Cathy

Nel novembre 1976, un nuovo eroe dei fumetti fece il suo debutto sui giornali di tutto il paese. Cathy, una donna single in carriera energica e assertiva con un senso dell'umorismo beffardo, era chiaramente un prodotto del movimento di liberazione delle donne dei primi anni '1970. Mentre le aspettative della società sulle donne stavano cominciando a cambiare, Cathy era la donna presa nel mezzo, che cercava di essere abbastanza forte e abbastanza morbida, per essere sia intelligente e capace nel suo lavoro che magra e alla moda per i suoi appuntamenti. Le soluzioni argute di Cathy ai suoi problemi hanno catturato l'attenzione dei lettori per oltre due decenni. All'inizio del ventunesimo secolo era apparsa su quattrocento giornali in tutto il mondo, venti libri e diversi televisione (vedi voce sotto gli anni '1940 - TV e radio nel volume 3) speciali.

La vita di Cathy è un vortice frenetico e goffo di lavoro, shopping, appuntamenti, dieta e rapporti con i suoi genitori ben intenzionati ma irritanti. Il cast di personaggi che la circonda rappresenta una fetta generosa della vita di una donna moderna: Mr. Pinkley, il suo capo sbalordito; la sua ragazza Andrea, moglie e mamma femminista; Irving, il suo esasperante fidanzato a ripetizione; e sua madre e suo padre. Cathy è vicina ai suoi genitori e, sebbene la facciano impazzire, corre sempre da loro quando ha bisogno di una spalla su cui appoggiarsi. Anche se sua madre sogna il giorno del matrimonio di Cathy, Cathy rimane felicemente single. Tuttavia, ha in parte soddisfatto il desiderio dei suoi genitori di un nipote quando ha avuto il suo cucciolo, Electra.

Cathy la creatrice Cathy Guisewite (1950–) ha vinto un Reuben Award dalla National Cartoonists Society (1993) e un Emmy per il miglior speciale televisivo animato (1987) per il suo lavoro sui fumetti. Guisewite e la sua coraggiosa eroina hanno più del loro nome in comune. Dopo la laurea presso l'Università del Michigan nel 1972, Guisewite ha ottenuto un lavoro nella pubblicità, dove ha lavorato fino al 1977, fino a diventare vicepresidente. Ha iniziato a disegnare Cathy per esprimere l'umorismo che vedeva nelle contraddizioni e nei problemi che devono affrontare le giovani donne in carriera. Alcuni hanno criticato l'eroina della striscia per essere superficiale e ossessionata dall'aspetto e dalla moda, ma Cathy continua a far ridere uomini e donne coinvolti nel ritmo frenetico della vita moderna.

—Tina Gianoulis

Per maggiori informazioni

"Cathy." UComics.com.http://www.ucomics.com/cathy (visitato il 27 marzo 2002).

"Cathy Lee Guisewite." Biografia attuale. (Vol. 50, n. 2, febbraio 1989): pp. 21–26.

Lapin, Claudia. "Cathy è Cathy." Esperto (Gennaio 1988): pp. 50–54.

Millner, Cork. "Come la fumettista Cathy Guisewite ci fa ridere delle piccole frustrazioni della vita". Diciassette (Maggio 1983): pp. 42–44.