Consiglieri Mandamus

Consiglieri di Mandamus. Il Massachusetts Government Act del 20 maggio 1774 (chiamato anche Massachusetts Regulating Act), uno degli Intolerable Acts, prescriveva che a partire dal 1 ° agosto il Consiglio del Massachusetts, la camera alta della legislatura, non sarebbe più stato eletto con voto congiunto del membri entranti della Camera dei Rappresentanti e membri uscenti del Consiglio (come previsto dalla Carta del 1692). Piuttosto, sarebbe stato nominato dal governatore su un "mandato reale di mandamus". I trentasei uomini nominati dal governatore Thomas Gage, solo due dei quali erano stati tra i ventotto consiglieri eletti in precedenza, divennero uomini contrassegnati, i loro nomi furono pubblicati dalla stampa radicale insieme a "Indirizzi" e "Manifestanti". Solo venticinque dei trentasei hanno accettato la posizione e nove di loro si sono presto dimessi. Sei dei restanti consiglieri vivevano a Boston, dove furono protetti, fino a un certo punto, dall'esercito britannico. Degli ultimi dieci che vivevano altrove, tutti furono cacciati in esilio a Boston. Dopo che John Murray, un rappresentante di lunga data di Rutland, era fuggito a Boston, un gruppo di vicini, uomini che avevano votato per lui dal 1751, disse a suo figlio che la sua casa sarebbe stata distrutta se non si fosse dimesso. Una folla di quattromila uomini armati costrinse Thomas Oliver a dimettersi. Il vecchio Israel Williams di Hatfield ha cercato di nascondersi nel suo camino quando una folla è arrivata a chiamare, ma è stato fumato fuori quando le porte sono state chiuse e un incendio è iniziato all'interno. Questi episodi di intimidazione e violenza dimostrano il potere del movimento di resistenza nel forzare la rinuncia a quei leader tradizionali che cercavano di rimanere fedeli alla Gran Bretagna.