Cnut

Cnut (D. 1035), re d'Inghilterra (1016–35). Canuto, il figlio minore del re danese Sweyn Forkbeard, salì alla ribalta durante una campagna in Inghilterra al fianco di suo padre, nel 1013–14. Sweyn costrinse il re thelred all'esilio e ricevette la sottomissione di tutta l'Inghilterra, ma morì nel febbraio 1014. Suo figlio ha poi riportato il suo esercito in Danimarca dopo un atto di selvaggia brutalità quando ha mutilato i suoi ostaggi prima di metterli a terra a Sandwich. Ritornò nel settembre 1015 e dopo dure battaglie con il figlio di Aethelred, Edmund Ironside (m. Novembre 1016) conquistò l'Inghilterra. Per quasi 20 anni questo principe danese, rapidamente riconosciuto come legittimo successore del regno cristiano d'Inghilterra, diede al regno una pace e una prosperità sostanziali. In una grande assemblea a Oxford nel 1018 promise di aderire alle leggi del re Edgar, promessa ribadita in una lettera inviata a tutti i tribunali della contea nel 1019/20 in cui dichiarava la sua intenzione di essere un grazioso signore e di sostenere il diritti della chiesa e giusto diritto secolare. Nel 1019 successe a suo fratello maggiore come re di Danimarca, e anche lui, dopo una grave sconfitta per mano di Olaf Haraldson (St Olaf) e degli svedesi nel 1026, ottenne il dominio della Norvegia nel 1028. Incongruamente, Canuto ha tentato di governare la Norvegia attraverso la reggenza virtuale della sua moglie inglese, Ælfgifu di Northampton, e del loro giovane figlio Sweyn (m. 1036), un esperimento che si concluse con un miserabile fallimento nel 1035, anno della morte di Canuto. Se Cannut avrebbe potuto riparare il danno se fosse sopravvissuto è un punto controverso: ma il fiasco norvegese ricorda la natura fragile del cosiddetto impero scandinavo. L'Inghilterra e in misura minore la Danimarca costituivano la solida base del suo potere politico. Nella stessa Inghilterra la continuità è il tema principale. Ci furono occasionali esplosioni di ferocia, in particolare negli anni iniziali del regno, compreso l'omicidio del perfido ealdorman Eadric Streona nel 1017. Canuto fece, principalmente per motivi politici, un matrimonio cristiano con la vedova di Æthelred Emma di Normandia, sebbene continuasse a collaborare e riconoscere Ælfgifu di Northampton, e si affidò fortemente a molti dei principali consiglieri di Æthelred, in particolare Wulfstan, arcivescovo di York e vescovo di Worcester ( 1002–23). Wulfstan era il principale responsabile della definizione dei codici di legge di Canuto, il primo dei quali trattava di questioni ecclesiastiche e il secondo, più lungo e più elaborato, di affari secolari. Questi codici hanno dimostrato i principali veicoli per la trasmissione della conoscenza del diritto anglosassone nel profondo periodo normanno. Il governo locale ha continuato ad operare in shires, centinaia e wapentakes, essenziali per la salute giudiziaria e finanziaria delle comunità locali e della monarchia. Canuto ha sfruttato appieno la ricchezza di un'Inghilterra sostanzialmente prospera. Ci sono state alcune importanti esazioni registrate nella Cronaca anglosassone, £ 10,500 dalla sola Londra nel 1018 per aiutare a ripagare la vittoriosa flotta danese e £ 72,000 dall'intera Inghilterra: ma è stata l'esazione regolare del castrone dal paese che ha fornito il re con i mezzi per istituire un governo stabile e per preservare la pace interna. La sofisticata monetazione che Canuto aveva ereditato dai suoi predecessori continuò ad essere colpita a uno standard elevato e coerente. La sua pietà era molto più che superficiale e in un'impressionante visita a Roma nel 1027 per assistere all'incoronazione dell'Imperatore Corrado, di per sé un sintomo del suo prestigio e della sua fiducia, Canuto colse l'occasione per negoziare condizioni favorevoli per commercianti e pellegrini inglesi. itinerario. Spinto in parte dalle sue necessità di subordinati affidabili che esercitassero più dell'autorità tradizionale quando il re era all'estero, ha deliberatamente costruito i poteri regionali di alcuni grandi uomini a cui è stato concesso il titolo di eorl, un passo che è stato interpretato, probabilmente falsamente, in quanto potenzialmente dannoso per l'integrità della tarda monarchia inglese antica. Ai giorni di Canuto essi, specialmente Godwine, conte di Wessex, erano tenuti fermamente sotto la disciplina reale, servendo a uno scopo utile come comandanti regionali. La reputazione di Cnut ha sofferto per un aspetto a causa di un puro incidente biologico. Morì relativamente giovane (un'autorità successiva dice all'età di 37 anni) nel 1035. I suoi due figli Harold Harefoot (di Ælfgifu) e Harthacnut (di Emma) si contendevano la successione in Inghilterra e in Danimarca, ed entrambi morirono poco più che ventenni, Harold nel 1040, Harthacnut nel 1042. Anche gli altri due figli di Ælfgifu, Sweyn, molto coinvolti nella politica norvegese, e Gunnhild, sposato con il futuro imperatore Enrico III, morirono giovani rispettivamente nel 1036 e nel 1038. Il ritorno dell'antica dinastia in Inghilterra nella persona di Edoardo il Confessore (1042-66) lasciò Canuto senza un grande apologeta tra gli scrittori storici inglesi. La Cronaca anglosassone ha relativamente poco da dire su di lui, e in effetti sua moglie Emma, ​​che visse fino al 1052, ha una stampa storica personale migliore.

Henry Loyn

Bibliografia

Lawson, MK, Cnut (1993).