Christiansen, ole kirk

Il produttore di giocattoli danese Ole Kirk Christiansen (1891-1958) ha fondato The LEGO Group, uno dei più grandi produttori di giocattoli al mondo. Falegname di formazione che iniziò a creare giocattoli in legno durante la Grande Depressione, Christiansen ideò i blocchi di plastica multicolore che potevano essere modellati in numerose combinazioni di colori e forme e che diventarono uno dei giocattoli più venduti al mondo. Christiansen morì nel 1958 e suo figlio ereditò l'azienda e la trasformò in una centrale elettrica globale i cui "mattoni ad incastro dai colori vivaci hanno virtualmente rivoluzionato il mercato mondiale dei giocattoli", ha scritto Robert D. Hershey nel New York Times in 1977.

Christiansen nacque il 7 aprile 1891 a Vejle, una città nella penisola dello Jutland in Danimarca. Ha iniziato a badare alle pecore della sua famiglia nei campi all'età di sei anni e per passare il tempo durante le lunghe ore all'aperto, ha intagliato piccole figure di legno. Successivamente, si è formato sotto il fratello maggiore, Kristian Bonde Christiansen, per diventare un falegname. Intorno al 1916, acquistò il negozio di falegnameria e falegnameria di Billund e trascorse diversi anni redditizi come costruttore di case nel villaggio di Billund, sempre nello Jutland; durante i mesi invernali più lenti realizzava mobili su misura. Lungo la strada, si è sposato ed è diventato il padre di quattro figli.

La Grande Depressione non ha avuto un impatto sull'economia prevalentemente agricola della Danimarca subito quando iniziò nel 1929, ma nel 1931 un mercato appiattito portò un successivo rallentamento nell'attività di costruzione di case e mobili di Christiansen. A quel punto era anche vedovo e per sbarcare il lunario iniziò a creare oggetti più pratici nella sua falegnameria. Questi includevano scale a pioli, sgabelli per mucche da latte e assi da stiro, insieme ad alcuni giocattoli di legno che erano fatti principalmente da scarti di legno. Gli yo-yo, le macchine e gli animali che ha scolpito nel legno hanno avuto un tale successo che ha inventato un marchio intorno al 1934 per loro. Prendendo la frase danese gamba godt, o "gioca bene" ha chiamato la linea LEGO.

Dopo la seconda guerra mondiale, Christiansen fu incuriosito dalle possibilità offerte da un materiale relativamente nuovo, la plastica. Nel 1947 acquisì una delle prime macchine per stampaggio a iniezione di materie plastiche in Danimarca per realizzare una nuova serie di giocattoli, come un sonaglio a forma di pesce. I suoi figli, ora cresciuti e che lavorano con lui, hanno avvertito che il nuovo materiale dell'era spaziale era troppo costoso e le possibilità troppo limitate, ma si sono rivelati sbagliati negli anni successivi. Nel 1949, Christiansen introdusse i primi mattoncini leganti automatici LEGO, che nel 1953 furono ridotti a soli mattoncini LEGO. Quando visitò una fiera di giocattoli in Inghilterra nel 1954, un acquirente di giocattoli per una catena di vendita al dettaglio gli disse che non esisteva un "sistema" nel mondo dei giocattoli, e questo diede a Christiansen l'idea di creare una serie di articoli LEGO che potevano essere acquistati separatamente , ma usati l'uno con l'altro.

Nel 1955 fu introdotto il LEGO System of Play, che comprendeva macchinine e personaggi in miniatura che i bambini potevano usare per creare una città. Anche il primo pacchetto “Piano regolatore n. 1” era dotato di un grande telo di plastica che forniva un assetto urbano di base con strade e marciapiedi. Complessivamente, la linea è cresciuta fino a includere 28 set separati, che sono stati un successo con i bambini in Danimarca e nei paesi scandinavi vicini. L'azienda produceva ancora i mattoncini LEGO, ma ci sono state lamentele sul fatto che i mattoni non fossero rimasti insieme. Nel 1958, il figlio di Christiansen, Godtred Kirk Christiansen, ideò un'innovazione radicale nel design di ogni mattone: c'erano già otto borchie sulla parte superiore, a cui furono aggiunti tre tubi sul fondo. Questo li ha fatti incastrare insieme in modo ordinato e la società ha persino richiesto e ottenuto un brevetto per questo, che è stato chiamato accoppiamento perno e tubo.

Sfortunatamente, Christiansen non è sopravvissuto per assistere alla crescita fenomenale della sua azienda. Morì l'11 marzo 1958 a Ribe, la città più antica della Danimarca. Un anno dopo, l'azienda ha terminato la produzione di tutti i giocattoli in legno e ha iniziato a entrare nel più ampio mercato europeo dei giocattoli negli anni successivi. Nel 1967, ha introdotto una linea Duplo di blocchi di plastica che erano più facili da mettere insieme per i bambini più piccoli. Un accordo con Samsonite, il produttore statunitense di valigie, per vendere i prodotti LEGO negli Stati Uniti si è rivelato una strategia poco saggia per conquistare il vasto mercato americano dei giocattoli, ma i figli di Christiansen ne erano usciti nel 1974 e si erano trasferiti per creare una propria filiale a Enfield , Connecticut. Questo sito ha iniziato a produrre i propri mattoncini LEGO all'inizio degli anni '1980.

Aggiungendo una vasta gamma di altri prodotti LEGO agli articoli dell'azienda, gli eredi di Christiansen hanno assistito allo status di culto che il loro pilastro ha raggiunto tra i giovani di tutto il mondo, che hanno raccolto avidamente ciascuno dei set di ogni nuova linea. Come ha scritto Hershey nel New York Times articolo, "I mattoncini Lego ... secondo gli psicologi dell'azienda soddisfano molti dei bisogni dei bambini. Uno dei loro bisogni è imparare la coordinazione occhio-mano. Un altro è creare qualcosa di proprio. (Lego dice che, sebbene i risultati possano sembrare imbarazzanti per un adulto, soddisfano un bambino, il cui senso critico non è sviluppato così bene come la sua immaginazione.) E i mattoni sono progettati per fornire uno sfogo innocuo all'impulso fondamentale di distruggere come così come per creare. "

I mattoncini LEGO sono fabbricati in diversi continenti, tra cui il Sud America e l'Asia, e i mattoni stessi sono costruiti da macchine per stampaggio a iniezione appositamente realizzate, progettate "per ottenere tolleranze entro i due millesimi di millimetro, così precise che si dice che i mattoni per bloccare un po 'rigidamente le prime nove volte, ma da allora in poi per afferrare perfettamente per anni ", ha scritto Hershey nel 1977 New York Times articolo. La sede del LEGO Group si trova ancora a Billund, in Danimarca, e il nipote di Christiansen, Kjeld Kirk Kristiansen (l'ortografia è diversa a causa di un errore nell'ufficio dei registri vitali danese), è stato amministratore delegato fino al 2004.

LEGO ha anche aperto fantastici parchi a tema, il primo a Billund nel 1968, seguito da siti a Windsor, in Inghilterra, Carlsbad, in California, e Günzburg, in Germania, dove, tra le altre attrazioni, sono stati creati monumenti internazionali interamente con mattoncini LEGO. Il record statistico per l'azienda è altrettanto impressionante: la sola fabbrica di Billund produce circa 19 miliardi di mattoni all'anno, o 36,000 al minuto. Il set base di sei mattoncini LEGO può essere combinato in 915,103,765 possibili configurazioni. Da quando sono entrati in produzione per la prima volta nel 1949, dal 400 sono stati prodotti e venduti circa 1949 miliardi di mattoncini LEGO, il che significa che nel 2006 c'erano in media 62 mattoncini LEGO per ogni persona sulla terra. Solo anni dopo il nome che Ole Kirk Christiansen diede alla sua linea di giocattoli si dimostrò stranamente profetico in una lingua universale: in latino, Lego significa "metto insieme" o "metto insieme".

Profili aziendali per studenti, a cura di Donna Craft e Amanda Quick, Volume 1, Gale, 1999.

Business degli investitori ogni giorno, Aprile 24, 2000.

New York Times, Dicembre 25, 1977.

Sabato Evening Post, Ottobre 1984.

Volte (Londra, Inghilterra), 13 novembre 1981; 14 maggio 1985.