Chiricahua

ETNONIMO: Aiaho

I Chiricahua sono un gruppo indiano americano di lingua athapaskan la cui patria tradizionale si trovava nell'attuale Arizona sud-orientale, nel New Mexico meridionale, nel Texas sud-occidentale e nelle aree adiacenti del Messico settentrionale. All'inizio dell'Ottocento erano circa un migliaio.

Durante la seconda metà di quel secolo i Chiricahua intrapresero un lungo periodo di guerra con gli Stati Uniti che terminò infine nel 1886 quando si arresero e iniziarono a scontare ventisette anni come prigionieri di guerra nel Territorio indiano (Oklahoma). Nel 1913 furono liberati e fu data loro la possibilità di restare in Oklahoma o di trasferirsi nella riserva di Mescalero nel sud del New Mexico. Negli anni '1980 circa cinquecento chiricahua vivevano in Oklahoma e un numero indeterminato, ma un piccolo numero viveva con Mescalero e Lipan Apache nella riserva di Mescalero. Il governo tribale in questa riserva è composto da un presidente eletto, un vicepresidente e un consiglio consultivo di otto membri.

In origine, i Chiricahua guadagnavano la loro sussistenza principalmente attraverso la caccia e la raccolta, ma in tempi storici successivi praticavano anche un po 'di agricoltura. I cervi, presi con archi e frecce, erano gli animali da gioco più importanti.

La società chiricahua era organizzata in tre bande, ciascuna delle quali era composta da diverse famiglie allargate. L'autorità politica formale non si estendeva oltre il livello dei leader di band che esercitavano influenza sulla base della loro riconosciuta saggezza e abilità nella guerra. I Chiricahua credevano in numerosi esseri soprannaturali; la leadership religiosa era fornita da sciamani e sciamani specializzati in certi tipi di cerimonie e cure.