Cleaveland, Agnes Morley

Estratto da Nessuna vita per una signora

Pubblicato originariamente nel 1941

Nell'Ottocento le trasmissioni di bestiame erano considerate lavoro maschile. Ma ciò non significava che le donne non avessero avuto un ruolo importante nel boom del bestiame della fine del XIX secolo. In effetti, alcune delle famigerate figure femminili in Occidente erano romantiche come le loro controparti maschili. La ladra di cavalli e ladra di bestiame Belle Starr era ampiamente conosciuta come la femmina Jesse James, e Calamity Jane era celebrata come Wild Bill Hickok per le sue imprese con una pistola. Nelle chiassose città di bestiame che spuntarono in tutto il Kansas, le ragazze delle sale da ballo e le prostitute erano figure molto colorate. Tuttavia, la maggior parte delle donne, come la maggior parte dei cowboy, conduceva vite più ordinarie di quanto indichino le leggende. Le mogli degli allevatori lavoravano insieme ai loro mariti per costruire i ranch che erano le basi per le trasmissioni di bestiame. Nelle piccole fattorie e nei ranch nel Far West, le donne spesso dovevano fare gran parte dello stesso lavoro degli uomini, oltre a cucinare e prendersi cura dei bambini.

Agnes Morley Cleaveland non era un cowboy, ma era così vicina come una donna arrivò ad essere una vera cowgirl. Nata Agnes Morley nel 1874 da un rinomato ingegnere ferroviario che possedeva appezzamenti di terreno in tutto l'Occidente, Miss Agnes, come era conosciuta nel ranch, è cresciuta nell'alto deserto del New Mexico sud-occidentale, vicino al villaggio di Magdalena. I suoi genitori erano preoccupati di crescere la loro figlia nell'atmosfera turbolenta e turbolenta dell'Occidente, ma, come suo padre disse a sua madre: "Bene, Ada, abbiamo messo le mani su questo aratro. Non possiamo voltarci dentro. al centro del solco. Devo costruire la Santa Fe [ferrovia]. " Cleaveland è stata mandata a est durante l'anno scolastico per frequentare un collegio, ma ogni estate tornava al ranch di famiglia a Datil Canyon. Fu lì che imparò a cavalcare e ad accudire il bestiame.

Quando i loro genitori morirono, Agnes e suo fratello Ray furono lasciati a capo del ranch, che gestirono insieme fino a quando Agnes si sposò e si trasferì in California nel 1899. Cleaveland registrò i suoi ricordi di crescita e gestione del ranch in Nessuna vita per una signora, un resoconto dettagliato della vita di una donna in una delle parti più remote e desolate del West americano. Sebbene le sue storie non siano così colorate o drammatiche come quelle raccontate da Teddy Blue Abbott e Nat Love, parlano anche di lavoro incessante, gesta pericolose e romanticismo. Il racconto di Cleaveland chiarisce che mentre le donne potrebbero essere state protette dal codice di cavalleria del cowboy (un codice di coraggio, cortesia, onore e galanteria verso le donne), le donne hanno svolto un duro lavoro e hanno svolto un ruolo importante nell'addomesticamento l'ovest.

Cose da ricordare durante la lettura dell'estratto da Nessuna vita per una signora:

  • Nessuna vita per una signora è un racconto molto raro delle esperienze di una donna come cowgirl. Poco si sa su quante donne possano aver avuto tali esperienze.
  • Le donne spesso trovavano successo e indipendenza aprendo attività commerciali - lavanderie, ristoranti e così via - nelle piccole città che sorsero in tutto l'Occidente.
  • Nei primi insediamenti minerari in California e Colorado gli uomini erano più numerosi delle donne di nove o dieci a uno.

Quello che è successo dopo . . .

Dopo la morte dei suoi genitori, Agnes Morley Cleaveland gestì il ranch di famiglia con suo fratello minore, Ray Morley, finché non si sposò e si trasferì in California con suo marito. Cleaveland è diventata una giornalista part-time, ma è tornata spesso nella terra degli allevamenti del New Mexico che ha descritto così amorevolmente nel suo libro. Ray Morley è diventato uno dei più grandi allevatori della contea di Catron, nel Nuovo Messico, acquistando terreni adiacenti e allevando grandi mandrie di bestiame. Dopo che il New Mexico divenne uno stato nel 1912, il governo federale conteneva gran parte della terra di Morley entro i confini di quella che ora è la Cibola National Forest. Insoddisfatto di dover obbedire alle richieste dei ranger di abbattere il suo recinto di filo spinato, Morley ha intrapreso una lunga battaglia persa contro il servizio forestale. Morley alla fine ha venduto la terra del ranch.

Lo sapevate . . .

  • Il New Mexico non è diventato uno stato fino al 1912.
  • Nel 1836 Narcissa Whitman ed Eliza Spalding, due missionarie protestanti, divennero le prime donne bianche ad attraversare le Montagne Rocciose.
  • Le donne hanno ottenuto il diritto di voto in quattro stati occidentali prima del 1900, molto prima che le donne negli stati orientali lo facessero.

Per maggiori informazioni

Armitage, Susan ed Elizabeth Jameson, eds. L'Occidente delle donne. Norman: University of Oklahoma Press, 1987.

Armitage, Susan, Ruth B. Moynihan e Christine Fischer Dichamp, eds. C'è così tanto da fare: donne coloni sulla frontiera mineraria e di allevamento. Lincoln: Pressa dell'Università del Nebraska, 1990.

Brown, Dee. The Gentle Tamers: Women of the Old Wild West. New York: Bantam Books, 1974.

Cleaveland, Agnes Morley. Nessuna vita per una signora. Boston: Houghton Mifflin, 1941.

Jeffrey, Julie Roy. Donne di frontiera. New York: Hill & Wang, 1979.

Levy, JoAnn. Hanno visto l'elefante: le donne nella corsa all'oro della California. Hamden, CT: Archon Books, 1990.

Myres, Sandra L. Westering Women and the Frontier Experience, 1800-1915. Albuquerque: University of New Mexico Press, 1982.

Reiter, Joan Swallow, et al. Il vecchio West: le donne. New York: Time-Life Books, 1978.

Schlissel, Lillian. Diari delle donne del viaggio verso ovest. New York: Schocken Books, 1981.

Stratton, Joanna L. Donne pioniere: voci dalla frontiera del Kansas. New York: Simon e Schuster, 1981.

Ovest, Elliott. Crescere con il paese: l'infanzia alla frontiera occidentale. Albuquerque: University of New Mexico Press, 1989.