Circondato, il

CIRCONDATO, IL un romanzo dell'autore nativo americano D'Arcy McNickle, fu pubblicato per la prima volta nel 1936 da Dodd, Mead di New York City e ripubblicato nel 1978 dalla University of New Mexico Press. La nazione economicamente stressata degli anni '1930 potrebbe non essere stata così pronta a considerare le tragiche perdite dei popoli indiani d'America come lo sarebbero state negli anni '1970, nonostante le riforme di John Collier, il commissario per gli affari indiani del presidente Franklin D.Roosevelt, che ha creato il Indian Reorganization Act del 1934 e la recensione entusiastica di Oliver LaFarge, romanziere vincitore del Premio Pulitzer. Il Circondato descrive i molti modi in cui la legge vincolava gli indiani d'America: leggi che stabilirono il sistema di prenotazione durante il diciannovesimo secolo; la legge delle missioni della Chiesa cattolica che si assumevano il compito di educare i Salish e altri popoli tribali tradizionali fuori dalla loro "ferocia" e le leggi che proibivano la pratica delle religioni native. Nel romanzo, le limitazioni imposte al protagonista spagnolo-salish, Archilde, e al suo popolo portano alla sua morte dopo che è diventato un fuggitivo nel tentativo di proteggere sua madre dall'essere perseguita per aver ucciso un guardiacaccia. Nei suoi numerosi ruoli professionali - funzionario del Bureau of Indian Affairs, studioso, antropologo, scrittore e fondatore di organizzazioni nazionali - McNickle dedicò la sua vita a richiamare l'attenzione sui modi in cui i popoli indigeni erano "circondati".

Bibliografia

McNickle, D'Arcy. Tribalismo dei nativi americani: sopravvivenze e rinnovi indiani. New York: Oxford University Press, 1973.

Parker, Dorothy R. Cantare una canzone indiana: una biografia di D'Arcy McNickle. Lincoln: Pressa dell'Università del Nebraska, 1992.

Purdy, John Lloyd. Word Ways: I romanzi di D'Arcy McNickle. Tucson: University of Arizona Press, 1990.

Kathryn W. Shanley