Commissione per la pornografia

Commissione per la pornografia. Ci sono state due commissioni presidenziali incaricate di indagare sulle rappresentazioni esplicite di sesso e sessualità che alcuni chiamano pornografia, anche se "pornografia" (a differenza di "oscenità") non è un termine legale.

Nel 1970 il presidente Richard Nixon nominò la President's Commission on Obscenity and Pornography, nota anche come Lockhart Commission. I diciotto membri della commissione hanno speso oltre 2 milioni di dollari per rivedere la ricerca esistente, intervistare esperti e finanziare anche un proprio sondaggio. Il rapporto finale ha concluso che non c'erano prove che dimostrassero alcun danno sociale significativo dalla pornografia che raffigura adulti consenzienti e ha raccomandato che le leggi sull'oscenità esistenti dovrebbero essere abrogate. Il presidente Nixon ha rifiutato di accettare il rapporto o le conclusioni della commissione.

Il presidente Ronald Reagan ha incaricato il procuratore generale Edwin Meese nel 1985 di costituire una commissione per indagare sugli effetti della pornografia. La Commissione Meese ha ricevuto un budget di $ 500,000, in dollari reali circa un sedicesimo dei finanziamenti della Commissione Lockhart. Incapace di permettersi la propria ricerca, la commissione ha tenuto udienze per intervistare testimoni invitati in sei grandi città. Il rapporto finale della commissione ha affermato che la pornografia ha contribuito in modo significativo sia alla violenza sessuale che alla discriminazione sociale contro le donne, sebbene i critici abbiano accusato che i membri della commissione e l'elenco dei testimoni fossero stati selezionati per rendere tali conclusioni scontate.

Bibliografia

Donnerstein, Edward, Daniel Linz e Steven Penrod. La questione della pornografia: risultati della ricerca e implicazioni politiche. New York: Free Press, 1987.

Hawkins, Gordon e Franklin E. Zimring. Pornografia in una società libera. Cambridge, Regno Unito e New York: Cambridge University Press, 1988.

J. JustinGustainis