Charles edward merriam

Charles Edward Merriam (1874-1953) è stato un politologo americano, critico e difensore della democrazia, politico pratico, consigliere dei presidenti e scrittore prolifico di tutte le fasi del governo e della politica.

Charles E. Merriam è nato a Hopkinton, lowa, figlio di un direttore delle poste e commerciante. Ha frequentato il Lenox College e ha iniziato gli studi di legge alla Lowa State University. Disilluso dalla professione legale, ha studiato scienze sociali al Columbia College, New York City. Dopo aver studiato in Germania, è tornato a insegnare scienze politiche all'Università di Chicago, dove è rimasto fino alla sua morte, per un totale di 51 anni.

Una democrazia migliore

Merriam si preoccupava di due obiettivi: esaminare criticamente e perfezionare la democrazia e colmare il divario nella scienza politica tra teoria e pratica. La democrazia, credeva, era "non solo un favore ... ma un mezzo attraverso il quale si possono raggiungere i più alti ideali dell'umanità". Nel contrastare qualsiasi attacco alla democrazia, si unì a coloro che cercavano la cura per i mali della democrazia in più democrazia. Ha contrastato l'argomento secondo cui la democrazia era inefficiente sostenendo che non doveva essere efficiente, che "libertà e inefficienza non sono opposti". Attraverso la gestione scientifica, un rafforzamento dell'esecutivo attraverso l'oggetto di veto, bilancio centralizzato e competenza, una scienza diretta democraticamente potrebbe liberare l'uomo da tutti i suoi problemi - non creando un proletariato universale marxiano ma eliminando il proletariato oppresso se non addirittura il proletariato come classe. L'esecutivo più forte ed efficiente sarebbe controllato democraticamente tramite iniziativa, referendum e richiamo.

In gran parte a causa degli sforzi di Merriam per portare la scienza politica in contatto con il mondo reale, a volte viene identificato come il padre della scienza politica comportamentale, credendo che si possa apprendere la politica solo attraverso l'osservazione del governo "reale" e del comportamento politico. Tuttavia, era sospettoso della quantificazione e, di fatto, non era impegnato nei metodi e nelle tecniche di quella che oggi viene generalmente chiamata scienza comportamentale.

Ufficio pubblico

Nonostante gli scritti prolifici e illuminanti di Merriam, la sua borsa di studio fu oscurata dalla sua carriera pubblica. Non senza alcuni dubbi da parte dei suoi superiori, Merriam tenne conto della sua convinzione che gli scienziati politici dovrebbero applicare il loro apprendimento attraverso la partecipazione agli affari politici. Nel 1905 fece uno studio ufficiale di successo sulla struttura fiscale di Chicago e 2 anni dopo fu nominato segretario della Commissione portuale di quella città.

Poiché la commissione era coinvolta nello studio di alcuni dei problemi più complessi e fastidiosi della politica di Chicago, Merriam acquisì non solo un'esperienza inestimabile, ma anche un'ampia visibilità politica che portò alla sua elezione al consiglio cittadino nel 1909. Affrontò immediatamente il problema della frode e della corruzione. nella città. Il consiglio ha reagito tagliando i fondi per la sua indagine, ma si è assicurato i fondi necessari da un donatore privato e con quasi flagrante disprezzo per la sua vita politica ha completato le indagini. Ironia della sorte, questa azione ha contribuito alla sua mancanza di successo nella sua campagna per il sindaco di Chicago (sul biglietto repubblicano). Dopo uno sforzo fallito per dare vita al partito progressista, fu nuovamente eletto al consiglio comunale (1913-1917).

Nella prima guerra mondiale Merriam servì come alto commissario americano per l'informazione pubblica in Italia, dopo di che fece un futile tentativo di rientrare nella politica di Chicago. I successivi 25 anni furono dedicati ai suoi interessi professionali. Merriam divenne uno dei membri più influenti dell'American Political Science Association, fu influente nella fondazione della Public Administration Clearing House, aiutò a stabilire il Social Science Research Council e interessò la Fondazione Rockefeller a finanziare docenti e progetti di ricerca di studio.

Grazie ai suoi sforzi e al successo dei suoi studenti, come VO Key e HD Lasswell, l'influenza di Merriam potrebbe essere stata maggiore e più ampia che se la sua università avesse reso tutto più facile. Ha lavorato in commissioni presidenziali per Herbert Hoover, Franklin Roosevelt e Harry Truman, e ha scritto e tenuto numerose conferenze.

Ulteriori letture

Le ristampe di tre opere di Merriam sono particolarmente utili per le loro introduzioni e note da parte degli studenti e per l'analisi del suo lavoro: Potere politico, con un'introduzione di Harold D. Lasswell (1964); The Making of Citizens, con un'introduzione e note di George ZF Bereday (1966); e Nuovi aspetti della politica, con una prefazione di Barry D. Karl (1970). Vedi anche Leonard D. White, ed., Il futuro del governo negli Stati Uniti: saggi in onore di Charles E. Merriam (1942).

Fonti aggiuntive

Karl, Barry Dean, Charles E. Merriam e lo studio della politica, Chicago: University of Chicago Press, 1974.

Simon, Herbert Alexander, Charles E. Merriam e la "Scuola di Chicago" di scienze politiche: la conferenza di Edmund James tenuta il 10 ottobre 1985, Urbana, Ill .: Dipartimento di Scienze Politiche, Università dell'Illinois a Urbana-Champaign, 1987. □