Ceramica e terracotta

Periodi storico-culturali. Come la tessitura, la produzione di ceramiche si è evoluta intorno al terzo o secondo millennio a.C. nella regione del Nilo centrale ed esisteva in Africa occidentale all'inizio dell'era volgare. È da notare che Ile-Ife, Owo e Benin condividevano la stessa "sfera di ceramica" durante il tredicesimo, quattordicesimo e quindicesimo

[Immagine non disponibile per motivi di copyright]

secoli. Cioè, come ha spiegato Akinwumi O. Ogundiran, nonostante alcune differenze stilistiche tra Ile-Ife e Benin, le somiglianze nelle loro ceramiche di questo periodo suggeriscono uno stretto legame storico culturale tra le due aree che le distingue dalle ceramiche di Yoruba ed Edo circostanti territori. Ogundiran identifica "tre grandi periodi storico-culturali" della società Ile-Ife e Benin: il "pre-classico", prima del XII secolo; il “Classico”, dal XII al XVI secolo; e il "post-classico", dal XVI al XIX secolo.

Il periodo pre-classico. Nei periodi pre-classici, i villaggi strettamente legati, ma indipendenti, coordinavano le loro interazioni senza regole dinastiche. Può essere che la matrilinearità fosse prevalente in questo periodo, come dimostrano le dominatrici divinizzate, le cui storie sono state tramandate in tradizioni orali locali come la narrativa di Osun e Yemoja. Per quanto riguarda i reperti ceramici, l'evidenza archeologica suggerisce un'occupazione dell'area a partire dal VI secolo. In alcune aree, la coerenza dello stile ceramico indica la longevità culturale e la presenza di una popolazione indigena prima dell'era migratoria Oduduwa intorno all'anno 1000, quando gli Yoruba arrivarono nell'area e spostarono in gran parte la popolazione indigena.

Il periodo classico. Il periodo Classico è caratterizzato dall'evoluzione delle tradizioni di regalità formale ambientate nei centri urbani. È stato scoperto un vasto deposito di figure in terracotta e pavimenti di frammenti di vaso di questo periodo. I siti culturali Ile-Ife e Benin dell'era classica sono associati a motivi decorativi specifici che sembrano indicare preferenze culturali e cambiamenti all'interno delle influenze culturali e / o esterne. Ogundiran indica somiglianze nei bordi dei vasi e nelle ciotole come prova dell'interazione tra Ile-Ife e il Benin dal XIII al XVI secolo.

Disegni. Come i disegni nei tessuti, quelli trovati sulla ceramica comunicano informazioni a persone esperte in una cultura specifica. Ad esempio, corroborando le narrazioni orali sulle tradizioni religioso-spirituali del periodo, il motivo a spina di pesce trovato su diversi vasi di ceramica rappresenta le foglie, che sono simbolo di cerimonie e ideologie rituali e religiose. La produzione di vasi in ceramica ha richiesto una sofisticata manipolazione e sperimentazione con suoli, minerali, materiali animali e piante locali, e ha portato alla creazione di bellissime opere d'arte e manufatti della cultura materiale.