Commissione monetaria nazionale

Commissione monetaria nazionale, una commissione istituita dall'Atto Aldrich-Vreeland del 30 maggio 1908 per "indagare e riferire al Congresso ... quali cambiamenti sono necessari o desiderabili nel sistema monetario degli Stati Uniti o nelle leggi relative al settore bancario e valutario. "

La commissione, composta da nove membri del Senato e nove membri della Camera dei rappresentanti, con il senatore Nelson Aldrich come presidente, è stata debitamente nominata e ha proceduto a svolgere il compito designato. Nominò esperti per fare studi sulla storia bancaria e sulle condizioni esistenti negli Stati Uniti e in altri paesi, e nell'estate del 1908 i membri della commissione visitarono l'Inghilterra, la Francia e la Germania per accertare i loro accordi bancari, metodi e pratiche attraverso l'osservazione personale e interviste.

L'8 gennaio 1912 la Commissione presentò il suo rapporto al Congresso. Il rapporto conteneva una sintesi del lavoro svolto dalla commissione, e da esperti e altri dipendenti da essa, nonché una descrizione e un testo di una proposta di legge per rimediare a una serie di difetti esistenti come enumerati nella relazione. La proposta di legge conteneva disposizioni per l'istituzione di una National Reserve Association con filiali che agissero come banca centrale per gli Stati Uniti (vedere Sistema di riserva Federale). Le monografie e gli articoli, preparati per la commissione da esperti e pubblicati contestualmente al rapporto, erano più di quaranta e costituivano, all'epoca, una delle più complete biblioteche bancarie disponibili.

Bibliografia

Broz, J. Lawrence. Le origini internazionali del sistema della Federal Reserve. Ithaca, NY: Cornell University Press, 1997.

Degen, Robert A. Il sistema monetario americano: una rassegna concisa della sua evoluzione dal 1896. Lexington, Mass .: Lexington Books, 1987.

Frederick A.Bradford/cw