Commercianti di pellicce e uomini di montagna

Dopo che gli esploratori Meriwether Lewis (1774–1809) e William Clark (1770–1838) guidarono la prima spedizione di esploratori bianchi attraverso la metà occidentale del Nord America nel 1804–6, un folto gruppo di resistenti avventurieri si preparò a dirigersi verso ovest. (Vedere Spedizione Lewis e Clark .) Dai rapporti di Lewis e Clark avevano appreso che l'Occidente brulicava di castori e desideravano fare fortuna. Dopo aver forgiato rotte attraverso la natura selvaggia, gli uomini della montagna hanno svolto un ruolo importante nella migrazione verso ovest dei coloni americani.

Il commercio dei castori

A quel tempo, i cappelli di castoro erano di gran moda in Europa, fornendo un mercato eccellente per l'abbondante castoro americano. Ma la caccia al castoro nel West americano era difficile e molto pericolosa. Era necessario un tipo di individuo molto robusto per forgiare sentieri attraverso la natura selvaggia occidentale alla ricerca di castori.

Nel 1822, l'uomo d'affari William Henry Ashley (c. 1778–1838), il luogotenente governatore di Missouri , pubblicò un annuncio su un giornale in cui si chiedeva che cento "Giovani intraprendenti ... risalissero il fiume Missouri fino alla sua sorgente, dove lavorassero per uno, due o tre anni". Gli uomini che hanno risposto a questo annuncio sono diventati noti come uomini di montagna. Solo circa millecinquecento uomini hanno mai ricoperto questa posizione.

La maggior parte degli uomini di montagna lavorava per Ashley. La maggior parte ha ricevuto solo una parte dei proventi della loro cattura, ma a sua volta, Ashly ha fornito loro l'attrezzatura necessaria per intrappolare il castoro. Un altro gruppo, i "cacciatori liberi" di Ashley, non riceveva alcun salario e non aveva alcun obbligo nei confronti di Ashley. Garantì di incontrare questi cacciatori in montagna e di acquistare le loro pellicce a prezzi fissi. Ashley ha stabilito un incontro, chiamato il rendezvous (Francese per

“Get-together”), come mezzo per raccogliere pellicce e rifornire i cacciatori. Il sistema di rendezvous permetteva agli uomini della montagna di rimanere nel paese ricco di castori tutto l'anno.

Ogni estate, dal 1825 al 1840, si teneva un rendez-vous di quattro o sei settimane in un'atmosfera simile a un carnevale, combinando il commercio con la ricreazione. I treni di rifornimento di muli e carri provenivano dal Missouri e il commercio di un anno veniva svolto in modo efficiente. Tuttavia, molti uomini di montagna hanno speso la maggior parte del denaro ricevuto per il prelievo di pellicce durante l'intero anno per bere e divertirsi durante il rendezvous.

La vita di montagna

Il lavoro degli uomini di montagna li ha portati lontano dalla maggior parte degli insediamenti americani europei. Molti uomini di montagna sposarono donne native americane e impararono la vita e le usanze dei nativi americani. Generalmente gli uomini di montagna erano rudi e lo guardavano. Portavano i capelli lunghi, crescevano la barba e avevano lineamenti segnati dal tempo. I loro vestiti erano di solito fatti di pelle di daino. Il lavoro era pericoloso; Gli indiani hanno ucciso circa cinquecento uomini di montagna nei tre decenni in cui il commercio era in forte espansione. Altri sono morti in incidenti o in caso di maltempo.

Gli uomini della montagna erano così bravi in ​​quello che facevano che il castoro americano era quasi scomparso nel 1840. A quel punto, i cappelli di castoro passarono di moda e il commercio di pellicce era finito. Ma gli uomini della montagna continuarono a lavorare nel deserto. Avevano molta familiarità con i percorsi attraverso l'Occidente e quando le persone iniziarono a migrare Oregon con California all'inizio degli anni 1840, gli uomini della montagna divennero le loro guide. Alla guida dei pionieri sulle strade che avevano creato loro stessi, furono determinanti nell'apertura dell'Occidente agli insediamenti statunitensi.

Uomini di montagna leggendari

Gli uomini della montagna hanno catturato l'immaginazione americana. Per alcuni simboleggiavano l'aspra libertà della frontiera. Nel romanziere americano James Fenimore Cooper (1789-1851) La prateria (1827), il cacciatore di pellicce Leatherstocking possiede virtù naturali come la natura selvaggia che lo circonda. Alcuni scrittori, d'altra parte, consideravano i cacciatori come selvaggi.

Il più leggendario degli uomini di montagna fu Christopher "Kit" Carson (1809–1868), che divenne famoso per primo come John Fremont (1813–1890) durante le sue spedizioni nel Far West. Nei rapporti di Frémont sulle sue spedizioni nelle Montagne Rocciose, nell'Oregon e nella California settentrionale, Carson appare come una figura di Leatherstocking nella vita reale, un uomo coraggioso ma umile delle terre selvagge. Carson divenne presto oggetto di numerose biografie, romanzi e schizzi, e questi racconti della sua audacia e abilità divennero il modello per molti eroi occidentali a venire. Successivamente, gli storici sfidarono questa immagine eroica di Carson, sostenendo che prese parte a mostruose brutalità commesse contro i Navajo e altri.

Jedediah Strong Smith (1799–1831) aveva ventidue anni quando fu assunto da Ashley per andare ad Ovest con il primo grande gruppo di montanari. Smith in seguito guidò il primo gruppo di esploratori bianchi ad attraversare le montagne della Sierra Nevada fino alla California. Fu ucciso da Comanches nel 1831.

Jim Beckwourth (1798–1866), che era nato schiavo, si unì a una delle spedizioni di Ashley alle Montagne Rocciose e al Far West nel 1824. Visse per diversi anni con gli indiani corvo e aprì un passo nelle montagne della Sierra Nevada. Beckwourth successivamente narrò la sua autobiografia a Thomas D. Bonner. Il libro, La vita e le avventure di James P. Beckwourth: alpinista, scout, pioniere e capo della nazione dei corvi (1856), fu una sorprendente cronaca dell'avventura e della vita tra i corvi. Alcuni, tuttavia, hanno notato la tendenza di Beckwourth a glorificare le proprie azioni.

Un altro narratore di favole, Jim Bridger (1804-1881), partì per la sua prima spedizione con Ashley all'età di diciassette anni nel 1822. È considerato il primo uomo bianco ad aver visto lo Yellowstone Park ei suoi geyser. Durante la sua lunga carriera come uomo di montagna, sposò mogli Flathead, Snake e Ute ed era molto rispettato come maestro dei modi dei nativi americani e atlante ambulante delle Montagne Rocciose settentrionali.