Condorcet, marie-jean caritat, marchese de (nome completo marie jean-antoine nicolas de caritat; 1743–1794)

CONDORCET, MARIE-JEAN CARITAT, MARQUIS DE (nome completo Marie Jean-Antoine Nicolas de Caritat; 1743–1794), filosofa e matematica dell'Illuminismo francese e politica radicale durante la Rivoluzione francese. Rampollo di una nobile famiglia provinciale (fu cresciuto dalla sua pia madre vedova nella regione della Piccardia del nord della Francia), Condorcet fu probabilmente il membro più importante dell'ultima generazione di filosofi illuministi.

Educato per la prima volta dai gesuiti di Reims, di cui detestava la crudeltà fisica e psicologica, era comunque uno studente brillante. Nel 1758 entrò nel Collegio di Navarra dell'Università di Parigi, celebre per la matematica e la fisica sperimentale. Condorcet è stato guidato da Girault de Kéroudon, un insegnante di talento di filosofia naturale che ha incoraggiato il suo talento per la matematica astratta. Condorcet difese la sua tesi nel 1759 davanti al grande matematico d'Alembert (1717–1783), che divenne il suo secondo mentore. Il suo primo importante articolo di matematica fu accettato nel 1764 dall'Accademia delle scienze (che lo accolse nel 1769) e gli portò un rapido riconoscimento dalla comunità scientifica.

La vita di Condorcet, tuttavia, non si limitava alla pura matematica. Dal 1770 in poi, fu uno dei filosofi che cercavano di rimodellare lo stato francese. Con Julie de l'Espinasse, la celebre hostess del salone, d'Alembert lo ha introdotto alla comunità degli enciclopedisti. Condorcet fu eletto all'Académie Française nel 1782 e nel 1786 sposò la sua amata Sophie de Grouchy. La convenzione attribuisce il suo feroce senso di ingiustizia e la sua dedizione all'istruzione pubblica laica all'intolleranza dei suoi nobili parenti e alla crudeltà dei gesuiti, ma derivavano anche dalla sua spietata analisi logica degli eventi intorno a lui. Protegé di Turgot, ministro delle finanze di Luigi XVI, Condorcet ha lavorato instancabilmente per riformare il sistema finanziario della Francia secondo i principi del libero scambio; dopo Voltaire, si è opposto all'ingiustizia del sistema giuridico francese e all'abolizione della schiavitù e della pena capitale. Negli anni Ottanta del Settecento le violente lotte tra i parlamentari e il monarca lo portarono a sviluppare una "Aritmetica politica": carte argomentate matematicamente su argomenti di interesse pubblico. L'ultimo sussulto dell'Illuminismo, razionalizzando le interazioni tra agenti politici, era un'antitesi a quella di Montesquieu Spirito delle leggi o di Rousseau Contratto sociale. "Concerning Elections" sostiene, ad esempio, che le elezioni dovrebbero creare un consenso statistico sulla logica delle proposizioni giudiziarie, questa democrazia che dipende da un'istruzione pubblica fondata su un linguaggio perfezionato che costringe le persone a reagire secondo logica e non interesse personale.

Durante la rivoluzione francese, Condorcet era un personaggio pubblico attivo. Negli ultimi anni del vecchio regime, il suo rifiuto di compromettere i principi filosofici per convenienza politica gli aveva fatto molti nemici. La sua reputazione internazionale, tuttavia, gli consentì di servire vari ministri delle finanze e di essere membro del Comitato per la Pubblica Istruzione, che produsse la prima proposta sistematica per l'istruzione pubblica laica che considerava il fondamento di una repubblica funzionante. Ha sostenuto l'abolizione dei titoli e della monarchia e la creazione di una Repubblica francese. Eletto all'Assemblea legislativa nel 1791 e alla Convenzione costituzionale nel 1792, scrisse una costituzione audace che non fu mai adottata, poiché i giacobini ne temevano le conseguenze per le loro prospettive elettorali.

Detestato dalla destra come traditore e dalla sinistra come minaccia, Condorcet fu finalmente proscritto dal Comitato per la Pubblica Sicurezza nel luglio 1793. Nascosto da un'anziana vedova a Parigi, malata e in uno stato di abbattimento morale, scrisse: su richiesta di Sophie, la sua opera più famosa, il Schizzo di una tavola storica del progresso dello spirito umano, una brillante storia di sviluppo intellettuale nella grande tradizione illuminista di Buffon, e una visione di illimitato progresso sociale umano. Nel marzo del 1794, temendo che la casa fosse perquisita, fuggì in campagna. Fu catturato e trovato morto due giorni dopo nella sua cella. Alcuni credono che sia stato assassinato; altri ancora ritengono che si sia suicidato o che, sofferente di esposizione, sia morto di ictus.

Martire del Terrore, Condorcet è stato nondimeno uno dei padri fondatori della Francia repubblicana. Molti dei suoi principi politici si fecero strada nelle costituzioni successive. Il servizio civile francese, in quanto cuore dello Stato, deve la sua anima alla sua idea che i dipendenti pubblici funzionino correttamente quando la loro educazione li induce a percepire le procedure logiche condivise da tutti gli esseri umani ea metterli al servizio di quella stessa totalità, il pubblico. L'equilibrio tra la libertà individuale e la nozione particolarmente francese di "solidarietà" trova qui la sua fonte nella matematizzazione dei concetti sociali e politici di Condorcet.