Cattura di Nancy

NANCY CATTURARE. 28 novembre 1775. L'8 settembre Fregata HM Phoenix partì dall'Inghilterra scortando un convoglio di rifornitori di carburante e due trasporti di ordigni a Boston. Il convoglio è stato disperso dalle tempeste mentre attraversava l'Atlantico e la fregata ha raggiunto Boston il 9 novembre per segnalare che uno dei trasporti, il brigantino Nancy, era scomparso. Agendo sulla base delle informazioni eventualmente inviate da Arthur Lee, Washington ha avvisato il suo piccolo squadrone di incrociatori di stare all'erta. Una di quelle navi, la goletta da 74 tonnellate sottovento (precedentemente il Due Fratelli) era stata recentemente equipaggiata con sei piccoli cannoni a Marblehead da John Glover e il 28 ottobre è stata ufficialmente commissionata al comando del capitano John Manley con un equipaggio composto da marinai distaccati dai reggimenti di fanteria di Washington. Al tramonto del 28 novembre Manley catturò il più grande (250 tonnellate) ma disarmato Nancy.

Questo è stato il primo premio importante preso dagli americani e Washington ha inviato rinforzi a Cape Ann per assicurarla. Ha prodotto 2,000 moschetti, 100,000 selci, 30,000 colpi di fucile, 30 tonnellate di colpi di moschetto e un mortaio in ottone da 13 pollici del peso di oltre 2,700 libbre. Quest'ultimo è entrato in servizio americano ed è stato soprannominato "Congresso"in una gioiosa finta cerimonia di battesimo. Il materiale tratto dal Nancy fornito un significativo supporto logistico per l'esercito continentale affamato di artiglieria.

Sebbene questo evento non sia menzionato in molti resoconti generali della Rivoluzione, il Maggiore Generale William Howe scrisse immediatamente al Ministero per avvertirli che la cattura dava agli americani la possibilità di dare fuoco a Boston se avessero scelto di esercitarla. (Naval Documents, 2: 1251-1252). Sebbene non sia tecnicamente una vittoria della marina, questa cattura fu il culmine dei primi sforzi degli americani in mare e diede un importante impulso alla costituzione della Marina Continentale. Ancora più importante, la perdita ha scioccato il governo britannico e ha portato un importante cambiamento nella politica che richiedeva all'Ammiragliato di fornire scorte per tutte le spedizioni del Dipartimento di ordigni e che tutte le navi di artiglieria d'ora in poi fossero armate e capaci di autodifesa.

                          rivisto da Robert K. Wright Jr.