Chiesa ortodossa panafricana (il santuario della madonna nera)

La Chiesa Ortodossa Pan-Africana, che è più comunemente conosciuta come il Santuario della Madonna Nera, è stata fondata a Detroit, Michigan, il 26 marzo 1967, dal Rev.Albert B. Cleage Jr., un ministro ordinato negli Stati Uniti. Chiesa di Cristo. Anche se questa è la data riconosciuta per il suo inizio, la chiesa in realtà iniziò con un residuo di diverse congregazioni precedenti. Ora è cresciuto da una congregazione in una denominazione.

Residente di lunga data a Detroit, Cleage tornò a casa nel 1951 dopo un pastorato roccioso ma produttivo a Spring-field, Massachusetts, per assumere compiti ministeriali presso la Missione Presbiteriana di San Marco. St. Mark's era una congregazione nera della classe media e, sebbene la famiglia Cleage facesse parte da tempo dell'élite nera della città, Cleage era molto turbata dal privilegio e dall'autocompiacimento dei suoi parrocchiani. Alla fine, nel marzo 1953, Cleage condusse "un gruppo di dissidenti" fuori da San Marco, accusando che l'eccessivamente pio cristianesimo domenicale nella chiesa era diventato intollerabile.

Una settimana dopo, Cleage ei suoi seguaci fondarono la Central Congregational Church. Per la maggior parte del decennio successivo lui e la sua chiesa trascorsero una rispettosa luna di miele. Tuttavia, i problemi alla Central iniziarono a emergere nel 1964, quando Cleage fu informato che diversi membri della sua parrocchia non erano soddisfatti né della sua predicazione né della sua politica. Negli anni successivi all'esodo da San Marco, Cleage divenne sempre più coinvolto con organizzazioni politiche radicali, e poco dopo la sua apparizione nel novembre 1963 alla National Negro Grassroots Leadership Conference, la tensione tra i nazionalisti neri ei membri moderati del Central giunse al culmine.

Sebbene la conferenza si sia tenuta presso la King Solomon Baptist Church a Detroit, molti dei parrocchiani della Central non erano d'accordo con la scelta di Malcolm X (un uomo che consideravano un sostenitore della violenza come mezzo di cambiamento) come oratore principale. Inoltre, sentivano che il ruolo fondamentale svolto da Cleage nell'organizzazione dell'incontro avrebbe in qualche modo contaminato la reputazione della Central. E a seguito di un maggio 1964 Notizie illustrate ristampa della piattaforma nazionalista nera di Cleage, i membri scontenti del Central hanno fatto appello alla Detroit Metropolitan Association della United Church of Christ per l'intervento.

In un'audizione speciale del comitato della chiesa e del ministero dell'associazione, è stata presentata una richiesta a nome dei dissidenti (che sono rimasti anonimi, presumibilmente per la loro protezione) che i fondi dell'associazione per la Chiesa centrale fossero ritirati fino a quando il ministero di Cleage non fosse stato allineato alla la Chiesa Unita di Cristo. Indirettamente, il comitato era interessato a scoprire due cose: primo, se Cleage fosse davvero un nazionalista nero; e secondo, in tal caso, se il suo nazionalismo nero fosse cristiano. Cleage ha rifiutato di collaborare sulla base del fatto che nessuno nella sua congregazione lo aveva mai contattato con un reclamo e perché i nomi dei firmatari sono stati nascosti, suggerendo che l'associazione stessa potrebbe essere dietro l'inchiesta. In ogni caso, riteneva che l'associazione non avesse il diritto di interferire negli affari interni di una congregazione autonoma.

Alla fine Cleage e quei parrocchiani a lui fedeli hanno vinto sia la battaglia che la guerra quando coloro che si opponevano alle tendenze nazionaliste nere della chiesa hanno ritirato la loro adesione dalla Central. Tre anni dopo, il 26 marzo 1967, la domenica di Pasqua, nella chiesa fu svelato un grande dipinto di una Vergine Maria nera. Successivamente il nome della congregazione fu cambiato in Santuario della Madonna Nera e nel 1971 fu ufficialmente inaugurato il Movimento Nazionalista Cristiano Nero.

Inizialmente, Cleage immaginava il movimento come uno sforzo ecumenico, con ogni congregazione partecipante che manteneva l'appartenenza alla rispettiva denominazione. In una certa misura, questo è il caso. Il "Mother Shrine" di Detroit ha mantenuto la sua affiliazione con la United Church of Christ. La Chiesa ortodossa panafricana, il cui nome è intenzionalmente legato alla Chiesa ortodossa africana del vescovo George Alexander McGuire, ha quattro congregazioni, una fattoria e una casa editrice.

Guarda anche Chiesa ortodossa africana

Bibliografia

Cleage, Albert B., Jr. Messia nero. New York: Sheed e Ward, 1968.

Cleage, Albert B., Jr. Nazionalismo cristiano nero: nuove direzioni per la Chiesa nera. New York: Morrow, 1972.

quinton h. dixie (1996)