parte del rituale per gli uomini, ma in queste regioni l'enfasi era sulle relazioni familiari piuttosto che sulla competizione.

Plantation South. Nel profondo sud il mais shuckin 'era una celebrazione elaborata che intrecciava molte attività diverse. In una piantagione il proprietario ha avviato l'evento inviando la notizia che ci sarebbe stato un mais sgusciato. Con l'avvicinarsi della sera, gli schiavi delle piantagioni vicine cominciarono ad arrivare cantando. I bianchi, invitati a guardare le attività, si sono radunati anche nel portico con il piantatore e la sua famiglia. Quando gli schiavi furono raccolti nel cortile, che era illuminato da nodi di pino in fiamme, il piantatore si rivolse loro, in alcuni casi pronunciando persino un discorso formale per iniziare i festeggiamenti.

La scelta di Lati. Si formarono le squadre e si selezionarono i capitani. Essere scelto il capitano è stato un grande onore, non solo un riconoscimento della sua velocità e abilità come shucker, ma un segno delle sue capacità di leadership. Anche un capitano doveva essere in grado di cantare. I capitani ricevevano distintivi e sfilavano per il cortile, accettando gli onori sia degli schiavi che dei bianchi. Dopo la parata dei capitani ogni squadra si è posizionata su un lato di un mucchio di mais e ha avuto inizio lo shuckin '.

Cantando. Mentre le due parti gareggiavano, i capitani, spesso seduti in cima alla pila, cantavano per mantenere le loro squadre in movimento e lavorare insieme. Il capitano ha cantato una strofa e la squadra ha risposto. Una canzone tipica recitava come segue:

Gli [schiavi] di Massa sono viscidi e grassi,
Oh! Oh! Oh!
Brilla proprio come un nuovo cappello di castoro,
Oh! Oh! Oh!
Venite qui e sgusciate questo mais,
Oh oh oh!
Il più grande mucchio di mais visto da quando sono nato,
Oh! Oh! Oh!
Gli [schiavi] di Jones sono magri e poveri
Oh! Oh! Oh
Non so se non hai niente da mangiare o no,
Oh! Oh! Oh
Venite qui e sgusciate questo mais,
Oh oh oh!
Il più grande mucchio di mais visto da quando sono nato,
Oh! Oh! Oh!

Il capitano aveva canzoni per mantenere il ritmo o accelerarlo, per incoraggiare la squadra o per intrattenere e alleggerire il lavoro.

"Presidenza." Quando lo shuckin 'finì e fu riconosciuto il lato vincente, l'ospite fu cercato per un giro nel cortile su una sedia che veniva issata sopra le spalle degli schiavi. Dato che lo shuckin 'di solito finiva a tarda notte, a volte era necessario alzare il padrone di casa dal letto per la "presidenza". Dopo la presidenza il maestro ha chiesto che venisse servito il cibo. Il pasto ha aggiunto alla qualità festosa dell'evento. Non era solo la quantità di cibo e bevande, che sola era speciale per lo schiavo, ma anche la varietà dei piatti preparati. Una descrizione elencata: "Carni fresche, torta di pollo, prosciutto, tacchino freddo, pollo fritto, caffè caldo e diversi tipi di torte al piatto". Un altro registrato: "pagnotta, biscotti, prosciutto, maiale, torta di pollo, crema di zucca, torte dolci, torta di mele, torta di uva, caffè, latte dolce, latticello, conserve, insomma una ricca festa di tutto ciò che la fattoria". Durante la cena uno degli schiavi, di solito un capitano o un oratore particolarmente bravo, fungeva da maestro di cerimonie, commentando la serata e brindando al padrone di casa e alla padrona di casa.

La danza. Quando la cena fu completata, i tavoli furono sparecchiati, fu chiamato il violinista e iniziò il ballo. Come il mais sgusciato, la danza si è svolta in uno schema circolare, o anello, su una pista da ballo con piattaforma di legno. Il violinista era accompagnato da battiti di mani; schiocco delle dita; accarezzando le braccia, le gambe o il petto; e il suono ritmico dei piedi che danzano sulle assi. Sono stati eseguiti diversi passi di danza per mostrare l'abilità del ballerino. Il ballo non era riservato a nessun gruppo di età particolare e tutti gli schiavi, giovani e anziani, si univano. A volte c'erano gare tra ballerini che continuavano fino a quando uno non si arrendeva. Le celebrazioni continuarono per ore, a volte fino all'alba, momento in cui gli schiavi tornarono alle rispettive case.