Comitato segreto del congresso

Comitato segreto del congresso. Il 18 settembre 1775 il Congresso creò questo comitato permanente (a volte confuso con il Comitato per la corrispondenza segreta) con la responsabilità di organizzare l'approvvigionamento di rifornimenti di guerra. Dati ampi poteri, ingenti somme di denaro e autorizzazione a mantenere segreti i suoi procedimenti - ha distrutto molti dei suoi registri - il Comitato Segreto è stato efficace in gran parte grazie al suo primo presidente, Thomas Willing, che è stato sostituito nel dicembre 1775 dal suo socio in affari, Robert Morris. (Il 30 gennaio 1776, quest'ultimo fu nominato anche nell'altro comitato segreto.) Altri membri originali erano Benjamin Franklin, Silas Deane, Robert R. Livingston, John Alsop, John Dickinson, Thomas McKean, John Langdon e Samuel Ward. I membri di questo comitato tendevano ad essere uomini esperti nel commercio estero, il che ha portato ad alcuni gravi conflitti di interesse. I contratti più importanti sono andati alla ditta Willing e Morris; a parenti e amici di Deane; e ad aziende collegate con Alsop, Livingston e Francis Lewis (che successivamente si unirono al comitato). Le critiche alle attività del comitato aumentarono con il progredire della guerra, con gli Adamses e Lees che chiedevano senza successo un'indagine sugli specchi di guerra.

L'autorità del Comitato segreto fu presto estesa per includere forniture diverse da armi e munizioni. Nel gennaio 1776 fu chiesto di importare medicinali, strumenti chirurgici, coperte, articoli di cotone e metalli vari. Ben presto controllava praticamente tutto il commercio estero. Una delle operazioni più discutibili del comitato iniziò nel gennaio 1776, quando il Congresso votò quarantamila sterline per l'importazione di doni indiani; ai mercanti a contratto veniva concessa una commissione del 5% e il governo assicurava le loro navi contro i sequestri britannici. Tre dei quattro mercanti contraenti erano membri del Comitato Segreto: Morris, Alsop e Lewis. L'altro era Philip Livingston, cugino di un altro membro del comitato. In aprile il Comitato segreto è stato autorizzato ad armare e manovrare navi in ​​paesi stranieri per il lavoro del Congresso, partecipando in tal modo alla pirateria.

L'organismo si è lanciato coraggiosamente nel campo degli affari esteri quando, in collaborazione con il Comitato per la corrispondenza segreta, ha inviato Silas Deane in Francia. Gli affari dei due comitati segreti divennero irrimediabilmente confusi all'inizio del 1777, quando Franklin, Deane e Arthur Lee iniziarono i loro compiti come commissari di pace. Il nome del Comitato segreto fu quindi cambiato nel luglio 1777 in Comitato del commercio, che in seguito si trasformò nel Dipartimento del commercio, e il Comitato per la corrispondenza segreta divenne il Comitato per gli affari esteri il 17 aprile 1777.