Clarke, lewis g.

1815
1897

Lewis G. Clarke era uno schiavo fuggitivo che divenne un ardente abolizionista. È nato a Madison County, Kentucky, uno dei dieci figli. Clarke aveva un padre bianco ed era di proprietà di suo nonno, Samuel Campbell, che ha fatto promesse non mantenute di liberare la famiglia di schiavi di Clarke.

Una zia nota per i suoi maltrattamenti nei confronti dei giovani schiavi ha affermato che Clarke faceva parte della sua dote quando aveva sei anni, e ha subito le crudeltà della donna per dieci anni. Poi, nel 1831, Samuel Campbell morì e la famiglia di Clarke fu smembrata e venduta all'asta. Clarke divenne un lavoratore sul campo. Quando fu ereditato da un nuovo proprietario, l'uomo permise a Clarke di impiegare il suo tempo; cioè, Clarke lavorava per gli stipendi ma dava al suo proprietario la maggior parte dei suoi guadagni oltre una somma per coprire le spese di soggiorno.

Nel primo tentativo di fuga di Clarke nell'agosto del 1841, assunse il ruolo di maestro di un compagno dalla pelle più scura, ma presto rinunciarono al tentativo perché nessuno dei due sapeva leggere. Due settimane dopo Clarke partì da sola e raggiunse il Canada. In seguito è tornato a Oberlin, Ohio, in cerca di suo fratello Milton. Era in contatto con gli abolizionisti lì e divenne un sostenitore dell'antischiavista, parlando ampiamente ed efficacemente. Nel 1861 viveva in Canada, ma tornò con i suoi figli a Oberlin nel 1871 dopo la morte di sua moglie. Clarke morì a Lexington, Kentucky, e il suo corpo fu restituito a Oberlin per la sepoltura. Harriet Beecher Stowe ha basato il personaggio di George Harris in Zio Tom's Cabin su Clarke.

Guarda anche Abolizione; Runaway Slaves negli Stati Uniti; Narrazioni schiave; Schiavitù

Bibliografia

Clarke, Lewis G. Narrazione delle sofferenze di Lewis Clarke, durante una prigionia di oltre venticinque anni, tra gli algerini del Kentucky, uno dei cosiddetti stati cristiani del Nord America. Boston: DH Ela, 1845.

Volke, Betty. "Lewis G. Clarke." In Dizionario della biografia dei neri americani, a cura di Rayford W. Logan e Michael R. Winston. New York: Norton, 1982.

robert l. johns (2001)