Censura del senatore joseph mccarthy (2 dicembre 1954)

Nel 1954 gli eccessi investigativi del senatore del Wisconsin Joseph McCarthy avevano fatto il loro corso. Un tempo senatore del Wisconsin praticamente sconosciuto, McCarthy salì alla ribalta nazionale sostenendo di avere la prova che membri "portatori di carte" del partito comunista si erano infiltrati nel Dipartimento di Stato degli Stati Uniti. Servendo anche come capo del Comitato per le operazioni del governo del Senato e del suo sottocomitato per le indagini permanenti, McCarthy ha superato i suoi limiti quando ha messo gli occhi sull'esercito degli Stati Uniti. Durante i giorni di udienze televisive a livello nazionale, il pubblico americano ha guardato McCarthy, di cui molti di loro in precedenza avevano solo letto, intimidito e vittima di bullismo dopo testimone senza mai produrre un brandello di prove tangibili a sostegno delle sue accuse schiaccianti. Per McCarthy, il risultato è stato catastrofico. Il sostegno pubblico, anche tra coloro che credevano nella sua causa, diminuì e praticamente scomparve. Entro la fine dell'anno il Senato ha emesso la condanna qui vista, che è stata approvata con un voto di 65-22. Con il cosiddetto Red Scare in declino e i Democratici ancora una volta sotto il controllo del Senato, Joseph McCarthy fu relegato al ruolo di nullità politica fino alla sua morte nel 1957.

Laura M.mugnaio,
Vanderbilt University

Guarda anche ; ; .

Risolto, che il senatore del Wisconsin, il signor McCarthy, non ha collaborato con la sottocommissione per i privilegi e le elezioni della commissione per le regole e l'amministrazione del Senato nel chiarire le questioni deferite a quella sottocommissione che riguardava la sua condotta come senatore e influiva il Senato e, invece, ha ripetutamente abusato della sottocommissione e dei suoi membri che stavano cercando di svolgere i compiti assegnati, ostacolando così i processi costituzionali del Senato, e che questa condotta del senatore del Wisconsin, il signor McCarthy, è contraria alle tradizioni senatoriali ed è condannato.

Sec 2. Il senatore del Wisconsin, il signor McCarthy, per iscritto al presidente del comitato ristretto per lo studio delle spese di censura (signor Watkins) dopo che il comitato ristretto aveva pubblicato il suo rapporto e prima che il rapporto fosse presentato al senato che caricava tre membri del comitato ristretto Comitato con "inganno deliberato" e "frode" per mancata squalifica; dichiarando alla stampa, il 4 novembre 1954, che la sessione straordinaria del Senato che doveva iniziare l'8 novembre 1954 era un "partito di linciaggio"; nel descrivere ripetutamente questa sessione speciale del Senato come un "linciaggio" in un programma televisivo e radiofonico nazionale il 7 novembre 1954; dichiarando alla stampa pubblica il 13 novembre 1954 che il presidente del comitato ristretto (il sig. Watkins) era colpevole delle "cose ​​più insolite e vigliacche di cui abbia mai sentito parlare" e affermando inoltre: "Mi aspettavo che avrebbe paura di rispondere alle domande, ma non pensava che sarebbe stato così stupido da fare una dichiarazione pubblica; " e nel caratterizzare il suddetto comitato come "ancella inconsapevole", "agente involontario" e "avvocato di fatto" del Partito comunista e nell'accusa che il suddetto comitato nello scrivere il suo rapporto "ha imitato i metodi comunisti - che ha distorto, travisato , e omesso nel suo sforzo di produrre una razionalizzazione plausibile "a sostegno delle sue raccomandazioni al Senato, le cui caratterizzazioni e accuse erano contenute in una dichiarazione rilasciata alla stampa e inserita nel verbale del Congresso del 10 novembre 1954, agiva in contrasto con la senatoria etica e tendeva a portare il Senato nel disonore e nel discredito, a ostacolare i processi costituzionali del Senato ea comprometterne la dignità; e tale comportamento è condannato.

FONTE: "Censure of Senator Joseph McCarthy," 83rd Congress, 2nd Session, Senate Resolution 301 (2 December 1954).