Comitati statali

I primi comitati statali dell'URSS, STO (Sovet truda i oborony, Consiglio del lavoro e della difesa) e Gosplan (Comitato per la pianificazione statale) erano commissioni permanenti del Sovnarkom (Consiglio dei commissari del popolo). Il loro numero è cresciuto durante gli anni '1930 e la costituzione del 1936 ha concesso l'adesione di Sovnarkom ai presidenti del Comitato per le arti di tutta l'Unione (Komiskusstv o Vsesoyuzny komitet po delam iskusstv) e al Comitato di tutta l'Unione per l'istruzione superiore (Komvysshshkol o Vsesoyuzny komitet po delam vysshei shkoly). Ai presidenti di altri comitati, come il Comitato di tutta l'Unione per la cultura fisica e lo sport (Komfizkult o Vsesoyuzny komitet po delam fizkultury i sporta), non è stato concesso questo status. Durante la seconda guerra mondiale, il Comitato di difesa dello Stato (GKO o Gosudarstvenny komitet oborony), presieduto da Josef Stalin, è stato creato come l'organo statale supremo straordinario per dirigere le risorse militari e civili e l'economia, al fine di ottenere la vittoria. Questo organo è stato molto significativo durante la guerra ed è stato il più potente di tutti i comitati statali durante l'esistenza dell'URSS.

Negli anni '1950 e '1960, con la crescente complessità dell'economia dell'URSS e l'accresciuta importanza della scienza e della tecnologia, il sistema dei comitati statali si sviluppò rapidamente come agenzie centrali interdipartimentali che coordinavano e supervisionavano il lavoro dei ministeri e di altri dipartimenti statali in le loro aree di responsabilità. Sebbene i comitati statali fossero formati teoricamente dal Soviet Supremo e la loro struttura fosse approvata dal Consiglio dei ministri, le vere decisioni riguardanti la loro esistenza e struttura spettava al Politburo. Ai comitati statali erano stati assegnati poteri amministrativi per organizzare, coordinare e controllare i dipartimenti statali di cui erano interessati, le cui istruzioni avevano forza di legge nell'ambito della loro giurisdizione. Come i ministeri, potrebbero essere o all-union, con plenipotenziari nelle repubbliche, o repubblica-sindacale, funzionanti attraverso apparati paralleli nelle repubbliche.

Il Comitato statale dell'URSS sulla tecnologia di difesa (GKOT o Gosudarstvenny komitet SSSR po oboronu tekhnike) è stato creato nel 1957 ma incorporato in un Ministero della costruzione di macchine generali di recente creazione nel 1965. Il comitato era responsabile di tutti i missili balistici strategici, veicoli spaziali e satelliti sviluppati in URSS. Nel 1973 esistevano i seguenti comitati statali:

Comitato di pianificazione statale (Gosplan o Gosudarstvenny planovy komitet).

Comitato statale del Consiglio dei ministri dell'URSS per l'edilizia (Gosstroi o Gosudarstvenny komitet soveta ministrov SSR po delam stroitelstva). Costituita nel 1950 per garantire una maggiore efficienza nella costruzione.

Comitato statale per il lavoro e i salari (Gosudarstvenny komitet po voprosam truda i zarabotnoi platy). Costituita nel 1955 per controllare i salari e le condizioni di lavoro.

Comitato per la sicurezza dello Stato (KGB o Komitet Gosudarstvennoi Bezopasnosti.) Costituito nel 1954 quando l'apparato di polizia fu riorganizzato. La tanto temuta polizia segreta ha agito con maggiore autonomia rispetto alla maggior parte degli altri organi di governo e con un ampio grado di indipendenza dal Consiglio dei ministri.

Commissione statale per le relazioni economiche estere (Gosudarstvenny komitet po vneshnim ekonomicheskim svyazam). Costituita nel 1957 per sviluppare la cooperazione economica con l'estero e garantire l'adempimento degli obblighi. Era anche responsabile della supervisione delle organizzazioni responsabili dell'esportazione di attrezzature nei paesi socialisti e in via di sviluppo.

Comitato statale del Consiglio dei ministri dell'URSS per la supervisione della sicurezza sul lavoro nell'industria e per la supervisione mineraria (Gosgortekhnadzor o Gosudarstvenny komitet po nadzoru za bezopasnym vedeniem rabotyyshlennosti i gornomu nadzoru). Fondata nel 1958.

Comitato statale per l'istruzione professionale e tecnica (Gosudarstvenny komitet po professionalno-tekhnicheskomu obrazivaniyu). Costituita nel 1959 per attuare e supervisionare la politica per la formazione di lavoratori qualificati sia nelle istituzioni professionali e tecniche che sul posto di lavoro, per sviluppare un sistema di istituzioni educative in questo settore e per vegliare sugli studenti in queste istituzioni.

Comitato statale per la scienza e la tecnologia (Gosudarstvenny komitet po nauke i tekhnike). Costituita nel 1965 per coordinare la politica per massimizzare lo sviluppo e l'utilizzo della scienza e della tecnologia a fini economici.

Comitato statale per l'approvvigionamento di materiali e tecnici (Gossnab o Gosudarstvenny komitet po materialno-tekhnicheskomu snabzheniyu). Costituita nel 1965 per supervisionare la distribuzione ai consumatori, coordinare la cooperazione nella consegna e garantire l'adempimento dei piani per la fornitura di prodotti.

Comitato statale dei prezzi (Gosudarstvenny komitet tsen). Formato nel 1965 come sottocomitato di Gosplan, è diventato un comitato statale a pieno titolo nel 1969. I suoi compiti includevano la regolamentazione dei prezzi, la politica dei prezzi e l'uso dei prezzi per stimolare la produzione.

Comitato forestale statale (Gosudarstvenny komitet lesnogo khozyaistva). Costituita nel 1966 per gestire le foreste demaniali e coordinare le attività delle agenzie forestali.

Comitato statale per la televisione e la radio (Gosudarstvenny komitet po televideniyu i radioveshchaniyu). Costituita nel 1970.

Comitato statale per gli standard (Gossstandart o Gosudarstvenny komitet standartov). Istituito nel 1970 per incoraggiare la standardizzazione e garantire standard di qualità della produzione.

Comitato statale del Consiglio dei ministri dell'URSS per la cinematografia (Gosudarstvenny komitet po kinematografii). Creato nel 1972, il suo compito principale era quello di supervisionare le attività degli studi cinematografici in URSS.

Comitato statale del Consiglio dei ministri dell'URSS per l'editoria, la stampa e il commercio di libri (Gosudarstvenny komitet po pechati). Fondata nel 1972 per supervisionare la pubblicazione e il contenuto della letteratura nell'URSS.

Comitato statale per le invenzioni e le scoperte (Gosudarstvenny komitet po delam izobreteny i otkryty). Fondata nel 1973.

Una legge del 1978 ha concesso l'appartenenza al Consiglio dei ministri a tutti i presidenti dei comitati statali.

Dopo la caduta dell'URSS, la RSFSR ha continuato a utilizzare i comitati statali, formando nel 1997 il Comitato di Stato della Federazione Russa per le comunicazioni e l'informatizzazione (Goskomsvyaz o Gosudarstvenny Komitet Rossisskoi Federatsii po Svyazi i Informatizatsii) dal suo Ministero delle comunicazioni. Era responsabile della gestione statale delle comunicazioni e dello sviluppo di molte forme di telecomunicazioni e servizi postali, comprese le comunicazioni spaziali in collaborazione con il Programma spaziale federale della Russia.