Cono, james h.

5 Agosto 1938

Il teologo James Hal Cone è nato a Fordyce, in Arkansas, nel 1938 ed è cresciuto a Bearden, in Arkansas. Ha conseguito lauree presso il Philander Smith College (BA), il Garrett Theological Seminary (BD) e la Northwestern University (MA, Ph.D.). Le sue identità intellettuali, emotive e razziali si sono sviluppate da due fili delle sue esperienze d'infanzia. In primo luogo, il sano incoraggiamento e sostegno della Chiesa episcopale metodista africana e della comunità nera di Bearden hanno rafforzato il suo fondamentale senso di autostima e le sue convinzioni cristiane. In secondo luogo, gli effetti negativi della segregazione e del razzismo bianco lo hanno lasciato con un'intolleranza per la discriminazione.

Nato in una famiglia di mezzi modesti (suo padre tagliava la legna), Cone ha sperimentato la povertà e ha imparato ad apprezzare i problemi dei poveri nella società americana. Suo padre divenne il suo modello decisivo per ciò che significava essere un uomo afroamericano povero e orgoglioso in una società prevalentemente bianca.

Le riflessioni teologiche di Cone sono il prodotto dei movimenti per i diritti civili e del potere nero degli anni '1950 e '1960. Sebbene abbia conseguito il Ph.D. nel 1965 e ha insegnato al Philander Smith College e all'Adrian College, la creatività teologica di Cone ha dato i suoi frutti con il suo primo libro, Teologia nera e potere nero (1969). Questo testo catapultò Cone, allora professore universitario poco conosciuto, nella prestigiosa facoltà internazionalmente riconosciuta dell'Union Theological Seminary di New York.

Teologia nera e potere nero è stata la prima opera accademica pubblicata sulla teologia nera. Cone sosteneva che il movimento Black Power degli anni '1960 fosse la rivelazione di Gesù Cristo. Al contrario, le chiese bianche nordamericane rappresentavano l'Anticristo e quindi non erano cristiane. Allo stesso modo, tutte le chiese nere che si schierano con il cristianesimo bianco erano malvagie. Fondamentalmente, le istituzioni religiose potevano trovare la presenza di Dio solo nelle ribellioni urbane e nell'organizzazione di comunità tra i poveri neri americani. Solo quando i poveri avranno ottenuto la loro piena umanità, tutti potranno essere liberi; da qui la dimensione universale della teologia nera.

Un ulteriore trattamento sistematico dei poveri e della fede cristiana apparve nel libro successivo di Cone, Una teologia nera della liberazione (1970). Questo lavoro ha segnato il primo tentativo di sviluppare una teologia nera indagando le principali dottrine della chiesa attraverso gli occhi dei poveri afroamericani. Ha trasformato gli studi religiosi neri in una teologia sistematica. In reazione alla sua eccessiva dipendenza dai sistemi di pensiero religiosi bianchi, The Spirituals and the Blues: An Interpretation (1972), il terzo libro di Cone, indica la svolta principale della teologia nera verso le fonti religiose create dalla chiesa e dalla comunità afroamericana. Se la teologia nera era un'espressione di fede dei poveri afroamericani, credeva Cone, allora una tale teologia doveva nascere organicamente dalla stessa esperienza afroamericana.

Il suo quarto testo, Dio degli oppressi (1975), segna la seconda teologia nera sistematica della liberazione di Cone, questa volta basata sulle sue esperienze personali e sulle risorse nere.

Cone ha chiuso gli anni '1970 coedendo (con Gayraud Wilmore) Teologia nera: una storia documentaria, 1966-1979 (1979). Dopo La mia anima guarda indietro (1982) Per il mio popolo (1984), e Parlando della verità (1986), pubblicato Cone Martin e Malcolm e l'America (1991), un progresso pionieristico della teologia nera nella discussione popolare tradizionale.

Nel 1999, Cone ha pubblicato Rischi della fede: l'emergere di una teologia nera della liberazione, che ripercorre il movimento per i diritti civili dagli anni Cinquanta alla fine del Novecento.

Guarda anche Chiesa episcopale metodista africana; Movimento Black Power; Movimento per i diritti civili, Stati Uniti

Bibliografia

Cono, James H. Per il mio popolo: teologia nera e Chiesa nera. Maryknoll, NY: Orbis Books, 1984.

Cono, James H. Rischi della fede: l'emergere di una teologia nera della liberazione. Boston: Houghton Mifflin, 1999.

Hopkins, Dwight N. Scarpe che si adattano ai nostri piedi: fonti per una teologia nera costruttiva. Maryknoll, NY: Orbis Books, 1993.

Satya. "Malcolm e Martin: Ancora Insegnanti di resistenza: The Satya Intervista con James H. Cone. "Disponibile da .

dwight n. hopkins (1996)
Aggiornato dall'editore 2005