Conferenze di Ginevra

Conferenze di Ginevra. Nel ventesimo secolo gli Stati Uniti hanno partecipato a diverse conferenze diplomatiche tenutesi a Ginevra, in Svizzera. La prima grande conferenza fu una conferenza sul disarmo navale convocata dal presidente Calvin Coolidge nel 1927. Fu uno sforzo infruttuoso estendere le restrizioni sulla costruzione di navi militari ad incrociatori, cacciatorpediniere e sottomarini, nessuno dei quali era stato coperto dalla cinque-potenza trattato firmato a Washington, DC, cinque anni prima.

Tra il 1932 e il 1934 gli Stati Uniti parteciparono a una conferenza generale sul disarmo di cinquantanove nazioni indetta dalla Società delle Nazioni a Ginevra. La conferenza si è concentrata sugli armamenti terrestri. Gli Stati Uniti hanno proposto l'abolizione di tutti gli armamenti offensivi e, quando questo non ha ottenuto l'approvazione, hanno proposto una riduzione del 30% di tutti gli armamenti. La Germania, l'Italia e l'Unione Sovietica accolsero favorevolmente questo piano, ma la Francia, preoccupata per il potere crescente della Germania, lo rifiutò. Con il ritiro della Germania dalla Società delle Nazioni nell'ottobre 1933, il fallimento della conferenza sul disarmo divenne chiaro. Si è aggiornato nel giugno 1934.

Nel 1947 gli Stati Uniti parteciparono a una conferenza tariffaria internazionale a Ginevra. Questa conferenza ha preparato un progetto di carta per una proposta di organizzazione commerciale internazionale e ha prodotto un accordo generale sulle tariffe e sul commercio. Una conferenza internazionale alla quale hanno partecipato gli Stati Uniti; l'Unione Sovietica; Gran Bretagna; Francia; La Repubblica popolare cinese; gli Stati associati di Vietnam, Laos e Cambogia; la Repubblica Democratica del Vietnam, la Corea del Nord e la Corea del Sud si tenne a Ginevra nell'estate del 1954. Fu uno sforzo per raggiungere un accordo sui problemi della Corea e dell'Indocina. I colloqui sull'unificazione coreana si sono bloccati, ma i partecipanti hanno concordato un cessate il fuoco in Corea; indipendenza per Laos e Cambogia; e una temporanea divisione dell'Indocina, in attesa delle elezioni. Nel luglio 1955 si tenne a Ginevra la prima grande conferenza al vertice est-ovest. I principali partecipanti erano il presidente Dwight D.Eisenhower (Stati Uniti), il primo ministro Anthony Eden (Gran Bretagna), il premier Edgar Faure (Francia) e il premier Nikolai Bulgan insieme al leader del Partito Comunista Nikita Khrushchev (Unione Sovietica). Il termine "spirito di Ginevra" esprimeva un'aspettativa pubblica che la conferenza avrebbe allentato la tensione internazionale. Tuttavia, né la proposta di Eisenhower per un piano di ispezione "cieli aperti" che consentisse ad americani e sovietici di condurre ricognizioni aeree sul territorio dell'altro, né la proposta sovietica di un ritiro reciproco delle forze dall'Europa, fecero progressi.

Nel maggio 1961 si tenne a Ginevra una conferenza di quattordici nazioni, compresi gli Stati Uniti, nel tentativo di risolvere il conflitto in Laos tra il governo centrale e le forze del filocomunista Pathet Lao. Dopo lunghe discussioni, nel luglio 1962 i conferenzieri accettarono l'istituzione di un governo di coalizione neutrale in quel paese.

Nel dicembre 1973 il segretario generale delle Nazioni Unite Kurt Waldheim convocò a Ginevra la prima conferenza di pace arabo-israeliana alla presenza dei ministri degli esteri di Stati Uniti, Unione Sovietica, Egitto, Giordania e Israele. La Siria ha rifiutato di partecipare e l'OLP non è stata invitata. I colloqui iniziali furono successivamente proseguiti attraverso altri canali, portando infine agli accordi di Camp David nel 1978.

Gli Stati Uniti hanno anche partecipato a una serie di conferenze sul controllo internazionale delle armi nucleari che si sono tenute a Ginevra in modo intermittente dal 1958. Questi negoziati hanno contribuito a preparare la strada per il Nuclear Test Ban Treaty (1963), il Nuclear Nonproliferation Treaty ( 1968) e il Trattato sulle limitazioni degli armamenti strategici (1972). Nel novembre 1985 il presidente Ronald Reagan e il segretario generale Mikhail Gorbachev si incontrarono a Ginevra e dichiararono la loro intenzione di cercare una riduzione del 50% delle armi nucleari strategiche.

Bibliografia

Bischof, Günter e Saki Dockrill, eds. Tregua della guerra fredda: il vertice di Ginevra del 1955. Baton Rouge: Louisiana State University Press, 2000.

Cavo, James. La Conferenza di Ginevra del 1954 sull'Indocina. New York: St.Martin's Press, 1986.

Garthoff, Raymond L. La grande transizione: relazioni tra Stati Uniti e Unione Sovietica e la fine della guerra fredda. Washington, DC: Brookings Institution, 1994.

Max PaulFriedman

John LewisGaddis